Festival dei Giovani: Lario interrompe il dominio di Varese

Dura 5 anni lo strapotere della Canottieri Varese al Festival dei Giovani. Oggi la più grande manifestazione giovanile vede trionfare l’affiatato gruppo della Canottieri Lario. Festa grande per la maxi squadra di 55 atleti, diretta da Davide e Sabrina Noseda: 740 punti, 21 in più rispetto alla Tevere Remo (prima società femminile con 313 punti). Poi troviamo la Canottieri Varese, leader nella classifica maschile con 585 punti. La Lombardia occupa 4 posti nella Top 10 grazie anche al quarto posto della Canottieri Gavirate all’ottavo della Canottieri Milano. In evidenza anche il CC Napoli e il CC Aniene, quinti a pari merito, il CUS Torino (settimo), il CC Roma (nono) e l’Elpis Genova (decimo).

Da ricordare anche le cinque affermazioni della Lombardia nelle sfide delle rappresentative regionali mentre il Lazio colleziona due successi e nella casella degli ori iscrivono il proprio nome anche Friuli Venezia Giulia, Piemonte e Sicilia.

In questa ultima giornata di Festival dei Giovani, un evento che unito in nome di un grande obiettivo tutte le società del Centro Remiero di Eupilio, merita di esser sottolineato  anche il progetto federale  “Canottaggio Integrato” con la consegna di 11 remoergometri, da parte del presidente federale Giuseppe Abbagnale e del presidente di Confedilizia  Giorgio Spaziani Testa, a SC Armida, SC Olona, ASD Rumon Salaria, CC Piediluco, CC Irno, Ilva Bagnoli, ASD Delfino, LNI Barletta, SC Telimar, SC Thalatta e CUS Catania.

Infine, in serata, arriva sui social federali anche un post sul caso CC Napoli, corredato da una foto del presidente del COL Fabrizio Quaglino e del tecnico della Canottieri Napoli Fabio Di Costanzo. La questione, come nel comunicato di questa mattina, sembra riguardare solo loro due…  Il Presidente e il Consiglio Federale se ne tengono, ancora una volta, ben fuori. La Federazione se la prende, genericamente e comodamente, con“chi strumentalizza e rimesta nel torbido”. Prima bisogna tenere lontano queste persone dal nostro Canottaggio. Non una parola, invece, su chi, all’interno del nostro mondo, si rende a vario titolo protagonista di atti vandalici come quello di cui è stato vittima il CC Napoli. Forse quelle persone non dobbiamo allontanarle ma invitarle a cena dopo le gare?

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...