Una Nazionale sempre più… young per sette finali

Il nuovo quattro di coppia azzurro verso Chung-Ju
Il nuovo quattro di coppia azzurro verso Chung-Ju

Venti giorni esatti al via dei Mondiali in Corea del Sud. Otto giorni alla conclusione del raduno di Piediluco, dieci alla partenza per Chung Ju dove, i successivi nove giorni, serviranno alla nostra Nazionale per l’acclimatarsi, smaltire il fuso orario e, naturalmente, prendere confidenza con il campo di regata coreano.  Cinque medaglie a Lucerna, ripartiamo da questo splendido bottino conquistato, con i denti, il carattere e tutta l’anima, nell’infernale Rotsee. Ripartiamo con due imbarcazioni, il quattro senza PL ed il quattro di coppia, fortemente rinnovati dopo gli insuccessi di Coppa del Mondo. In una recente intervista rilasciata a TuttoSport, il nostro Presidente Giuseppe Abbagnale ha parlato della Nazionale definendola una “squadra giovane ma con il potenziale per fare bene” ed ha inoltre indicato l’obiettivo. “Sette finali con le barche olimpiche. Medaglie? Non mi sbilancio, ma di solito rappresentano il 50% delle finali conquistate”.   Continua a leggere Una Nazionale sempre più… young per sette finali

Annunci

La Gran Bretagna ci strappa la Coupe, ma i giovani azzurri non deludono

Il due senza Ficarra-Gaggiotti due volte dorato
Il due senza Ficarra-Gaggiotti due volte dorato

Quattro ori, cinque argenti e cinque bronzi a Lucerna. Quattordici medaglie alla Coupe de la Jeunesse per la squadra azzurra, accompagnata dal delegato Luciano Magistri e coordinata da Gigi De Lucia insieme a Nicola Moriconi e Valter Bottega. Dopo tre anni, Hazewinkel 2010, Linz 2011 e Banyoles 2012, riconsegniamo il trofeo alla Gran Bretagna che, pur essendo rimasta alle nostre spalle nella classifica maschile, ci ha decisamente staccato in quella femminile. Continua a leggere La Gran Bretagna ci strappa la Coupe, ma i giovani azzurri non deludono

Il canottaggio in Gran Bretagna… un anno dopo!

canottaggiomania_medaglie_olimpicheE’ passato un anno dalle Olimpiadi di Londra 2012, 366 giorni fa (giovedì 2 agosto alle 11:57 ora inglese) arrivava l’argento di Alessio Sartori e Romano Battisti insieme a una raffica di polemiche di cui non vogliamo certamente occuparci oggi in questa calda giornata estiva. Resta la medaglia, la trentaseiesima della nostra storia olimpica,  a testimonianza della gagliarda impresa condotta da Alessio e Romano. Su BritishRowing, a un anno di distanza, si celebra il titolo olimpico del due senza di Helen Glover e Heather Stanning. La prima delle nove perle (quattro ori, due argenti, tre bronzi) del canottaggio britannico nell’Olimpiade casalinga.  Ma dodici mesi dopo, in che modo è cambiata l’attenzione della nazione inglese verso il nostro sport alla luce dei successi a cinque cerchi? Continua a leggere Il canottaggio in Gran Bretagna… un anno dopo!

Avanti con testa e cuore: Vincenzo Abbagnale

Vincenzo Abbagnale
Vincenzo Abbagnale

“Ti avevo fatto una promessa ed ora la mantengo”. Nei miei quattro anni federali, pre, durante e post Mondiale, Vincenzo Abbagnale non aveva mai concesso interviste ma, molto chiaramente a Brive La Gaillarde 2009, aveva affermato. “Marco, non te la prendere… Ne faremo una bella bella quando vincerò il primo titolo mondiale”. Detto e fatto.  Continua a leggere Avanti con testa e cuore: Vincenzo Abbagnale

Remando contro il tumore al cervello

canottaggiomania_IppolitoIl canottaggio gli ha salvato la vita aiutando i suoi medici a individuare un brutto tumore al cervello, fonte di continue emicranie. Momenti d’Inferno, per il giovane Nick Ippolito. Momenti superati grazie proprio grazie alla sua grande passione. Ippolito ha iniziato a remare in seconda media e, l’anno successivo, ha cominciato a soffrire fortissimi mal di testa. Dopo alcuni esami, gli venne trovato un ganglioglioma delle dimensioni di una pallina da golf sulla corteccia frontale destra. Una sofferenza incredibile, con anche i fastidi derivanti dagli inevitabili e disperati tentativi di cura. Continua a leggere Remando contro il tumore al cervello

Coupe: Italia pronta per il poker?

L'otto alla Coupe 2012 (foto Sala)
L’otto alla Coupe 2012 (foto Sala)

Si apre domani sera alle 17, con la consueta sfida tra gli otto femminili, la Coupe de la Jeunesse, retta ancora una volta, in cabina di regia, dall’inglese Geoffrey Brook. Sarà subito Italia, pronta ad affrontare Austria, Gran Bretagna e Belgio. Quarantuno atleti (28 maschi e 13 donne) e 14 armi (8 maschili e 6 femminili) appartenenti a 17 società in un’edizione che vede presente, in qualità di ospite, anche il Cile. Continua a leggere Coupe: Italia pronta per il poker?

Alin, one race man

Alin Zaharia (foto Detlev Seyb)
Alin Zaharia (foto Detlev Seyb)

Dietro un successo, c’è sempre una storia. Se parliamo di Alin Zaharia, per la seconda volta campione mondiale nel quattro senza PL Under 23, la trama si infittisce. Origini rumene, frequenta Giurisprudenza all’Università di Torino. Ai remi dal 2005 con un passato alla Canottieri Armida ed un presente alla Canottieri Caprera. La medaglia sfumata per pochi decimi nel 2009, il ritorno a casa da Brest alla vigilia delle gare per colpa di un incidente (cavalletto chiuso sulla mano con due dita ferite) e poi, l’uno-due, Trakai-Linz. Non sarò io a raccontarvi il Capitano della squadra maschile Under 23, ma Dario Bosco, il mio martello lamuriano che mi accompagna (o perseguita?) sin dai tempi di CanottaggioVero… Continua a leggere Alin, one race man

Perchè il CANOTTAGGIO è una passione, un'emozione, un orgoglio, un brivido. Per tutti noi: una MANIA