Ciao, Chico!

Per chi, come me, vive da lontano le vicissitudini del nostro Canottaggio è stata una notizia agghiacciante. Non sapevo fosse malato, non sapevo si stesse rapidamente avvicinando alla fine dei suoi giorni. L’architetto Domenico “Chico” Tagliabue, a soli 70 anni, ci ha lasciato. Una perdita enorme, sotto il profilo delle idee, della determinazione e dell’indipendenza. Il più lamuriano dei lamuriani dal punto di vista delle convinzioni tecniche, ma  sempre personaggio scomodo per la sua abitudine a dire, a volte anche velocemente e a volte anche urlando, la sua opinione. Spesso e volentieri controcorrente rispetto a quelle ufficiali indipendentemente dal tipo di gestione federale.

Di Chico mi rimane la sua strenua volontà di far crescere il Canottaggio femminile, la sua straordinaria passione per il nostro Sport che lo spingeva a tour de force impensabili per coniugare la sua (nostra) passione e la sua professione lavorativa. La tua testa come un computer in cui databasizzare migliaia di informazioni.  Impossibile elencare i tanti sodalizi o i numerosi tecnici a cui ha dato una mano per far crescere questo o quell’equipaggio, i consigli dati per favorire la crescita di questo o quell’atleta.

Ciao, Chico! Mi mancheranno le tue telefonate, le tue mail e la tua dialettica, la tua vis polemica che così ben si accostava alle mie capacità provocatorie. Situazioni che ci facevano inizialmente arrabbiare ma che poi, ne sono certo, arricchivano entrambi.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...