4 atleti in meno di 4 mesi. Anche Lucilla nella rete dell’Antidoping

AgliotiSarebbe importante parlare dell’ultimo atto delle qualificazioni olimpiche, dei sette equipaggi azzurri in gara da ieri a domani a Lucerna, ma ancora una volta il Canottaggio italiano viene “scosso” dalla procura Antidoping del Coni. Per la quarta volta, in meno di quattro mesi e ci domandiamo perché alle 10 di oggi, tre giorni dopo l’ufficializzazione della notizia sul sito del Coni, non ne esista ancora traccia su Canottaggio.org. 

Ancora una volta, un nome importante in chiave Rio de Janeiro per la gestione Abbagnale. Questa volta, a esser sospesa in via cautelare dal Tribunale Nazionale Antidoping, è Lucilla Aglioti (CC Aniene), atleta del 4 con, l’equipaggio su cui sono riposte le maggiori speranza della Federazione Italiana Canottaggio per la conquista di una medaglia alle prossime Paralimpiadi. Argento ai Mondiali 2013 di Chung-Ju, bronzo l’anno successivo ad Amsterdam. Positiva all’Idroclorotiazide, in occasione del controllo effettuato dal CIP il 22 aprile 2016 a Gavirate. Si tratta di un diuretico che agisce a livello renale inibendo la capacità di quest’organo nel ritenere sodio ed acqua.

Annunci

3 pensieri riguardo “4 atleti in meno di 4 mesi. Anche Lucilla nella rete dell’Antidoping”

  1. http://www.canottaggio.org/2016_2news/0523_para.shtml

    Siete delle brutte malelingue. L’articolo sul momento del pararowing é uscito sta mattina. Beh non parla del problema doping ma vi ricordate cosa aveva detto il dott.La mura al consiglio federale ? Non esistono problemi doping, sono giornalisti che montano castelli. Infatti neanche oggi nell’articolo sul pararowing si parla di doping. Secondo me il coni ha sbagliato. Io credo a canottaggio.org : tutto perfetto , il capo settore naccari contento di come sta procedendo (si legge nell’articolo) e i ragazzi si stanno duramente allenando con determinazione, serenità e impegno.

    Aggiungerei solo una cosa all’articolo: hanno beccato all’Antidoping una titolare del 4 con, una dellè tre barche qualificate per Rio

  2. In realtà, è andata ancora peggio. Vista la notizia su questo sito del quarto caso di doping FIC, il comunicato è stato velocemente inserito (con titolo ambiguo) sul sito federale questa mattina, ma retrodatato al 21 maggio e quindi già in archivio.

  3. E mo’ come la mettiamo, visto che, grazie al grande lavoro di Dario Naccari e di tutto il settore pararowing -“La sfida è sicuramente ardua anche in virtù del fatto che il settore Paralimpico ha conosciuto, soprattutto in questi ultimi anni, una crescita esponenziale, sia in termini quantitativi che qualitativi (articolo del sito federale)”, non ci sono più donne?
    Qualcuno ha notato che nelle foto che accompagnano l’articolo che parla della squadra pararowing – e non dice niente di Lucilla – in raduno c’è solo una LTA, cioè Cristina Scazzosi?
    Però ci sono due singoliste AS:che intendano mettere Anila nel quattro LTA dopo di averla provata nel doppio LTA?
    Riusciranno i nostri eroi………..?

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...