Archivi categoria: Storie

Ciao, Chico!

Per chi, come me, vive da lontano le vicissitudini del nostro Canottaggio è stata una notizia agghiacciante. Non sapevo fosse malato, non sapevo si stesse rapidamente avvicinando alla fine dei suoi giorni. L’architetto Domenico “Chico” Tagliabue, a soli 70 anni, ci ha lasciato. Continua a leggere Ciao, Chico!

Karsten, ancora lei! Anno 29, Olimpiade numero 8?

Sabato e domenica Piediluco ospita il secondo Meeting Nazionale, lo sguardo degli addetti ai lavori internazionali è invece già proiettato alla prima tappa di Coppa del Mondo. Magra magra. A Plovdiv, infatti, si confronteranno poco più di 300 atleti in arrivo da 24 nazioni. La Romania di Antonio Colamonici iscrive addirittura 24 equipaggi. Al pari della Cina, 9 in più rispetto alla Polonia. Continua a leggere Karsten, ancora lei! Anno 29, Olimpiade numero 8?

Maximilian: un campione troppo presto strappato alla vita

E’ di oggi la notizia della scomparsa di Maximilian Reinelt. Appena trent’anni, gli è fatale un incidente sulle piste di St. Moritz. La professione di medico avviata da un paio di stagioni e una lunga vita ancora davanti con la possibilità di costruire una famiglia e, perché no, rimanere nel mondo del Canottaggio con altre funzioni.   Continua a leggere Maximilian: un campione troppo presto strappato alla vita

Il Talisker Whisky Atlantic Challenge parla olandese

Il team Dutch Atlantic Four è il primo classificato della Talisker Whisky Atlantic Challenge, diventando il primo equipaggio olandese a vincere quella che è giudicata la gara di canottaggio più dura al mondo. Il quartetto ha dimostrato coraggio e determinazione necessari per superare le durissime condizioni atmosferiche e superare l’Oceano Atlantico, tagliando il traguardo con un tempo di 34 giorni, 12 ore e 9 minuti. Continua a leggere Il Talisker Whisky Atlantic Challenge parla olandese

Un mese alla D’Inverno sul Po. Nel 1982 la prima edizione con Romanini presidente

In questi giorni, ci siamo ancora occupati della richiesta, formulata già in agosto, alla Federazione di intitolare a Gian Antonio Romanini il prossimo Festival dei Giovani. Appello diretto pubblicamente anche all’attuale presidente federale ma purtroppo caduto nuovamente nel vuoto. Per fortuna, alcuni presidenti di Comitato, dotati di sensibilità e senso di riconoscenza, stanno prendendo a cuore la situazione e qualcosa, in futuro, potrebbe smuoversi.  Continua a leggere Un mese alla D’Inverno sul Po. Nel 1982 la prima edizione con Romanini presidente