E’ solo colpa loro?

canottaggiomania_barbaro_abbagnale“Mia madre mi ha fornito uno spray che io ho usato, non sapendo che contenesse una sostanza proibita, e questo senza avvisare sia i medici che i tecnici federali. Ne ho fatto uso circa 15/20 giorni prima del controllo antidoping e mi rendo conto di essere stato superficiale e negligente nel suo utilizzo”. E’  il “mea culpa” di Leone Maria Barbaro, già campione mondiale Under 23, Junior e assoluto, nel 2013, nella specialità dell’otto Pesi Leggeri. Ragazzo di poche parole, tesserato per la Tirrenia Todaro, e, per quanto ho a mente, anche di ottima educazione.   Continua a leggere E’ solo colpa loro?

Un Angelo ai remi di nome Sarah

Sarah Tait e la figlia a Londra 2012
Sarah Tait e la figlia a Londra 2012

Due anni di lotta e di sofferenza. Un lungo braccio di ferro con il cancro della cervice uterina, diagnosticato durante la gravidanza del secondo figlio. Tre Olimpiadi in archivio, l’ultima color argento a Londra 2012 dopo una splendida finale a Londra.  Sarah Tait, in gara nell’otto anche ad Atene 2004 e Pechino 2008, purtroppo non ce l’ha fatta. Continua a leggere Un Angelo ai remi di nome Sarah