E’ finale per cinque barche (per ora) a Trakai

L'imperturbabilità del quattro senza, pronto a sfidare domani la Romania
L’imperturbabilità del quattro senza, pronto a sfidare domani la Romania

Ai Mondiali Junior di Trakai, dopo la terza giornata, l’Italia perde i suoi primi tre pezzi (entrambi i due senza ed il singolo maschile) ma, parallelamente, porta a cinque il numero delle finalisti grazie al buon recupero dell’otto femminile ed al superamento del turno di semifinale messo a segno dal quattro senza maschile e dal quattro di coppia femminile. In semifinale anche Bianca Pelloni ed il doppio maschile. Continua a leggere E’ finale per cinque barche (per ora) a Trakai

Annunci

Carlo Mornati alla guida della Preparazione Olimpica

Carlo Mornati: ora è ViceSegretario, presto sarà resp. Preparazione Olimpica
Carlo Mornati: ora è ViceSegretario, presto sarà resp. Preparazione Olimpica

In un’intervista esclusiva alla Gazzetta dello Sport, rilasciata al giornalista Ruggiero Palombo, il numero uno dello sport italiano Giovanni Malagò rivela che presto Carlo Mornati, da febbraio ViceSegretario del nostro Comitato Olimpico, diventerà responsabile della Preparazione Olimpica. Un traguardo importantissimo, l’ennesimo di una grande carriera sportiva ed accademica tagliato all’età di soli 41 anni. Laureato in Giurisprudenza, Carlo lavora a Roma da oltre quattro anni in quanto entrato a lavorare nel Coni una volta appesi i remi al chiodo dopo le Olimpiadi di Pechino. Continua a leggere Carlo Mornati alla guida della Preparazione Olimpica

Il piacere (e la fatica) della riconferma: Guido Gravina

Guido Gravina
Guido Gravina

La gioia del primo successo può esser equivalente a quella della riconferma. Non si sa, sicuramente sono sensazioni differenti l’una dall’altra. Così per Guido Gravina (Reale Società Canottieri Cerea) l’oro di Trakai 2012 è diverso da quello di Linz 2013. Sempre il quattro senza Pesi Leggeri, sempre insieme ad Alin Zaharia. Con due partner giovanissimi, come Stefano Oppo e Paolo Di Girolamo, capaci di bruciare le tappe e passare dal felicissimo Mondiale Junior di Plovdiv 2012 alla tappa di Coppa del Mondo di Lucerna, anche questa esperienza condivisa insieme a Guido. Continua a leggere Il piacere (e la fatica) della riconferma: Guido Gravina

Volano le ragazze del quattro senza, l’otto maschile non tradisce

Il quattro senza femminile domina il recupero e vola in finale!
Il quattro senza femminile domina il recupero e vola in finale!

La flotta azzurra avanza ai Mondiali Junior di Trakai. Il quattro senza femminile affianca il quattro con in finale. In semifinale sei equipaggi: al quadruplo ed al due senza rosa, al quattro senza maschile, si aggiungono l’otto maschile, il doppio femminile ed il quattro di coppia maschile.  Nei quarti, sostano, per il momento, i singolisti Mazzarini e Pelloni, due senza e doppio maschile. Ecco il quadro generale della situazione delle nostre tredici imbarcazioni, considerato anche il recupero che attenderà l’otto femminile (Serena Lo Bue-SC Palermo, Lucrezia Fossi-SC Firenze, Ilaria Broggini-SC Corgeno, Veronica Calabrese-Canottieri Gavirate, Sara Barderi-SC Pontedera, Silvia Terrazzi-SC Arno, Claudia Destefani-Fiamme Gialle, Sandra Celoni -GS Cavallini, Camilla Contini-timoniere-Canottieri Gavirate) dopo aver ben lottato oggi contro la Romania per l’unico posto a disposizione, in batteria, per la finale. Continua a leggere Volano le ragazze del quattro senza, l’otto maschile non tradisce

Quattro con e quattro di coppia femminile: esordio vincente a Trakai

Il quattro con, a Trakai è già in finale
Il quattro con, a Trakai è già in finale

Il quattro con già in finale, il quattro di coppia femminile, il quattro senza maschile ed il due senza in semifinale, i singolisti Bianca Pelloni e Michele Mazzarini promossi ai quarti di finale insieme al doppio ed al due senza maschile. Altre tre barche (quattro di coppia maschile, quattro senza femminile e doppio femminile) ai recuperi. Inizia così a Trakai, sotto gli occhi del nostro Ambasciatore in Lituania, il Mondiale Junior dove l’Italia, prima nel medagliere a Plovdiv 2012, si presenta come nazione leader.  Continua a leggere Quattro con e quattro di coppia femminile: esordio vincente a Trakai

Più Kiddo che Portinari: Beatrice Arcangiolini

Beatrice Arcangiolini
Beatrice Arcangiolini

Se mi dite “Beatrice”, a parte la nostra vogatrice fiorentina, me ne vengono subito in mente altre due. Beatrice Portinari, l’amata di Dante Alighieri raccontata nella “Vita Nuova” e spiritualizzata nella “Divina Commedia”. Beatrix Kiddo, nota anche come Black Mamba nel capolavoro “Kill Bill” di Quentin Tarantino. La famiglia ed il suo fidanzato, il nostro azzurro Giuseppe Vicino, mi contraddiranno senz’altro ma, di riflesso, Beatrice Arcangiolini la rivedo più nella seconda figura. Ha soltanto 19 anni ma è una combattente, capace di trovare sempre la quadra nei rapporti con le compagne di barca e di condividere e raggiungere, insieme a loro, obiettivi tutt’altro che semplici. Continua a leggere Più Kiddo che Portinari: Beatrice Arcangiolini

Credere nei propri progetti: Laura Schiavone

Laura Schiavone
Laura Schiavone

Chung-Ju sarà il quindicesimo Mondiale per Laura Schiavone, il settimo a livello assoluto.  Deve ancora compiere 27 anni, il prossimo 13 ottobre, eppure si trova già di fronte a una bella responsabilità: guidare, con la sua esperienza, il giovane quattro di coppia femminile a una sfida motivante. Il bronzo agli Europei ed il quarto posto in Coppa del Mondo indicavano che la strada era quella giusta ma sul gap da colmare, in termini cronometrici, rispetto alle principali forze del canottaggio femminile occorreva ancora lavorarci molto. Il raduno di Piediluco, sotto l’attenta e scrupolosa guida del caposettore Claudio Romagnoli, è senz’altro servito a questo. In questo dialogo Laura, salernitana dal carattere forte e forgiata dal bravo Rosario Pappalardo alla Canottieri Irno, ci spiega alcune cose importanti, utili a inquadrare il nuovo settore femminile della Nazionale. Dopo averci spiegato come è arrivata alla Laurea, l’ingegner Schiavone ci rivela anche il suo desiderio di progettare un bacino olimpico in Italia.  Continua a leggere Credere nei propri progetti: Laura Schiavone