Tutto Romagnoli o niente Romagnoli?

Claudio Romagnoli
Claudio Romagnoli

Il Consiglio Federale torna a incontrarsi domani mattina a  Roma e, sul tavolo, ci sarà ancora, a sette settimane dalla conclusione del Mondiale di Aiguebelette, la questione scottante del futuro del settore femminile. 
Saranno in 45 gli atleti, tra uomini e donne, che dalle ore 15 del prossimo 26 ottobre, quindi da lunedì, e fino a venerdì 6 novembre si ritroveranno a Piediluco. Sappiamo che a ora nessun allenatore dell’attuale staff del settore femminile, per intenderci né Claudio Romagnoli né nessuno dei suoi collaboratori, è stato convocato.  La Federazione poi, nel presentare sul suo house organ il primo raduno in vista di Rio de Janeiro, fa semplicemente distinzione tra Senior e Pesi Leggeri.  Uomini e Donne insieme.

La Mura proporrà la soluzione al Presidente e al Consiglio. Per CanottaggioMania, possono esserci solo due strade: la piena conferma di Claudio Romagnoli, andando quindi oltre lo sfogo nel pieno del Mondiale di Aiguebelette, oppure l’esonero con la nomina di un nuovo Caposettore e quindi nuovi collaboratori. Togliere all’uomo di Cremona la responsabilità delle olimpiche, lasciandolo alla guida di Junior e Under 23, sarebbe assolutamente mortificante sia per il settore (quindi per le ragazze), di fatto non esisterebbe più perché inglobato da quelli maschili, sia per lo stesso Romagnoli (che male farebbe ad accettare calpestando, di fatto, la propria dignità di professionista e uomo). Non osiamo pensare, inoltre, a un’ipotesi con Claudio “dipendente-collaboratore” di un nuovo leader di settore…  Quindi tutto Romagnoli o niente Romagnoli.

Tra l’altro, in questo momento di totale anarchia, pare stia prendendo quota l’ipotesi, sul lago di Como, di un nuovo 2 senza, composto da Sara Magnaghi e Giada Colombo. In alternativa alla Federazione? Non si può naturalmente sapere. Quel che è certo è che serve ritrovare equilibrio assieme a messaggi rassicuranti per le nostre Atlete, chiamate ad affrontare un anno sicuramente molto difficile. Nel week end dedicato a “Via le Mani”, iniziativa ideata due anni fa dal Vicepresidente Marcello Scifoni assieme all’associazione “Telefono Rosa” per lanciare un forte messaggio contro la violenza di genere, non è detto che non si trovi l’attesa quadra.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...