Trials inglesi a porte chiuse

La Federazione Italiana Canottaggio, giustamente, procede con l’annullamento del Memorial d’Aloja e, altrettanto correttamente, preferisce mantenere la squadra olimpica in raduno, al sicuro a Sabaudia, onde evitare rischi di contagio con il rientro dei propri atleti nelle loro case in giro per l’Italia.

Nel mondo è dichiarata la pandemia e le attività sportive, campionati di calcio dai milionari diritti televisivi compresi, sono posticipate o annullate.

La Gran Bretagna, in piena conformità allo stile Boris Johnson, non si ferma. Non lascia ma raddoppia! A Caversham lo show dei trials olimpici, il più importante appuntamento per il team che ambisce a gareggiare in prospettiva Tokyo 2020.  Attenzione… Show… a porte chiuse! Vi lasciamo qui i risultati.

Certo, la scelta di andare avanti, costi quel che costi (anche la salute…), appare irrispettosa nei confronti del primario degli attori primari: gli Atleti. Leggere poi di un  Canottaggio “a porte chiuse”, come quello dei trials inglesi capaci generalmente invece (onore al merito)  di avvicinare pubblico alla nostra disciplina, è un inno alla tristezza.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...