Prime indicazioni stagionali dalla Trio 0

Luca Rambaldi (foto Artegiani)
Luca Rambaldi (foto Artegiani)

Due giornate posson bastare. Dalla Trio 0, svolta in condizioni meteorologiche sicuramente difficili, ecco le prime indicazioni per l’area tecnica, globalmente soddisfatta di quanto visto a Piediluco nell’inedito periodo di fine febbraio. Ben vengano le prove, se ci sono dubbi da fugare. Così quest’anticipo di Trio2016, modulato secondo le esigenze e in  parte somigliante anche ai tanti invocati Trials, può esser utile per valutazioni accurate e di vario genere.  Continua a leggere Prime indicazioni stagionali dalla Trio 0

Griskonis: “Mi piace sentirmi il Re della barca”

canottaggiomania_GriskonisMindaugas Griskonis e il singolo. Amore a prima vista, sin dai tempi della categoria Junior. Due Olimpiadi alle spalle per il lituano, la prima medaglia iridata vinta proprio ad Aiguebelette 2015, piazzandosi dietro i mostri sacri Ondrej SynekMahe Drysdale, e una gran voglia di timbrare, puntuale, anche a Rio de Janeiro.  Vincitore di titoli europei, atleta di talento già più volte ammirato anche in occasione del Memorial D’Aloja.  Ne parliamo volentieri anche per render onore e merito alla crescita del Canottaggio in Lituania.  Continua a leggere Griskonis: “Mi piace sentirmi il Re della barca”

Il gioco delle coppie alla Trio 0

 Domattina le barche “corte”, nel pomeriggio quelle “medie”. Nella seconda giornata di confronti, venerdì, ecco le barche lunghe. Le donne Senior solo in due senza, i Pesi Leggeri in singolo e doppio. E’ ancora da capire quali saranno le prove previste per domenica quando, salvo naturalmente le condizioni meteo (come per domani e mercoledì), gli azzurri affronteranno la sessione conclusiva della Trio 0. Tutto ciò che accadrà dipenderà naturalmente dal grado di soddisfazione dei tecnici federali.  Continua a leggere Il gioco delle coppie alla Trio 0

Non chiamiamoli Criteri Selettivi

canottaggiomania_lamura_abbagnale_2Se la Federazione fosse realmente una “casa di vetro”, come spesso la definisce il suo Presidente, probabilmente tutte le importanti notizie che la riguardano, soprattutto di carattere tecnico laddove la massima trasparenza è necessaria per garantire la bontà del lavoro svolto anche da tanti volontari, sarebbero a disposizione di chiunque. Così pare proprio non essere e ci sembra, quindi, opportuno saziare la giusta sete di informazioni da parte dei nostri lettori, molti dei quali sono parte importante del nostro mondo, e, spesso e volentieri, poco o nulla sanno di quanto accade.  Continua a leggere Non chiamiamoli Criteri Selettivi

Così l’otto della Germania vuol tornare a esser padrone

canottaggiomania_germania_ottoL’otto della Germania. Uno schiacciasassi tra il 2009 e il 2012, con tre vittorie ai Mondiali e il successo alle Olimpiadi di Londra. Un solo, ma molto significativo, passo indietro, tra il 2013 e il 2015, a causa del prepotente avanzamento della Gran Bretagna che pare averlo eletto a priorità del quadriennio dopo le vittorie conquistate a Chungju, Amsterdam e Aiguebelette.  Continua a leggere Così l’otto della Germania vuol tornare a esser padrone

D’Inverno sul Po: utili esperimenti in chiave Mondiali

canottaggiomania_otto_Inverno_PoSilver e Kinder Skiff a novembre, D’Inverno sul Po a febbraio. Torino si illumina di nuovo grazie al Canottaggio e alla pregevole, consolidata, organizzazione dell’Esperia. Un’invenzione di Gian Antonio Romanini, ben portata avanti dai suoi successori. Oggi Antonella Cordero e Carlo Pacciani.  2491 iscritti: 850 nella giornata di ieri (tra cui anche un numeroso gruppo di atleti pararowing), mentre oggi le acque del Po sono state prese d’assalto da ben 1661 canottieri. Continua a leggere D’Inverno sul Po: utili esperimenti in chiave Mondiali

Troppe domande, ma manca una risposta

logo_FIC_nocerchi_bassaNell’articolo di ieri, invitavo, dopo averne elogiato il comportamento da Padre e Campione, il Presidente assieme naturalmente al Consiglio Federale a riflettere attentamente sull’accaduto. Chiaramente l’obiettivo è evitare che casi del genere, tre controlli anti-doping saltati (indipendentemente dalle attenuanti), si possano ripetere ancora.  Due pareri, certamente più illustri del mio, oggi confortano questa tesi.
Continua a leggere Troppe domande, ma manca una risposta