Indoor a Pozzuoli. Più di mezza Italia a casa, il 53% degli iscritti è campano

canottaggiomania_pozzuoli_indoorNiente da fare, l’Indoor Rowing proprio non vuole attecchire ed è difficile parlare di Campionati Italiani quando mezza Italia resta a casa. Guardando il semplice dato numerico, 408 atleti per 51 società, si può esser globalmente soddisfatto: in linea, solo 6 presenze in meno, con San Miniato 2016 e superiore a Muggia 2015 (359 canottieri). Ma poi, a ben vedere, si scopre che a Pozzuoli il “grosso” della partecipazione è casalingo. Ben undici società della Campania per un totale con 218 canottieri. Di fatto, più del 53%. 
L’impegno della Canottieri Nesis meritava maggior attenzione da fuori Campania. Onore e merito alle società del presidente Pasquale Giugno per l’entusiastica adesione, penso ai 49 della Canottieri Napoli o ai 45 del CRV Italia, ma… Tutti gli altri? Dove sono? Il vicino Lazio contribuisce con 57 atleti (33 della Marina Militare) e 13 sodalizi. Dalla Toscana si muovono in 44 (6 società) mentre sono 22 (3 società) gli atleti pugliesi. Per il resto… Otto canottieri per 6 società : in tutto, la Sicilia non fa la Canottieri Ravenna (10 atleti) o della Canottieri Padova (13).  Quasi del tutto assente il Nord. Delle 45 società della Lombardia, solo 3 dimostrano interesse per l’evento e una sola, invece, per tutto il Piemonte.   E’ il merito, in entrambi i casi, è del Para-Rowing grazie ad Armida e Gavirate. In mezzo, la Liguria con 2 mentre l’intero Friuli Venezia Giulia è rappresentato da un solo atleta. Il master Antonio Zonta.

Tralasciamo, per carità di patria , il fatto dei magri numeri delle categorie assoluto e della consueta assenza, a parte rari casi (gli olimpici Goretti e Oppo), dei big nonostante la possibilità di esser selezionati per il World Games. Di fronte a questi dati, la dirigenza federale può fare due cose.

  1. Guardare semplicemente il dato totale e rallegrarsene poiché in linea o superiore alle precedenti edizioni;
  2. Analizzare a fondo la ragione del fatto che a un Tricolore il 53% della partecipazione è ricollegato a una sola Regione, quindi metterne in discussione il significato (del Tricolore), la data e il luogo, rivisitarne eventualmente anche la formula.

Chi vuole può nuovamente accusare, più o meno indirettamente, l’autore del post di razzismo o ignoranza pura.  Vi risponderò, come sempre, con il sorriso.

Annunci

1 commento su “Indoor a Pozzuoli. Più di mezza Italia a casa, il 53% degli iscritti è campano”

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...