Giovane allenatore muore colpito da un fulmine

La comunità remiera sudafricana lo piange. A 19 anni, non si può morire così. Un giovanissimo allenatore di Canottaggio è deceduto sabato  dopo essere stato colpito da un fulmine mentre si riparava da una tempesta. Un suo allievo è stato ferito nello stesso incidente. 

Accade in Sudafrica ed è un monito, rivolto a tutti i nostri tesserati, a prestare sempre la massima attenzione alle condizioni climatiche.

I fatti. Il coach Nicholas Whaits (19) e  William Macdonald (14), del Somerset College di Città del Capo, hanno partecipato a una regata di canottaggio sul lago Germiston a Gauteng. “Una tempesta molto forte si è scatenata mentre allenatore e vogatori mentre rientravano verso la loro base: il gruppo ha cercato riparo sotto un albero che è stato, tragicamente, colpito da un fulmine” spiega Keith McIvor  di Rowing South Africa. Macdonald è stato portato al Sunward Park Netcare Hospital di Boksburg, dove attualmente le sue condizioni sono stabili. Per Whaits non c’è stato niente da fare.

Lunedì, il Somerset College ha abbassato le bandiere del campus a mezz’asta per rispetto a Whaits, alunno del college. I suoi compagni  indossavano bracciali neri per commemorare la sua dipartita.

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...