Super Campionato: ottimizzazioni e risparmi per le Società, ma persi più di 800 giorni di Scuola

 Il Super Campionato di Varese. Tutti i Tricolori in 4 giornate di gara riservate a Ragazzi, Under 23 ed Esordienti giovedì e venerdì, Senior, PL, Junior e Para-Rowing sabato e domenica. In primo luogo, applaudiamo la Canottieri Varese per essersi assunto un gravoso impegno: alla lunghezza dell’evento, infatti, occorre aggiungere lo sviluppo, di concerto con le indicazioni federali, di un protocollo sanitario estremamente efficace.

I numeri. 815 atleti tra Ragazzi, Under 23 ed Esordienti. 902 tra Senior, PL, Junior e Para-Rowing. In generale, con soddisfazione, possiamo dire che il Canottaggio riparte e lo fa con forza. Certo, la positività al Covid-19 di 2 elementi della Nazionale cambierà completamente lo scenario delle sfide assolute ma, parimenti, possiamo osservare che le nostre società, 109 presenti alla Schiranna, stanno reagendo nella maniera migliore alle problematiche causate dal Virus. Naturalmente, in ragione di un nuovo aumento di casi, invito a tutti alla massima attenzione alla sicurezza, vostra e di chi vi circonda, mantenendo le distanze e indossando la mascherina.

Il Super Campionato, di cui si parlava da anni e che trova la sua applicazione in un momento d’emergenza, certamente favorisce risparmi per le Società. In primis, dal punto dei viaggi, soprattutto per chi si sposta da lontano. Magari c’è chi, in questi 4 giorni, si sta muovendo mattina/sera per spostare gli atleti ma le imbarcazioni rimangono sempre a Varese. C’è chi più facilmente, in un week end anzichè due, può affrontare due Campionati: ad esempio, i Ragazzi restano a Varese e, terminato il Tricolore della categoria di appartenenza, possono cimentarsi tra gli Junior (a loro volta, magari, prima alle prese con la categoria Under 23).

Magari ci sono anche altri aspetti positivi a parte quelli sopra elencati ma ce n’è uno negativo di cui non si può non tenere conto. I due giorni di Scuola persi da (almeno) oltre 400 ragazzi di 15 e 16 anni. E’ un parere personale ma, pandemia o non pandemia, spingere, attraverso la collocazione delle gare nelle giornate di giovedì e venerdì, le Società a far saltare le lezioni ai propri atleti e atlete è davvero spiacevole. Carichiamo di eccessivo significato una competizione sportiva: a quell’età, ancora a metà tra il vivere il Canottaggio come un divertimento o come un progetto sportivo d’alto livello, prima di esser agonisti e agoniste parliamo di studenti e studentesse.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...