L’anno di Domenico

canottaggiomania_montrone
La Federazione Italiana Canottaggio premierà sabato sera Sara Bertolasi. Sulla bustocca vogatrice della Canottieri Lario, prossima al ritiro dopo aver partecipato (unica Donna italiana) a due Olimpiadi consecutiva nel 2 senza, ricade la scelta di Atleta dell’Anno. Mi felicito e complimento con l’amica Sara, ma personalmente ritengo che questo, più che mai, sia stato l’anno di Domenico Montrone.

Si, l’anno del pilota del tempo che vola (clicca qui). L’anno di chi a gennaio non aveva alcuna certezza di partecipare alle Olimpiadi di Rio de Janeiro, di chi si è messo e sentito in discussione sempre e comunque. In successione, nel 2 senza, nell’otto e nel 4 senza. Mai sicuro del posto, ma sempre a disposizione, dell’area tecnica e dei compagni, con poche parole, massima dedizione e voglia. Umile, perché a 30 anni pensa ancora di poter crescere molto dal punto di vista agonistico e personale.

“Io amo il canottaggio, con il passare degli anni l’ho amato sempre di più. Se ho vinto io, può vincere chiunque. E se non diventi un campione, il canottaggio ti forma per tutta la vita”. Questo l’estratto di una sua intervista rilasciata dopo la conquista del bronzo a Rio de Janeiro.

canottaggiomania_montrone_4senzaUn bruco che ha avuto bisogno di maggior tempo per diventare farfalla ma le sue ali, con tutta la carica di motivazioni derivate dalla felice conclusione di quest’ultima stagione, batteranno ancora a lungo. Almeno verso Tokyo 2020.

Foto Mimmo Perna

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...