Nove anni e quattro mesi. Un triste primato per la FIC

logo_FIC_nocerchi_bassaNove anni e quattro mesi. E’ la condanna totale del Tribunale Nazionale Anti Doping del Coni nei confronti dei 4 atleti del gruppo olimpico e paralimpico a giudizio. Ieri i 2 anni a Lucilla Aglioti per la positività all’Idroclorotiazide, in precedenza i 16 mesi a Vincenzo Abbagnale per le tre ammonizioni dovute al salto dei controlli, i 2 anni a Leone Maria Barbaro per la presenza di clostebol metabolita e i 4 anni a Niccolò Mornati per la positività all’anastrozolo.  Continua a leggere Nove anni e quattro mesi. Un triste primato per la FIC

Doping: Spracklen difende l’otto della Russia. “Nessuno di loro ha violato le regole”

L'otto della Russia (foto Meyer-FISA)
L’otto della Russia (foto Meyer-FISA)

Mike Spracklen, guida tecnica dell’otto canadese verso l’oro ai Giochi Olimpici di Barcellona 1992 e di Pechino 2008, è seduto nella sua stanza d’albergo in Portogallo quando riceve la telefonata del giornalista Doug Harrison. E’ amareggiato dalle notizie sul doping di stato della Russia e, sino all’esito della conference-call del CIO, molto pessimista sulle possibilità di vedere la sua Ammiraglia, quinta al Mondiale di Aiguebelette davanti all’Italia, a Rio de Janeiro. Il CIO, infatti, sembra più propenso ad affrontare singolarmente i casi di doping piuttosto che escludere l’intera nazionale dagli imminenti Giochi Olimpici. Continua a leggere Doping: Spracklen difende l’otto della Russia. “Nessuno di loro ha violato le regole”