“Quattro barche da podio a Rio. Mornati? Penso sia stato sabotato”

Giuseppe La Mura (foto Perna)
Giuseppe La Mura (foto Perna)

Molto interessanti le dichiarazioni rilasciate quest’oggi dal nostro DT all’Adnkronos (clicca qui)“Presentiamo una squadra non numerosisissima, con 6 equipaggi, ma estremamente competitiva. Abbiamo 4 barche con le credenziali giuste per salire sul podio”. Il prima battuta il pensiero di Giuseppe La Mura va al 4 senza, l’equipaggio campione del mondo in carica recentemente rinnovato con l’innesto di Domenico Montrone in luogo di Marco Di Costanzo. Equipaggio caratterizzato anche dal piccolo infortunio al costato (meno grave del previsto dopo gli esami) di Matteo Castaldo.

Testa al 4 senza PL e ai due doppi, pesante e leggero. Sono queste, secondo La Mura, le barche candidate alla medaglia, anche se  “non posso sbilanciarmi sul numero di medaglie che potremmo conquistare, perché ci sono troppe variabili in una competizione dove ci si gioca tutto in pochi minuti”. Si, d’accordo ma l’obiettivo, indipendentemente dalle potenzialità, qual’è?  Quattro barche da podio, per rimanere alle parole di La Mura, creano sicuramente una buona dose di aspettative.

La Mura prende le difese di Niccolò Mornati in maniera energica. “Conoscendo molto bene Niccolò sono convinto della sua innocenza penso sia stato sabotato. E’ sempre stato un esempio di correttezza in tutta la sua lunga carriera. Il canottaggio italiano è sano e rido quando si associa il nome di Vincenzo Abbagnale al doping. La sua è stata solo sfortuna e superficialità che purtroppo gli è costata 16 mesi di squalifica per mancata reperibilità”. Parole coraggiose, parole che fanno certamente rumore.

Annunci

4 pensieri riguardo ““Quattro barche da podio a Rio. Mornati? Penso sia stato sabotato””

  1. Buongiorno,
    Nel leggere le convocazioni per Rio, un’attento allenatore lombardo, in relazione alla riserva pesi leggeri mi fa notare che:
    Nelle ultime tirate a Piediluco, per decidere definitivamente la squadra per Rio (4- senior, 4-pl e 2-senior), il due senza Diseyssel e Sfiligoi è arrivato (come dispendio) davanti al due senza di Tuccinardi Tedesco, I primi si sono piazzati (a confronto con il resto della squadra) a metà classifica e i secondi ultimi.
    I test fatti nell’ultimo raduno, sia il 2000 che quello lungo parlano di un Diseyssel più veloce di Tuccinardi.
    La sostituzione di Diseyssel con Tuccinardi dopo Varese, a Poznan, ha nettamente (in televisione) dimostrato che con Tuccinardi la barca non era più veloce, anzi.
    Diseyssel 21 anni ha contribuito, da capovoga, a qualificare la barca per Rio.
    Tuccinardi 31 anni, ai mondiali non c’era.
    Chi me la spiega?
    Specifico che non è una polemica nei confronti di Tuccinardi di cui tutti conosciamo le grandi doti tecniche in suo possesso e tantomeno è uno sfogo a favore di un Diseyssel capace di regalarci forti emozioni senza mai lamentarsi anche nei momenti difficili. Semplicemente è la voglia di comprendere il ragionamento che sta dietro ad una scelta di questo tipo.
    Ne approfitto per fare un grosso in bocca al lupo a tutta la squadra in partenza per Rio
    Grazie
    Michele

    1. Caro Michele,

      certamente Giorgio Tuccinardi non ha bisogno di un mio intervento in sua difesa ma, per amore della verità, ho consultato i dispendi precedenti l’ufficializzazione della squadra e devo comunicarti che quanto tu scrivi non corrisponde al vero. Se mi contatti privatamente su Facebook avrò il piacere di mostrarteli. Un saluto, Marco

  2. Caro Marco,
    qui non si tratta di difendere o meno un atleta invece che un altro, si tratta di trasparenza e di conoscere le ragioni che stanno dietro ad una scelta Federale. Il riferimento ai dispendi e ai tempi sui test da me riportati su questo blog sono scritti nero su bianco e sono a disposizione di ogni tesserato che ne faccia richiesta in Federazione, in questo momento li sto leggendo e le cose stanno esattamente come ho scritto. Detto questo, ripeto, la questione da me posta non vuole essere e non deve essere o rappresentare un attacco ad un’atleta invece che un altro, tutti hanno validazioni e motivazioni sufficienti a giustificare la loro presenza a Rio. L’unico interesse, sarebbe, capire il ragionamento che sta dietro, punto, niente di più.
    Leggendo il tuo blog e quello che normalmente scrivi, so per certo che hai capito il nocciolo della questione che è e deve essere il ragionamento sulla scelta e non sull’uomo.
    E con questo vi saluto e finalmente parto per le vacanze!
    Grazie
    Michele

  3. Caro Michele,

    io ho qui sotto mano i dispendi del secondo giorno di raduno, del 9 e del 12 luglio. In tutti quanti i casi, Tuccinardi sempre davanti anche in maniera piuttosto netta tranne che in uno dei 4 mille del secondo giorno (quando si è fermato). Ti rinnovo la cortesia a girarmi via FB i dispendi ai quali fai riferimento… 😀 Per il resto ti auguro una felice vacanza

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...