Archivi tag: La Mura

Dal quattro all’otto

canottaggiomania_pagellaUna settimana di relax azzurro, altri temi da affrontare prima di tornare a Chungju. Siamo in debito in tema di numeri, nel senso che non abbiamo completato le Pagelle (clicca per la prima parte). La settimana scorsa ci siamo concentrati sulle barche medagliate, adesso vediamo in rassegna le altre quindici.  Continua a leggere Dal quattro all’otto

Dalla quantità alla (grande) qualità

Giuseppe Abbagnale e Franco Cattaneo felici per la medaglia del doppio Fossi-Battisti
Giuseppe Abbagnale e Franco Cattaneo, felici per la medaglia del doppio Fossi-Battisti

Italia prima nel medagliere complessivo del Mondiale, quello comprendente specialità olimpiche, paralimpiche e non olimpiche. Otto medaglie per i 24 equipaggi (80 atleti) presentati dalla nostra Federazione a Chungju. Otto, come gli Stati Uniti, la Gran Bretagna e la Germania. In una dichiarazione da poco rilasciata a Canottaggio.org,  Giuseppe Abbagnale si è così espresso. “Questa è una posizione di prestigio che ci fa comprendere come il lavoro impostato, insieme a tutto il mio consiglio ed alla direzione tecnica, stia già portando i suoi frutti”. Parafrasando l’ex difensore pugliese Luigi Garzya, possiamo dire di essere perfettamente d’accordo a metà con il Presidente. Continua a leggere Dalla quantità alla (grande) qualità

Amar-Italia: doppio PL e quattro senza ai piedi del podio

canottaggiomania_chungju_finale_4senzaKiss and cry, Italia. Non solo gioia per lo storico successo del doppio leggero femminile, ma purtroppo anche tanta amarezza per le medaglie sfumate. Sgombriamo subito il campo da ogni dubbio. I quarti posti, nel doppio PL di Andrea Micheletti e Pietro Ruta e nel quattro senza maschile (Matteo Lodo, Paolo Perino, Mario Paonessa, Giuseppe Vicino), sono buoni risultati. Due equipaggi di prospettiva, con a bordo sei atleti molto giovani. Ruta, il più anziano, ha 26 anni. Tutti, a parte Perino (sesto nel 4 di coppia a Bled 2011) e Paonessa (sesto nel 4 senza a Lake Karapiro 2010), alla prima finale in una specialità olimpica. Nel momento cruciale di ogni sfida, il discorso vale in parte anche per il quattro di coppia femminile, è mancato l’acuto e quell’azione propositiva che ha permesso, invece, ai nostri avversari di fare la differenza.  Continua a leggere Amar-Italia: doppio PL e quattro senza ai piedi del podio

Gioventù dorata anche a Chungju

Il grande salto del due con azzurro
Il grande salto del due con azzurro

Aveva 22 anni il papà, oggi Presidente, Giuseppe quando riportava, insieme al fratello Carmine ed al timoniere Peppiniello, l’Italia sulla vetta del mondo dopo tredici stagioni di grigiore post Città del Messico 1968. L’anno del trionfo di Baran e Sambo (tim. Cipolla). Così, nel 1981, iniziava una storia italiana con, al centro dell’attenzione, Castellammare di Stabia. Trentadue anni dopo, il primo successo, a livello assoluto, del ventenne Vincenzo Abbagnale (CN Stabia). E’ una specialità di famiglia, ora ne abbiamo la cosiddetta “prova provata”. Per poter festeggiare in Corea del Sud, Enzo ha avuto bisogno di un ottimo prodiere come Luca Parlato (Marina Militare) e di uno scafato timoniere come Enrico d’Aniello (CN Stabia). Così i tre hanno battuto, anzi massacrato gli avversari nel due con. Germania cacciata a oltre tre secondi (erano quattro ai 1500), Francia e Stati Uniti sparite ben presto dal radar azzurro. Che mese e che anno! Il 27 luglio, lo ricordiamo, Enzo e Luca vincevano il titolo mondiale under 23 nel quattro con.   Continua a leggere Gioventù dorata anche a Chungju

Poker d’assi, l’Italia continua a (ben) giocare a Chungju

Quattro senza primo in semifinale con miglior tempo. Ma a 5'52'' troviamo altri 3 equipaggi... Finale da brividi!
Quattro senza primo in semifinale con miglior tempo. Ma a 5’52” troviamo altri 3 equipaggi… Finale da brividi!

Non dire quattro se non l’hai nel sacco, ma, l’Italia, dopo Lucerna, conferma ancora una volta di avere almeno (il quinto lo vedremo domani…) quattro assi. Così, dopo essersi seduta al tavolo delle semifinali, quest’oggi la nostra Nazionale ha calato il suo poker. Vittoria del doppio leggero femminile (Laura Milani, Betta Sancassani) e del quattro senza maschile (Matteo Lodo, Paolo Perino, Mario Paonessa, Giuseppe Vicino), secondi posti del doppio leggero maschile (Andrea Micheletti, Pietro Ruta) e del due senza maschile (Marco Di Costanzo, Matteo Castaldo). Niente finale, invece, per il quattro di coppia maschile (Gabriele Cagna, Simone Venier, Domenico Montrone, Luca Rambaldi), per il due senza femminile (Beatrice Arcangiolini, Gaia Marzari) ed il singolista leggero Josè Casiraghi.  Continua a leggere Poker d’assi, l’Italia continua a (ben) giocare a Chungju

Chungju: Caselli superstar, quadruplo rosa in finale e l’amarezza di Raineri

Fabrizio Caselli è in finale al Mondiale in singolo
Fabrizio Caselli è in finale al Mondiale in singolo

E’ finale per il singolista Para-Rowing Fabrizio Caselli e per il quattro di coppia femminile (Sara Magnaghi, Giada Colombo, Laura Schiavone, Gaia Palma). Pronto riscatto per il quattro di coppia maschile (Gabriele Cagna, Simone Venier, Domenico Montrone, Luca Rambaldi), vincitore del recupero e promosso in semifinale assieme a un tonico due senza femminile (Beatrice Arcangiolini, Gaia Marzari). Eliminata la singolista leggera Denise Zacco. Ecco, quindi, il punto della situazione: 9 barche olimpiche in semifinale (6 maschili e 3 femminili), 9 barche già in finale (tre barche olimpiche: 1 femminile, 2 para-rowing. 6 barche non olimpiche: 4 maschili e 2 femminili).  Continua a leggere Chungju: Caselli superstar, quadruplo rosa in finale e l’amarezza di Raineri

Chungju: buon quattro senza PL, doppio-scacchi e otto alla moviola

Il quattro senza PL soddisfa positivamente la nostra curiosità
Il quattro senza PL soddisfa positivamente la nostra curiosità

Il quattro senza Pesi Leggeri è la più bella nota della musica della seconda giornata dei Mondiali ed è una delle tre barche a staccare oggi il biglietto per la semifinale insieme ai due doppi. A Chungju, sale così a sette il numero delle barche olimpiche semifinaliste mentre è deludente l’esordio dei due otto, mai competitivi nel corso delle loro batterie. Sette, in totale, gli equipaggi ai recuperi. Due vittorie (due senza e quattro di coppia PL maschile) ed un secondo posto (quattro di coppia PL femminile) vogliono dire la presenza di sette barche azzurre in finale  dove, senza aver ancora gareggiato, stazionano già il due con, il quattro senza femminile, il quattro con Para-Rowing e l’otto leggero maschile. Nel Para-Rowing, settore scottato ieri dalla mancata classificazione del doppio LTA Grassi-Stefanoni, Fabrizio Caselli chiude oggi soltanto quarto, dietro l’australiano Horrie (finalista), l’ucraino Bondar ed il coreano Park. Domani il singolista fiorentino avrà la sua chance per l’ingresso in finale.  Continua a leggere Chungju: buon quattro senza PL, doppio-scacchi e otto alla moviola

Le previsioni di CanottaggioMania per Chungju

La Mura e Cattaneo, al timone della Nazionale dal dicembre 2012
La Mura e Cattaneo, al timone della Nazionale dal dicembre 2012

Tre medaglie. Una per colore. Un oro, un argento ed un bronzo. Per sette finali. E’ la previsione, a dire il vero molto prudente, in merito alle specialità olimpiche. Una medaglia, possibilmente d’argento, per la squadra Para-Rowing e poi, nelle specialità non olimpiche,  altre quattro (due titoli mondiali, via, sbilanciamoci). Non siamo al mercato, d’accordo, ma la religiosa e silenziosa attesa dei risultati, mani giunte o annodate al ferro, non fa parte del nostro costume.  Dopo aver “toppato” Lucerna, con grande gioia poiché ai previsti oro ed argento si aggiunsero altri due secondi posti ed un bronzo, ed aver quasi totalmente azzeccato il pronostico dei Mondiali Junior (sei medaglie: un argento in più ed un bronzo in meno a dispetto delle due per colore immaginate), CanottaggioMania dice la sua in merito a Chungju dove, al termine del lungo raduno premondiale di Piediluco, ci presentiamo con diversi pezzi da novanta. Continua a leggere Le previsioni di CanottaggioMania per Chungju

Guida al Mondiale… barca per barca (terza parte)

Luini e Goretti... contro la sfortuna!
Luini e Goretti… contro la sfortuna!

Otto classi internazionali, comunemente indicate come barche non olimpiche. Anche qui, l’Italia è presente con equipaggi in grado senz’altro di ben figurare. Ricordiamo che, globalmente, la spedizione azzurra è composta da 24 equipaggi per un totale di oltre cento persone tra atleti, tecnici, staff medico ed addetti ai lavori. Insieme agli Stati Uniti, siamo la più grande (per ora in termini numerici) squadra del Mondiale.  Continua a leggere Guida al Mondiale… barca per barca (terza parte)

Guida al Mondiale… barca per barca (seconda parte)

Caccia aperta al doppio leggero di Laura e Betta
Caccia aperta al doppio leggero di Laura e Betta

In questa calda notte italiana, stile Ispettore Tibbs (già che ieri abbiamo parlato di Derrick e Klein…), proseguiamo l’analisi delle sfide coreane. Dopo le prime sette specialità olimpiche, andiamo ancora avanti presentando le nuove sfide che vedranno protagoniste le barche azzurre. In profondità, cerchiamo di scoprire, sempre grazie all’aiuto di WorldRowing, quali avversarie andranno debitamente tenute in considerazione. Continua a leggere Guida al Mondiale… barca per barca (seconda parte)