Archivi tag: luini

TRio 2016: Ruta e Magnaghi vicini al filotto

Sara Magnaghi
Sara Magnaghi (foto Artegiani)

Tripla fatica, oggi, per l’ultima giornata della TRio 2016. Dopo un venerdì di fuoco ed un sabato più leggero, ecco una domenica da Leoni. Singolo, doppio e quattro di coppia da un lato, due senza, quattro senza ed otto dall’altro.  Continua a leggere TRio 2016: Ruta e Magnaghi vicini al filotto

Chungju: buon quattro senza PL, doppio-scacchi e otto alla moviola

Il quattro senza PL soddisfa positivamente la nostra curiosità
Il quattro senza PL soddisfa positivamente la nostra curiosità

Il quattro senza Pesi Leggeri è la più bella nota della musica della seconda giornata dei Mondiali ed è una delle tre barche a staccare oggi il biglietto per la semifinale insieme ai due doppi. A Chungju, sale così a sette il numero delle barche olimpiche semifinaliste mentre è deludente l’esordio dei due otto, mai competitivi nel corso delle loro batterie. Sette, in totale, gli equipaggi ai recuperi. Due vittorie (due senza e quattro di coppia PL maschile) ed un secondo posto (quattro di coppia PL femminile) vogliono dire la presenza di sette barche azzurre in finale  dove, senza aver ancora gareggiato, stazionano già il due con, il quattro senza femminile, il quattro con Para-Rowing e l’otto leggero maschile. Nel Para-Rowing, settore scottato ieri dalla mancata classificazione del doppio LTA Grassi-Stefanoni, Fabrizio Caselli chiude oggi soltanto quarto, dietro l’australiano Horrie (finalista), l’ucraino Bondar ed il coreano Park. Domani il singolista fiorentino avrà la sua chance per l’ingresso in finale.  Continua a leggere Chungju: buon quattro senza PL, doppio-scacchi e otto alla moviola

La motivazione più forte dell’operazione: Martino Goretti

Martino Goretti
Martino Goretti

Riprendere la propria strada subito dopo una delicata operazione d’appendicite. In tempi record. Roba da Martino Goretti, il nostro poliziotto scuola Moto Guzzi, che, dopo la sua prima Olimpiade da capovoga del quattro senza PL, è pronto a gareggiare in Corea del Sud. Barca inedita, il due senza PL. Inedita, perché con lui c’e’ Elia Luini, già compagno di barca a partire dalla Trio e poi agli Europei in quattro senza. Con Martino, in questo Dialogo, andiamo a ruota libera. Come sempre, come ai (non troppo) vecchi tempi. Continua a leggere La motivazione più forte dell’operazione: Martino Goretti

Ogni anno una tacca in più: Pietro Ruta

 Anno dopo anno, zitto zitto, lui cresce.  Dalla Canottieri Menaggio alla Marina Militare, dal suo amato Lago di Como a Sabaudia. Quarto ai Mondiali Assoluti 2010 nel quattro di coppia a Lake Karapiro, argento a Bled 2011 in singolo e poi un 2012 dolce-amaro tra Olimpiadi e Mondiale in Bulgaria. Saltato a bordo del doppio per Londra 2012, a causa dell’infortunio di Lorenzo Bertini, Pietro Ruta ha dimostrato di non conoscere l’emozione o la paura ma di possedere, invece, quei nervi d’acciaio già evidenziati nella passata stagione.   Continua a leggere Ogni anno una tacca in più: Pietro Ruta

Valutazioni con il metodo Coppola

canottaggiomania_duesenza_M
Davvero un buon Europeo per Di Costanzo e Castaldo nel due senza

CanottaggioMania non lascia conti in sospeso. Anche a distanza di cinque anni, pur se in quei tempi si chiamava in altra maniera, paga i debiti, vedi il 10 a Fossi e Battisti, e completa ora il quadro delle valutazioni degli equipaggi azzurri protagonisti a Siviglia. Occorre fare una premessa. Per queste pagelle adottiamo il metodo Coppola, non riferendoci al caposettore della punta Senior Andrea ma a Luigia Franca, ex professoressa di inglese dell’Istituto Calasanzio di Genova. In determinate situazioni, soprattutto all’inizio dell’anno, Luigia Franca Coppola (da sposata Pesce, per cui ben si lega con uno sport d’acqua come il nostro) non andava sotto il 6. Alcuni studenti lo interpretavano come un atto di magnanimità, in realtà si sapeva che il 6 con tre meno aveva un significato profondamente diverso dalla sufficienza. A precisa domanda “Prof, ma che significa questo voto?” lei, tra uno “shut up” e l’altro,  rispondeva “Riguarda il tuo compito e capirai”. Continua a leggere Valutazioni con il metodo Coppola