Archivi tag: Italia

Settebello Germania, Italia dimezzata

canottaggiomania_Germania_bandieraPrima padroni del medagliere, nel 2012 a Plodviv con quattro ori (4 di coppia, 4 senza e otto maschile, due senza femminile) e un bronzo. Poi, nel 2013 a Trakai, scivoliamo sul gradino più basso del podio della classifica per nazioni con due ori (4 di coppia femminile e 4 con maschile), tre argenti e un bronzo. Davanti a noi, Germania e Romania (le nostre storiche rivali di categoria), ma c’è una medaglia in più, rispetto alla stagione precedente, da annotare. Sei (2013) a cinque (2012). Usciamo dalla tempesta ventosa di Amburgo con un oro (4 con) e tre bronzi. Tre medaglie in meno con retrocessione al quarto posto, a vantaggio della Cina (due ori), nel medagliere.
Continua a leggere Settebello Germania, Italia dimezzata

Novità importanti per la squadra azzurra verso Amsterdam

Il DT La Mura
Il DT La Mura

Facciamoci perdonare, dai, perché qualche lettore ci ha rimproverato l’assenza di queste ultime giornate, trascorse in vacanza sulle spiagge della Corsica. Così, dopo il commento ai Mondiali Junior di Amburgo, vi anticipiamo anche tante novità nelle formazioni degli equipaggi azzurri che, tra 13 giorni, esordiranno ad Amsterdam. Il secondo Mondiale assoluto del La Mura bis e della nuova era dirigenziale targata Giuseppe Abbagnale. Cambiamenti post Lucerna, avvenuti alla luce delle importanti analisi svolte dal DT (più presente anche fisicamente in questo periodo almeno 2 volte a settimana a Piediluco) insieme al suo braccio destro Franco Cattaneo ed ai capisettore.
Continua a leggere Novità importanti per la squadra azzurra verso Amsterdam

Varese: ben ritrovate Lo Bue, 4 senza subito protagonista

Il 4 di coppia PL femminile a Varese 2014
Il 4 di coppia PL femminile a Varese 2014 (foto Perna)

Sono due le perle di inizio Mondiale a Varese. Una è il quattro senza maschile di Marco Di Costanzo, Cesare Gabbia, Giovanni Abagnale e Vincenzo Abbagnale che quasi spaccano pure il minuto: 6’00”06, vittoria in batteria davanti a un’ostica Croazia. Nelle altre batterie, tempi leggermente più veloci: impressionano anche Spagna e Germania, capaci di fermare il cronometro rispettivamente a 5’58”36 ed a 5’58”60. L’impressione di solidità della barca azzurra è notevole, anche se davanti ci sono ancora le semifinali. Da sottolineare poi il carattere messo in mostra dalla vogatrici leggere del quattro di coppia. Le ritrovate sorelle Giorgia e Serena Lo Bue, assieme a Valentina Rodini e Greta Masserano, mettono la museruola all’insidiosa Svizzera. Anche qui, in vista della finale, va senz’altro tenuta d’occhio la Germania, donne da miglior tempo. Giorgia e Serena di nuovo assieme dopo i successi di Eton 2011 e Plodviv 2012. Dal due senza Junior al quattro di coppia Under 23: quando si dice la duttilità e la polivalenza.  Continua a leggere Varese: ben ritrovate Lo Bue, 4 senza subito protagonista

Ecco l’Italia per Lucerna

canottaggiomania_4coppia_karapiro
Il 4 di coppia di Lake Karapiro 2010 sarà riproposto a Lucerna

Dopo gli Europei, la Coppa del Mondo. Dopo Belgrado, Lucerna. Un appuntamento più difficile del precedente, anche se conta meno in quanto questa volta non sarà assegnato alcun titolo. A un mese e mezzo dal Mondiale, da venerdì 11 a domenica 13 luglio, l’Italia del DT Giuseppe La Mura e dell’head coach Franco Cattaneo verificherà se in Svizzera si registreranno passi avanti dopo aver raccolto, nella massima rassegna continentale, un bottino certamente non all’altezza delle aspettative. Vediamo da chi sono composti i 20 equipaggi (41 atleti) iscritti, da ieri intanto la squadra è in raduno a Piediluco.  Continua a leggere Ecco l’Italia per Lucerna

Belgrado tra dubbi e certezze

canottaggiomania_Belgrado_medagliaDalle Europee agli Europei. Dopo i primi 500 metri di Laura e Betta, anche qui il Maalox era già sui nostri tavoli. Pronto da mandar giù, con il tappo già aperto. La grande rimonta del nostro doppio leggero ci ha permesso di chiuderlo e poi, a rimetterlo nel cassetto, ci ha pensato il quattro senza maschile. Tre medaglie, due olimpiche più l’argento di Marcello Miani, sono la cifra di un appuntamento internazionale dai risultati complessivamente non in linea con i buoni traguardi centrati negli appuntamenti internazionali del 2013.  Non c’è stato, in sintesi, il proseguimento di quel trend di crescita registrato nelle regate della passata stagione e ciò stupisce un po’ alla luce del grande impegno, autunnale, invernale e primaverile, profuso da parte di tutti gli atleti, più volte riconosciuto dagli stessi tecnici federali, nello svolgere quanto richiesto dai programmi d’allenamento. Senza se e senza ma.  Continua a leggere Belgrado tra dubbi e certezze

Con il coltello tra i denti nella giungla di Belgrado

canottaggiomania_chungju_doppiomaschile_finaleInutile dire che CanottaggioMania, l’equivalente di un bimbo, si aspetta un bel regalo per il suo primo compleanno. Da domani a domenica la nostra Nazionale  è a Belgrado per partecipare alla prima delle due (l’altra è il Mondiale ad Amsterdam) competizioni che assegna titoli. I due doppi, quello leggero di Betta Sancassani e Laura Milani e quello pesante di Romano Battisti e Francesco Fossi, difenderanno l’oro continentale. Ci sono conferme ma anche novità negli equipaggi schierati dal tandem La Mura-Cattaneo. Il confronto sarà con altre 35 nazioni per l’Europeo con 115 partecipanti in più rispetto al 2013.  A occhio e croce, i pezzi da novanta delle altre nazioni sono presenti quasi in toto. Registriamo poche assenze.  Continua a leggere Con il coltello tra i denti nella giungla di Belgrado

“J’Accuse” verso gli sport professionistici e statali

canottaggiomania_militariQuasi vent’anni prima. 1997. E’ la data a cui si riferisce un’interessante riflessione firmata da Franco Zucconi, già presidente della Tirrenia Todaro. Un articolo rispolverato dall’amico Edoardo Nicoletti, numero uno FIC Toscana e nostro  lettore. Quest’articolo si inserisce nel solco tracciato martedì con la pubblicazione del giornalista Dario Torromeo, “In Italia lo sport è solo militare (clicca qui), e l’attenzione va all’allarme molto forte su uno sport “sempre più professionistico e sempre meno sport”.  
Continua a leggere “J’Accuse” verso gli sport professionistici e statali

Il grande salto di Andrea Micheletti

Andrea Micheletti
Andrea Micheletti



A Rio de Janeiro, in un ambiente sicuramente ostile con tanti avversari pronti a tutto per metterci in difficoltà, potrebbe effettivamente servirci un buon Avvocato. Andrea Micheletti è sulla buona strada per diventarlo e, allo stesso tempo, punta anche a “esercitare”, almeno per una settimana, in Brasile. Quarto anno di Giurisprudenza, ragazzo di quasi 23 anni con la testa sulle spalle e grande attenzione alla programmazione di ogni attimo della sua vita quotidiana. Andrea è l’emergente della coppia leggera, un nuovo asso saltato fuori nella passata stagione culminata in un argento in Coppa del Mondo e due quarti posti a Europei e Mondiali.  Feeling, ma soprattutto grande rispetto reciproco con Pietro Ruta. Leggerete più avanti quanto è importante per Andrea l’esperienza di chi, senza paura e con alle spalle solo due Mondiali in barca non olimpica, ha preso il coraggio a due mani affrontando la sua prima, bollente, Olimpiade con un “preavviso” di un paio di settimane. Micheletti parla anche di Giovanni Calabrese, suo mentore, ed Antonio La Padula, sua guida nel settore Pesi Leggeri azzurro.  E poi, nell’ultima domanda, una stoccata “off topic”.  Continua a leggere Il grande salto di Andrea Micheletti

Reazione Italia

canottaggiomania_daloja_ruta_michelettiL’Italia vince il Memorial d’Aloja e la notizia, naturalmente, non è questa. Meglio oggi di ieri, grazie soprattutto ai ritrovati doppi Pesi Leggeri. Gli azzurri compiono un passetto in avanti rispetto a ieri. Importante più per il morale che per il semplice risultato.  Questa squadra appare al 35-40 % del suo potenziale. I notevoli carichi di lavoro affrontati nei raduni ne condizionano il momentaneo rendimento . Ci sono tanti giovani ed in alcune specialità, leggi quattro di coppia oppure otto Senior, l’integrazione con i veterani si presenta ancora piuttosto lontana. Oltre ai doppi PL, i segnali positivi non mancano: c’è un due senza molto convincente, una bella competizione tra i Pesi Leggeri nel quattro senza (quello Senior fa il suo dovere senza strafare anche oggi) e tra le donne per il doppio.  Continua a leggere Reazione Italia

Borch snobba il doppio azzurro, ma…

canottaggiomania_borch_norvegiaSecondo Megan Kalmoe, per la sua popolarissima TOP20 dei canottieri “più caldi”, è il numero 1. Per WorldRowing, è l’atleta del mese di febbraio. Per la Norvegia, uno dei quattro campioni iridati, della stagione 2013. Per Nils Jakob Hoff, suo partner nel doppio iridato, anche un compagno di “bischerate”, se pensiamo alle esultanze plateali ed alle smorfie-linguacce regalate ai fan su Facebook (clicca qui per la pagina).

Continua a leggere Borch snobba il doppio azzurro, ma…