Archivi tag: Varese

Lodo e Vicino, ragazzi d’oro. E l’Italia cala il Settebello!

Lodo e Vicino, beffe d'oro!
Lodo e Vicino, linguacce d’oro! (foto Mimmo Perna)

Matteo Lodo e Giuseppe Vicino, due fulmini azzurri nel due senza. E’ il secondo titolo iridato per l’Italia nelle acque del lago di Varese nell’ultima giornata di finali di un indimenticabile Mondiale Under 23. Sette medaglie (due ori, tre argenti, due bronzi), una in più dell’anno scorso. Arriva quanto, in maniera ambiziosa, promesso da La Mura alla vigilia di quest’importante appuntamento. E’ un bottino d’altri tempi, va detto, soprattutto per la qualità del raccolto, ed i capisettore Spartaco Barbo e Claudio Romagnoli devono esser fieri del loro lavoro. C’è, evidente, il segnale della collaborazione tra settori, gli assoluti con i giovanili, perché molto dei protagonisti di oggi sono “figli” dei raduni invernali. Penso soprattutto alla punta Senior. Ma non è tempo, ancora di analisi, rimaniamo alla cronaca.  Continua a leggere Lodo e Vicino, ragazzi d’oro. E l’Italia cala il Settebello!

Annunci

Quattro senza stellare, bene anche i due 4 di coppia PL

Il 4 senza azzurro con il Pres.-Papà Abbagnale
Il 4 senza azzurro con il Pres.-Papà Abbagnale

L’esultanza, abbastanza chiassosa, della Germania dopo la finale del 4 senza maschile ci dà la misura del nostro successo. Sono felici di esser vicecampioni mondiali nonostante la severissima lezione impartita dall’orchestra azzurra. Quando Enzo Abbagnale si alza in piedi, allarga le braccia e punta il cielo con i suoi due indici, ci sentiamo veramente tutti in mezzo alle nuvole. Anzi, probabilmente più in alto. Insomma, in un posto da cui proprio non vogliamo più scendere dopo una chiusura di giornata così scintillante. Lui, Giovannone Abagnale, Marco Di Costanzo e Cesare Gabbia: una perfetta sintonia, la terza, dopo batteria e semifinale. I 91 centesimi incassati dai tedeschi, il secondo e otto preso dai rumeni, davvero, non spiegano una gara in cui c’è solo e soltanto un equipaggio a dominare. Dall’inizio alla fine, quello italiano, che è un concentrato di potenza, velocità e aggressività.  Continua a leggere Quattro senza stellare, bene anche i due 4 di coppia PL

Una barca in meno per La Mura, ma tanta sostanza in più

Matteo Lodo e Giuseppe "belli capelli" Vicino
Matteo Lodo e Giuseppe “belli capelli” Vicino

Non quattordici, secondo l’ambizioso auspicio espresso dal DT La Mura a Canottaggio.org, ma tredici. E’ il numero delle barche finaliste dell’Italia ai Mondiali Under 23, un risultato nettamente superiore alle stagioni precedenti. Cresciamo, infatti, dalle 7 del 2012 alle 10 del 2013 ed alle 13 maturate oggi. Il ruolino di marcia, dopo le prime finali che analizzeremo successivamente, dice un oro (4 senza maschile) e due argenti (4 di coppia Pesi Leggeri femminile e maschile).  Continua a leggere Una barca in meno per La Mura, ma tanta sostanza in più

Voglia di volare

L'otto dopo l'arrivo del recupero (foto Perna)
L’otto dopo l’arrivo del recupero (foto Perna)

Per capire quanto accaduto a Varese oggi, devo per forza tornare indietro di cinque anni. Uguali emozioni che allora pensavo fossero irripetibili ma non è stato così. Brive la Gaillarde 2009. Francesco Schisano, Marco Di Costanzo, Alessandro Addabbo, Marco Andreucci , Luca Parlato, Vincenzo Abbagnale, Roberto Bianco, Giuseppe Vicino, il timoniere Enrico D’Aniello. Non è possibile dimenticare quell’avventura del Mondiale Junior. Avaro, in termini di quantità, di gioie con solo due bronzi: il 4 con e, appunto, l’otto. Ma che medaglia quella centrata dalla nostra Ammiraglia! Ancora negli occhi la sabbiosa zona d’arrivo, dove fremente è l’attesa degli equipaggi. Ultimi 500 metri di una finale thrilling. La Germania prende per i capelli la Gran Bretagna e va a cucirsi l’iride. L’Italia, stabilmente terza, soffre il ritorno degli Stati Uniti, capace di mettere la propria punta avanti a noi a 150 metri dal traguardo ma poi la reazione, veemente e prepotente, che ci permette di scalzare l’ammiraglia a stelle e strisce e salire sul podio. Un’impresa centrata per soli 13 centesimi.  Continua a leggere Voglia di volare

Italia avanti tutta a Varese, ma “nunc est bibendum”

Miglior tempo nelle semifinali per il 4 senza azzurro
Miglior tempo nelle semifinali per il 4 senza azzurro

Quattro senza frangiflutti, otto dall’immenso cuore, doppio femminile rabbioso. Ecco altre tre barche azzurre in finale, in totale adesso sono 8, mentre in mattinata avanzano anche il doppio maschile ed il singolista leggero Francesco Pegoraro. Sono le migliori notizie di questa giornata, interlocutoria ma emozionante, del Mondiale Under 23. A Varese c’è il sole per l’Italia, con 8 equipaggi in finale, 6 in semifinale e 7, invece, alle regate di consolazione (settimo l’otto femminile). Per coronare le lamuriane aspettative, visto che un terzo degli equipaggi già è sicuro di non gareggiare in finale, non possiamo permetterci di perdere altri pezzi della nostra flotta nelle semifinali (13:30-15:30). “Nunc est bibendum”, come direbbe Orazio, perché domani e domenica il gioco si farà durissimo e dovremo farci trovare pronte e pronti. Continua a leggere Italia avanti tutta a Varese, ma “nunc est bibendum”

Lettera aperta agli “amici dell’otto”

L'otto azzurro (foto Mimmo Perna)
L’otto azzurro (foto Mimmo Perna)

Mi rivolgo a voi, amici dell’otto. Mi permetto di farlo in virtù del rapporto creatosi in occasioni dei vostri felici anni da Junior. Cinque di voi, da 14 mesi, accompagnano giornalmente i lettori di CanottaggioMania perché dal maggio 2013, su questo blog, campeggia la vostra immagine. Non a caso. Plodviv 2012: la seconda vittoria consecutiva dell’otto Junior, come esempio di energia, entusiasmo, forza di volontà, coraggio. La vostra accattivante espressione di gioia, dopo quello splendido successo, è uno dei migliori spot di promozione di uno sport sano e ricco di valori, come è il nostro Canottaggio, presso i giovani. Difficilmente quell’immagine, anche se il tempo passa, abbandonerà la testata di CanottaggioMania.  Continua a leggere Lettera aperta agli “amici dell’otto”

Spumeggiante Italia a Varese

Che rimonta per il 4 di coppia in batteria!
Che rimonta per il 4 di coppia in batteria!

Scegliamo la nota espressione (clicca qui) di Jim Carrey nel film “The Mask” per inquadrare l’Italia vista questa mattina nelle acque del lago di Varese. Il riferimento va soprattutto al due senza di Lodo e Vicino, al quattro senza Pesi Leggeri (Gravina, Di Seyssel, Oppo, Di Girolamo), al quattro di coppia (Evangelisti, Laino, Crippa, Manzoli) ed alla singolista Sara Magnaghi. Tutti in semifinale, a pieni voti, tranne il 4 senza PL che cercherà, domenica prossima alle 12:15, il quarto trionfo consecutivo dopo Amsterdam 2011, Trakai 2012 e Linz 2013. Avanti anche il doppio leggero di Gherzi e Forcellini, ai recuperi le due inespresse ammiraglie (quinta e sesta), Fava e Parrinelli (sesta) nel doppio PL femminile,  Mancini e Vicino  (quarti) nel doppio; Paccagnella, Denich (terze) nel doppio femminile e Federica Pala (quinta) nel singolo PL donne. Continua a leggere Spumeggiante Italia a Varese