Violante e il Canottaggio con gli sceicchi

Al Hamriyah. Primo club emiro a gareggiare in Italia. Appuntamento in doppio sabato 9 febbraio alla D’Inverno sul Po. La barca sarà composta da Joas Binda, instancabile animatori di iniziative e idee della Di.Bi, e Violante Lama. E’ proprio con Violante, vogatrice già in forza alla Canottieri Caprera e azzurra ai Mondiali Junior di Linz 1998, che scambiamo 4 chiacchiere per conoscere il suo percorso di vita, radicalmente cambiato dal settembre scorso.

Il singolo di Violante

“ Vivo qui negli Emirati Arabi da settembre scorso perché ho seguito mio marito, distaccato dall’azienda qui ad Abu Dhabi. Mi sono trasferita qui con i miei due bimbi. Il mio legame con il Canottaggio autoctono nasce perché non volevo smettere di remare per nulla al mondo. Mio marito, sapendo che qui ci sarebbe stata qualche difficoltà a trovare anche solo l’attrezzatura, mi ha regalato un singolo F15 Filippi, arrivato via container dall’Italia. Insomma, posso contare su chi alimenta la mia follia”.

Emirati Arabi Uniti e Canottaggio. Il discorso si fa interessante: sette circoli per circa 100 canottieri. “Qui sono molto indietro anche se volenterosi nel voler mettere su una vera e propria Federazione. Ci sono un po’ di difficoltà perché come attività sportiva, oltre ad essere molto onerosa, il Canottaggio è poco conosciuto dai locali. Negli ultimi mesi, però. il circolo che mi ha tesserata sta mettendo su una bella squadra di ragazzi e junior. Tutti ovviamente alle prime armi”.

C’è un aspetto curioso. “I pochi circoli remieri esistenti sono divisi tra locali o expat….Io sono l’unica expat a gareggiare in un circolo di Locali”.

 

Joas e Violante nel 2018 all’Europeo di Monaco

L’organizzazione federale. “La Federazione sta iniziando a creare un circuito di competizioni con regole precise. Si gareggia sui 1000 metri e le categorie sono solo ragazzi/ junior/ Under 23 e Senior. Non esistono master,  né le categorie giovanili”.

Canottaggio e sceicchi. “Lo sport per i locali viene offerto dallo sceicco di ogni emirato. Sono 7 in tutto: Abu Dhabi-Dubai-Ras al khaimah- Fujairah-Ajman-Umm al-Qaywayn-Sharja. Per dirti, i ragazzi del Club dove sono io (Al Hamriyah) non pagano e gli viene fornito, oltre all’attività sportiva, anche tutto l’abbigliamento. Carineria portata avanti anche con me. Quando gareggio con loro, oltre al mio tanto amato singolo, di solito gareggio anche nel doppio e quattro,  misti con ragazzi e ragazzi alle prime armi. E’ un bell’ambiente, sono tutti molto ospitali nei mie confronti. Non dimentico anche il super tifo quando sono in acqua”.

Sei gare in loco tra novembre 2018 e aprile 2019, senza dimenticare- of course,  D’inverno sul po e Amsterdam. “Per quanto riguarda il doppio con Joas a Torino, spero che quest’anno si sia allenato. Non sarò più buona come l’anno scorso: se mi chiederà ancora “quanto manca?”  lo tirerò giù dalla barca

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...