Archivi tag: Mondiali Chungju

Uno di noi: Livio La Padula

Livio La Padula
Livio La Padula

Una persona così positiva, generosa e solare. Agli occhi di tutti, affronta sempre ogni tipo di difficoltà con il sorriso sulle labbra e senza mai gettar la spugna. Basterebbe aver assistito, alle 7 del mattino di domenica 25 novembre 2012, a un suo allenamento sul lungomare a Castellammare di Stabia. Sedici tirate da 1500 metri, in doppio assieme alla quindicenne Mena Sicignano. Avanti e indietro, su e giù senza mai un lamento, a parte l’invito, rivolto a se stesso, a esprimere maggiore intensità. Una fatica mitigata, poi, da un cappuccino freddo preso insieme a papà Antonio.  Il nostro colloquio parte proprio dal rapporto padre-figlio per poi spostarsi su ambizioni, motivazioni, uno sguardo al canottaggio internazionale. Non rinunciamo neppure a trattare temi scottanti come doping e razzismo.  Continua a leggere Uno di noi: Livio La Padula

Annunci

Velocità e prontezza mentale: Francesco Fossi

Francesco Fossi
Francesco Fossi

Una chiacchierata per sconfiggere l’incombente noia autunnale. Ne faremo molte nei prossimi mesi . Questa volta scomodiamo il prodiere del nostro bronzeo doppio, uno dei Top Players della Nazionale. Francesco Fossi. Nel mondo del “cosa mi dai se io ti do”, il finanziere fiorentino si accontenta di “aver imparato a remare” dopo la sua prima medaglia in barca olimpica. Non è da tutti. Riconosce l’importanza dei successi giovanili ma, allo stesso tempo, ne misura la differenza.Critico, prima con se stesso e poi, solo se necessario, con gli altri. Un atteggiamento che lo porta a migliorarsi elevando pian piano l’asticella. Si parla anche di prontezza mentale e sicuramente Aristotele, un ragionevole pessimista, gliela avrebbe riconosciuta.  Lui e Romano? Cieca fiducia reciproca, impegno e volontà nel sostenersi a vicenda nei momenti più delicati per diventare altamente performanti. Obiettivo raggiunto ovunque: dal Memorial d’Aloja al Mondiale (bronzo) passando per gli Europei (oro), i Giochi del Mediterraneo (oro) e Coppa del Mondo (argento). Gli Holly e Benji del canottaggio italiano? No, meglio pensare che in futuro possano trasformarsi nei Bud Spencer e Terence Hill. Cari avversari, state alla larga, altrimenti ci arrabbiamo!  Continua a leggere Velocità e prontezza mentale: Francesco Fossi

Dal quattro all’otto

canottaggiomania_pagellaUna settimana di relax azzurro, altri temi da affrontare prima di tornare a Chungju. Siamo in debito in tema di numeri, nel senso che non abbiamo completato le Pagelle (clicca per la prima parte). La settimana scorsa ci siamo concentrati sulle barche medagliate, adesso vediamo in rassegna le altre quindici.  Continua a leggere Dal quattro all’otto

Donne da lodare

canottaggiomania_doppioPL_donne_podioOggi non facciamoci del male, dai… Partiamo dagli otto equipaggi medagliati rivisitando il loro Mondiale e, come sempre, assegnando il nostro voto. Dal 10 e lode al nostro fantastico doppio leggero femminile agli otto assegnati ai bronzei quattro di coppia leggeri. Da domani, avanti con l’analisi delle altre barche.   Continua a leggere Donne da lodare

Dopo Chungju

canottaggiomania_medaglia_chungjuIl medagliere olimpico parla abbastanza chiaro dopo di Chungju. La geografia del potere, sostanzialmente, non cambia ma la differenza tra le forze di grande e medio livello si riduce in maniera consistente. Nell’anno post-olimpico, c’è chi pensa a rifondare e chi a tirare un attimo il fiato. In quest’ultimo caso, con l’attenzione, naturalmente, già alle prossime Olimpiadi di Rio de Janeiro e con la volontà tesa a integrare i campioni con le nuove generazioni.  Continua a leggere Dopo Chungju

Dalla quantità alla (grande) qualità

Giuseppe Abbagnale e Franco Cattaneo felici per la medaglia del doppio Fossi-Battisti
Giuseppe Abbagnale e Franco Cattaneo, felici per la medaglia del doppio Fossi-Battisti

Italia prima nel medagliere complessivo del Mondiale, quello comprendente specialità olimpiche, paralimpiche e non olimpiche. Otto medaglie per i 24 equipaggi (80 atleti) presentati dalla nostra Federazione a Chungju. Otto, come gli Stati Uniti, la Gran Bretagna e la Germania. In una dichiarazione da poco rilasciata a Canottaggio.org,  Giuseppe Abbagnale si è così espresso. “Questa è una posizione di prestigio che ci fa comprendere come il lavoro impostato, insieme a tutto il mio consiglio ed alla direzione tecnica, stia già portando i suoi frutti”. Parafrasando l’ex difensore pugliese Luigi Garzya, possiamo dire di essere perfettamente d’accordo a metà con il Presidente. Continua a leggere Dalla quantità alla (grande) qualità

Amar-Italia: doppio PL e quattro senza ai piedi del podio

canottaggiomania_chungju_finale_4senzaKiss and cry, Italia. Non solo gioia per lo storico successo del doppio leggero femminile, ma purtroppo anche tanta amarezza per le medaglie sfumate. Sgombriamo subito il campo da ogni dubbio. I quarti posti, nel doppio PL di Andrea Micheletti e Pietro Ruta e nel quattro senza maschile (Matteo Lodo, Paolo Perino, Mario Paonessa, Giuseppe Vicino), sono buoni risultati. Due equipaggi di prospettiva, con a bordo sei atleti molto giovani. Ruta, il più anziano, ha 26 anni. Tutti, a parte Perino (sesto nel 4 di coppia a Bled 2011) e Paonessa (sesto nel 4 senza a Lake Karapiro 2010), alla prima finale in una specialità olimpica. Nel momento cruciale di ogni sfida, il discorso vale in parte anche per il quattro di coppia femminile, è mancato l’acuto e quell’azione propositiva che ha permesso, invece, ai nostri avversari di fare la differenza.  Continua a leggere Amar-Italia: doppio PL e quattro senza ai piedi del podio