L’embardée di Niccolò

Niccolò Mornati
Niccolò Mornati

C’è chi, come il presidente del Coni Malagò, non avrebbe mai voluto dare un simile annuncio e chi, come me, non avrebbe mai voluto scrivere di un fatto del genere. Niccolò Mornati positivo a un controllo anti-doping effettuato, a sorpresa, mentre si trovava in raduno a Piediluco lo scorso 6 aprile. 

Niccolò e la sua faccia pulita, Niccolò e la sua voglia di competere sempre ad alti livelli vivendo lo sport come fonte di passione e mai come opportunità di guadagno, Niccolò e la sua grande forza nel coniugare il Canottaggio alla formazione personale attraverso un lungo e approfondito percorso di studi. Uomo coraggioso e determinato nel portare avanti le proprie idee.

Eccoci oggi a contatto con un termine strano e abbastanza sconosciuto per chi non mastica la materia farmaceutica. Anastrozolo: Wikipedia dice che nello sport viene utilizzato per nascondere gli effetti di steroidi anabolizzanti massimizzandone il guadagno di forza e ipertrofia.

Chi conosce Mornati, nel 2014 chiamato a operare anche all’interno del settore Marketing della FIC, sa di non poter credere a una storia del genere. Purtroppo, però, è accaduta ed ancora una volta vedremo un’altra colonna della nostra Nazionale, dopo Vincenzo Abbagnale, varcare la porta d’accesso al Tribunale Nazionale Anti-Doping per difendersi. In questo caso, più grave dei tre controlli saltati dal 23enne vogatore campano della Marina Militare, dall’accusa di essere un dopato. Aspettiamo la versione dei fatti da parte di Niccolò anche se i tempi della giustizia sportiva cammineranno molto più lenti delle lancette dell’orologio di Rio. Il campione di Mandello del Lario dovrà affrontare la regata più difficile della sua vita e speriamo possa contare sul sostegno di tutti uscendo pulito da questa brutta storia.

Quel che non cambia è che per la terza volta in tre mesi, nell’anno delle Olimpiadi, la Federazione Italiana Canottaggio finisce nell’occhio del ciclone per la stessa, infamante e fastidiosa, questione.  Non possiamo, infatti, neppure dimenticare la positività del peso leggero Leone Maria Barbaro al Clostebol Metabolita.

La notizia di oggi è talmente amara e dolorosa che al momento non ci pare opportuno parlare di conseguenze. Né in ambito Nazionale su ciò che cambierà  all’interno della squadra azzurra verso Rio de Janeiro, né a livello di alte sfere. Però una cosa va detta.

Tre casi, pur se completamente diversi ma tutti riconducibili al filone Anti-Doping, sono davvero troppi per uno Sport come il Canottaggio che della sua pulizia, morale e materiale, e della sua estraneità a certe pratiche ha sempre fatto storicamente orgoglioso vanto. Un’immagine ormai compromessa, forse definitivamente. Questo lo sa sicuramente bene anche Giuseppe Abbagnale, ancora indeciso se ripresentare dopo le Olimpiadi la propria candidatura alla presidenza.

Annunci

10 pensieri riguardo “L’embardée di Niccolò”

  1. Questo non è il mio canottaggio!!!..abbiamo remato in 2 senza io e Marco Romano negli anni 80 dopo aver vinto un mondiale Pesi Leggeri in 4 senza…ill primo nella storia di punta P.L…(allenati dal grande Giovanni Postiglione!!) …ci cimentammo nei senior….da leggeri…perchè ancora non esistava una specialità olimpica….e ci qualificammo per i Giochi…..quindi per 4 anni sempre il due senza più forte in Italia….una finale olimpica (quinti) a Los Angeles un quarto posto a un mondiale assoluto e un argento ai mondiali sempre assoluti di Nottingham..stessa barca (del Mornati) stessi sacrifici…. e molti avversari dell’est a quell’epoca (prima della caduta del muro di Berlino) sapevamo fossero dopati….alcuni di loro (nostri amici) ce lo confessarono dopo l’olimpiade (un po’ di vodka…in veritas)..ci facevano pena…per loro lo sport significava avere qualche litro in più di benzina al mese e una casa dove poter portare una futura moglie e avere dei figli….batterli nonostante il loro doping per noi era un motivo in più di orgoglio…andavamo forti…remavamo 5 ore al giorno….sudore sacrificio testa e cuore….oggi io sono un medico (Marco è un bravissimo architetto)….e questi ragazzi mi fanno pena…per una “medaglietta” che non ti lascia un bel niente se non ti realizzi innanzitutto nella vita….rovinano la loro salute…chi è quell’irresponsabile?..qui si tratta di ingegneria del doping..non è un “fai da te”…si prendessero le loro responsabilità questi adulti contraffattori che vìolano non solo le leggi ma anche l’integrità fisica e psicologica dei nostri giovani..lo dico da medico…da padre di famiglia..da ex olimpionico …ed anche da Dirigente sportivo della sez. Canottaggio del Circolo Posillipo… dove cerchiamo OGGI PIU’ CHE MAI di insegnare ai giovani lo stile di vita e il comportamento..la dedizione e la gioa che da tutto questo scaturisce….la capacità di far rispettare i propri diritti e di concentrarsi sui propri doveri…innanzitutto insegnamo che vincere a tutti i costi è da perdenti!!….saper perdere capendo i propri limiti invece …è da veri…VINCENTI…..allora ..questi “signori”….per favore…tutti a casa!! e senza passarla liscia…intervenga la Giustizia Federale ed intervengano le leggi dello Stato..altro che ipocriti rammarichi!!

  2. dopo il bellissimo auto elogio della tua carriera agonistica COMPLIMENTI E GRAZIE PER AVERCELO RICORDATO (chi se ne frega???)
    credo che prima di criticare una persona come NICCOLO MORNATI
    che è stato esempio di grande sportività e spirito di sacrificio nella vita come nello sport, e chi lo conosce e chi ci ha passato del tempo insieme lo potrà confermare, bisognerebbe perlomeno aspettare i tempi della giustizia sportiva, e capire cosa è successo, cosa è e a cosa serve la sostanza che ha fatto riscontrare la sua positività?
    come già successo con lo sfortunatissimo Leone Barbaro, una semplice leggerezza (non aver letto gli ingredienti di una crema) lo ha portato ad una inaspettata squalifica. Sei sicuro di conoscere la storia di Mornati?
    poi giustamente l’antidoping non fa sconti e in buona o cattiva fede sei fuori.
    ma crocifiggere una persona a priori è scorretto.

    SICURAMENTE il tuo quinto posto in 2- è di valore inestimabile paragonato ai risultati dei DOPATI di oggi bravo.

  3. Caro Sig. Nessuno…oppure Sig. “chissà chi sei”..e forse probabilmente è lo stesso!!..il mio autoelogio (come tu dici) è pieno di un significato che va oltre il concetto di medaglietta (il mio quinto posto arrivò grazie al prof. Dal Monte e a 2 litri di acqua e sali minerali….febbre a 39 il giorno delle batterie…disidratato…Coppola (lo scudiero) aveva sbagliato tutta la preparazione…(o meglio non aveva capito un czz…delle indicazioni di La Mura) quest’ultimo il “dottore” a Los Angeles mi voleva dare veramon e diceva che ero giovane e emozionato (il torello era diventato un pivello?)…grazie al prof. Dal Monte riuscii ad arrivare in fondo con quinto posto peggiorando di circa 10 secondi il nostro tempo…gli anni a venire battemmo tutti i dopati…avevamo 22 e 21 anni.. aregento a 2 sec. dai Pimenov (dopati) e romania ddr e cecoslovacchia….tutti super doping e tutti dietro…(a questo ti riferivi?) e da P.L. nutrito solo di latte materno e pizza margherita…..un argento niente male…mentre tutti il mondo si “conconizzava”..e qualche medicunzolo anche amico del Coppola si proponeva con Ubidecarenone….sostanza anche abbastanza innocua e ovviamente rifutata (madri di altri tempi!!) ma che confezionava e orientava verso un futuro catastrofico del vincere a tutti i costi (come ti ho scritto sopra)…vedi sarà una quarantina di anni che conosco l’ambiente..ma ho avuto molto altro da fare che occupami del vostro orticello in tutto questo tempo ma diciamo che sono tornato ok?… 🙂
    ….ecco se tu fossi un VERO appassionato le tue parole avrebbero un enfasi differente…avresti colto ben altro dal mio commento…se sei in incognita è perchè fai parte del Clan,..o un parente del povero ragazzo?
    capisco che tutti dobbiamo campare…ma per favore non sulle spalle di questi giovani….!!! così togliamo a questo Pianeta dei riferimenti utili per evolvere…

    E’ CHE…..
    “un indizio è un indizio due indizi sono una coincidenza ma tre indizi fanno una prova”…io dissi noooo!!! quando trovarono il GH alto a Tizzano e Agostino anni fa…(del PL poi manco ne sapevo niente)…ho scritto e incoraggiato Vincenzo nonostante la sua testa di czzz (??) lasciando ancora il beneficio del dubbio…ma ora basta…!!

    Ecco …visto che come seconda Laurea sono diventato pure medico mi permetterai un commento anche di natura scientifica visto che è quello che faccio dalla mattina alla sera e mi dedico di sabato a questi comentucoli da amici del bar (almeno il tuo!!)…. proverò … cercherò..di non farti sentire ulteriormente auto-sminuito..ma sarai d’accordo con me se ti dico che il mondo non è proprio così come lo vediamo ma è sempre così come siamo!!

    Alllora …vediamo un po’ …”Anastrozolo”…è un farmaco che inibisce il metabolismo ormonale femminile..
    .ecco da bugiardino:

    ” Gli inibitori dell’aromatasi sono una classe di sostanze in grado di bloccare l’enzima aromatasi responsabile della conversione del testosterone in estrogeni. Questi composti vengono impiegati nel trattamento del carcinoma della mammella e delle ovaie nelle donne in menopausa. Contrariamente alle donne in età fertile, nelle quali la maggior parte degli estrogeni è prodotta dalle ovaie, nelle donne in menopausa, in seguito alla cessazione dell’attività ovarica, la sintesi degli estrogeni è legata all’attività dell’aromatasi.(n.d.r.un maschio è come una donna in menopausa…non ci crederai ma è cosi!!)
    Pertanto bloccando l’azione di questo enzima è possibile ridurre drasticamente i livelli di estrogeni con conseguente beneficio nel trattamento dei tumori correlati alla presenza di ormoni sessuali.”

    ti spiego meglio..

    Il nostro testoserone forma anche gli estrogeni (ormone femminile)….come il discorso biblico della costola di Adamo?…non so magari cercherò un cartone animato per renderti meno difficile il discorso…

    Allora sappi che non cè nulla che può farti trovare Anastrozolo….o qualcosa di simile…a menochè non ci sia una gravidanza in corso …o un cancro mammario in trattamento non c’è nulla …proprio nulla che può avvicinarsi a questa sostanza nè in natura nè in farmacologia…

    Effetto coprente?
    NON SOLO!!

    Se la quota di testosterone che anche nel maschio quotidinamente si trasforma in estrogeni (questo spiega quei giorni che sei un po’ più depresso e senza forze….un po’ più femminile e litigioso-passivo!! ;-)…)…inbendo la chimica che converte il TESTOSTERONE IN ESTROGENI ..quest’ultimo resta appunto in circolo in CONCENTRAZIONI MAGGIORI….quindi è come se SI ASSUMESSERO sterodi anabolizzanti per via indiretta!!

    per spiegarti meglio
    EFFETTI DEL TESTOSTERONE (IN BREVE)
    accumulo di massa muscolare (aumentata sintesi proteica) e nella produzione di eritropoietina (una sostanza che stimola la sintesi di globuli rossi).
    Per apprezzare tali effetti basta semplicemente confrontare uomini e donni. I primi producono in media 2.5 – 11 mg di testosterone al giorno mentre l’organismo femminile generalmente non supera quota 0,25 mg. Tali differenze spiegano almeno in parte la maggiore prestanza fisica dell’uomo (massa muscolare e valori di emoglobina superiori).

    Posso capirlo in un ragazzo che non ha un testicolo..così come in un diabetico ..che ha bisogno di insulina…ma questo povero Mornati…lo sapeva…era informato del fatto che la sua quota in più di testosterone può lasciare dei segni indelebili nel suo metabolismo?
    ….allora tutti a casa e tutti e a Giudizio..ma non il mio… quello di Organi Competenti !!!

  4. Sul doping tutti dobbiamo essere allineati sulla stessa linea di un rifiuto e condanna totale a 360 gradi, ma si dia a questo atleta che per più di venti anni ha dato lustro, senza macchia alcuna, al canottaggio italiano la possibilità di attendere le controanalisi e poi si dire la sua. Su diversi giornali on line leggo tantissimi commenti di condanna assolutamente prematuri e al momento ingiusti. Anche se non ti conosco di persona forza Niccolò.

    1. Certo forza Niccolò …senz’altro è una vittima di questo sistema sbagliato…Malagò non fa sconti e nemmeno l’opinione pubblica ne può fare …la nazionale italiana decimata dall’antidoping…qualcosina non sta funzionando per caso? o siamo noi i soliti rompipalle?….scusate l’eufemismo ma qui riteniamo di averle senza testosterone ….aggiunto!!

  5. come sempre pasquale aiese pisci fuori dal vaso!!!!! della tua carriera non ce ne frega un benemerito c…o! hai ragione a dire (parole tue) ” vincere a tutti i costi è da perdenti!!….saper perdere capendo i propri limiti invece …è da veri…VINCENTI…” condivido e posso assicurare al mondo remiero “giovane”, che sicuramente non ha mai sentito parlare di te, che tu nella tua carriera sei stato molto più che vincente……hai sempre perso!!!!
    ritornando al nocciolo della discussione posso mettere la mano sul fuoco, anche adesso, sostenendo la completa fiducia nei confronti di Niccolò con cui ho remato e conosco sicuramente meglio di te. Tu dici che atleti come lui ti fanno pena……MA COME TI PERMETTI??? a me fa molta più pena un infame come te che invece di aspettare l’esito definitivo della sentenza, getta benzina sul fuoco e diffama Niccolò ed altri campioni del passato (vedi tutta la merda sparsa su facebook) non sei degno di nominare campioni del calibro di mornati, tizzano ed abbagnale agostino, prima di farlo sciacquati la bocca. come ultima cosa ci tengo a precisare due punti fondamentali che probabilmente non tutti conoscono:
    1°) PASQUALE AIESE NON E’ DIRIGENTE AL CANOTTAGGIO DEL C.N.POSILLIPO IN QUANTO PER ESSERE DIRIGENTE DEVI ESSERE VOTATO IN ASSEMBLEA, COSA MAI AVVENUTA AL POSILLIPO!!!!
    2° PASQUALE AIESE NON E’ NEMMENO DELEGATO AL CANOTTAGGIO DEL C.N.POSILLIPO IN QUANTO NESSUNA DELEGA, A FIRMA DEL PRESIDENTE CAIAZZO, E’ STATA MAI VERBALIZZATA!!!!!!
    quindi caro “campione di altri tempi” attenzione a quello che scrivi: in italiano, un essere come te, si chiama MILLANTATORE che vuol dire :
    ” millantatore è colui che ha atteggiamenti boriosi e vanagloriosi in pubblico, facendo ricorso a menzogne iperboliche o a clamorose esagerazioni, o ancora si attribuisce qualità o titoli non propri.” (fonte wikipedia).

  6. Mi è impossibile commentare la maggior parte degli interventi fatti negli ultimi giorni. Per tanti motivi. Che potete immaginare.
    Ma mi corre l’obbligo di chiarire due argomenti.
    Il VERAMON in compresse e supposte contiene Paracetamolo e Propifenazone. Si somministra come antifebbrile e antidolorifico. Ed il Dr Aiese a Los Angeles aveva,appunto,la febbre.
    Il GH con valori più alti di quelli che si misurano al mattino a digiuno e con uno specifico protocollo per il prelievo,furono riscontrati dopo Sydney ad atleti di diverse discipline,tra cui Agostino Abbagnale e non Davide Tizzano, che dopo Atlanta si ritirò dall’attività agonistica e quindi non partecipò a quell’Olimpiade .
    Le accuse si rivelarono infondate,perché non fu rispettato il protocollo previsto per il prelievo del campione di sangue che deve essere fatto a digiuno da non più di 8-10 ore, a riposo da almeno un’ora,in posizione supina,con ago di calibro specifico. Il prelievo alla squadra di canottaggio fu fatto,in quota,al Terminillo, da dopo le 9 fino a quasi le tredici,quindi con digiuno prolungato,in posizione seduta e non supina e ad atleti che mentre erano in attesa si aggiravano dentro e fuori l’albergo(quindi non erano a riposo). L’ago usato era traumatizzante,tanto che si verificarono numerose ecchimosi nel punto di entrata. Feci rilevare, alla Commissione del CONI e al dott. Guariniello che indagavano, l’incongruità del prelievo,per un esame che vede i suoi valori oscillare continuamente(l’ormone GH ha una secrezione pulsatile,molto suscettibile all’azione di diversi fattori: Postura, digiuno prolungato,attività fisica anche leggera prima del prelievo,attività fisica intensa il giorno precedente,dolore,ecc.).
    Furono chiamati a testimoniare i responsabili del Laboratorio incaricato delle analisi. Essi dichiararono che era impossibile rispettare il protocollo per il GH,perché i prelevatori erano inadeguati al numero di atleti(da qui l’orario dilatato del prelievo) e perché era stato chiesto di fare il prelievo per il GH in occasione del prelievo effettuato per il progetto volontario “Io non rischio la salute”(a cui la FIC aveva aderito)Era stato detto che l’esame avrebbe avuto soltanto uno scopo conoscitivo e non di indagine legata alle procedure antidoping. Per questo motivo non avevano fatto obiezioni.Alcuni atleti di altre discipline testimoniarono che il prelievo era stato fatto,addirittura,subito dopo il loro arrivo in laboratorio, presso cui si erano recati in bicicletta(altro che “a riposo”!). Lo scandalo, che era nato dalla pretestuosa affermazione che i valori riscontrati erano superiori a quelli riportati dalla letteratura scientifica internazionale,senza tener conto che il campione esaminato non era idoneo,si sgonfiò come una bolla di sapone. Feci l’amara constatazione che o vi era stata negligenza,imperizia ed ignoranza o non si erano preoccupati di calpestare la dignità degli atleti e l’immagine dello sport italiano nel mondo, per perseguire scopi inconfessabili.
    Giuseppe La Mura

  7. carissimo anonimo ….io non ho bisogno di millantare…quello che faccio lo faccio per passione…non prendo soldi da nessuno e sono un libero pensatore..sono benemerito del Posilipo e benemerito della Federazione Italiana Canottaggio …ovviamente una Medaglia d’oro al valore atletico…non credo proprio che atleti del mio passato non siano ricordati….è giusto un tuo punto di vista…e soprattutto una tua invenzione…ho la stima e la riconoscenza di tanti compagni di nazionale di quel periodo con i quali mi scrivo e che sono indignati anche più di me di questa situazione…e soprattuto stai depistando l’attenzione uscendo fuori tema…qui non stiamo qui per ricordare e/o processare Aiese-Romano….stiamo qui per ricordare un’altro canottaggio…al di fuori di ogni sospetto…e solo perchè abbiamo messo medaglie e coppe in un cassetto per occuparci di cose ben più importanti di titoletti vari …(che probabilmente non sai nemmeno bene come si fa a vincere)…non significa che lo spazio di cui vi siete appropriati sia uno spazio di cui andare oggi fieri….io dò il mio contributo….non faccio politica e sono un libero pensatore e soprattutto lavoro quotidianamente sostenendo le persone…. preparare i giovani alla vita ..questo hanno insegnato i grandi Dirigenti e Presidenti del passato…. UOMINI che gentaglia come te non è nemmeno degna di ricordare…come non è degna di ricordare il vero canottaggio quello fatto da persone per bene e non da zotici al servizio del dio re….giusto per avere la pagnotta a fine mese…ci sono squadre nazionali in giro per il mondo molto più forti dell’Italia con budget ridicoli …ti lascio alla tua cultura zotica…quella di wikipedia…il canottaggio cambierà…anzi…sta già cambiando…e finchè io sarò il vostro problema…per me sarà un onore e una risorsa in più….io non mollo ..non l’ho mai fatto…e senza mai usare “additivi”… 🙂

    1. E con questi ultimi due interventi, Aiese e DT, poiché qui a casa mia si e’ fatto molto tardi (tra l altro pure le 5:29) ed e’ necessario andare a riposare congedando gli ospiti, molti (ahinoi anonimi) stanno ripetendo alla noia concetti gia’ espressi, dichiaro chiusi i commenti sugli tre articoli inerenti Niccolo Mornati e 4 senza PL. Buon sereno primo maggio a tutti.

      1. Pofferbacco dott. La Mura grazie per averci spiegato gi effetti del veramon…quello mio era un’aneddoto riferito all’esperienza di aver incontrato lungo la mia strada persone eccezionali….un grande clinico come il Prof. Dal Monte che mi permise di fare le Olimpiadi (se avessi preso il Veramon!! :-p)….un’esperienza in più che mi ha stimolato la passione verso la medicina…e soprattutto la percezione di quello che dovrebbe fare un adulto in modo responsabile verso un giovane..con il cuore la testa e la cultura….argomenti un po’ tabù degli utlimi tempi?

        A proposito di questo Tizzano era un ragazzino ….non certo riconoscibile per il suo valore emozionale …Aldo Calì scherzosamente lo definiva coniglio….brillante in allenamento e pavido in gara….oggi è davvero tutt’altro!!!…Agostino un ragazzo stupendo di una semplicità e un cuore enorme…una persona a cui voglio un gran bene….come un gran bene potrei volere probabilmente anche a Mornati se lo conoscessi meglio…qui non si parla di persone … innocenti vittime..qui si parla di cose gravissime..non si parla di paracetamolo…si parla di fatti incresciosi….lo si fa per il bene del canottaggio e non per difendere posizioni personali (o il proprio conto in banca!) …dopo Vincenzo..era tutt’altra musica che avremmo voluto sentire…e dopo Mornati….francamente ..tutt’altro ci saremmo aspettati che un suo commento sul veramon… buon 1° maggio a tutti!

I commenti sono chiusi.