Rambaldi vince la selezione per il singolo

Le notizie arrivano anche qui in Croazia e volentieri le condividiamo con la comunita’ remiera. Altra selezione, questa mattina, a Piediluco. Dopo quella per il 2 senza, vinta da Mornati e Capelli davanti ad Abbagnale e Abagnale (ora sull’otto), e’ il momento della scelta del singolista. A distinguersi, dando prova del suo valore in una specialità a lui meno congeniale rispetto agli avversari, e’ Luca Rambaldi. Tirato giù recentemente dal 4 di coppia, dopo averne fatto parte in occasione delle prove di Coppa del Mondo di Varese (settimi) e Lucerna (quinti), “Rambo” viene messo di fronte a Giacomo Gentili, fresco campione europeo e mondiale Junior, e, per sua scelta allo scopo di misurare la propria forza con i “pesi pesanti” , a Marcello Miani. Nell’ambito dei duemila metri di percorso, la vittoria di Rambaldi arriva con un secondo di vantaggio su Miani, già suo compagno di squadra alla Canottieri Ravenna, e circa sei sul giovanissimo Gentili. Il settore di Coppia Senior, rispetto a  un mese fa, assume un aspetto diverso anche se gli uomini in pista sono gli stessi. Cambia la composizione di tutte e tre le imbarcazioni. Singolista Rambaldi, Romano Battisti e Paolo Perino (anch’egli giù dal 4 dopo Lucerna) a ricercare il miglior assieme nel doppio, Francesco Cardaioli e Francesco Fossi nuovi innesti del 4 di coppia su cui sono confernati Simone Venier e Mario Paonessa. La bontà dei cambiamenti effettuati sarà naturalmente oggetto di verifica sul campo di regata di Aiguebelette. Evidente l’intento di rinforzare il 4 di coppia ma sul metodo adottato, invece, più di una perplessità c’e’. 

Annunci

6 pensieri riguardo “Rambaldi vince la selezione per il singolo”

  1. Ciao Marco,
    a cosa ti riferisci quando dici “Evidente l’intento di rinforzare il 4 di coppia ma sul metodo adottato, invece, più di una perplessità c’e’.”?

    1. Anziché apportare cambiamenti singoli, in diversi momenti del raduno, avrei rimesso in discussione tutto e tutti dall’inizio. Magari con una selezione aperta a tutti, una sorta di Trio ridotta. Questo, naturalmente, per assecondare la volontà di cambiamento. Ecco perche parlo di perplessità sul metodo ma, come sempre, ricordatevi che le mie non sono osservazioni da Tecnico…

      1. Mi spiace ma in questo caso concordo con la dirigenza tecnica. Tripartite da zero sarebbe voluto dire distruggere quello che di buono era stato fatto. Per di piú immagino che i tecnici a questo punto abbiano valutato i ragazzi abbastanza per prendere le giuste decisioni in merito. Poi sai siamo tutti umani …

  2. Gli orientali dicono che siano i cerchi della vita che si richiudono. Luca è partito su un 7,20 da allievo A nel 2004 e adesso chiude il cerchio con il singolo ai mondiali :). Filosofia a parte, caro Marco, condivido le tue perplessità. Sono contento di vederlo comunque in pista ma mi dispiace che lo sia in singolo perchè Luca è tutto meno che un singolista. Le sue potenzialità sono però talmente alte da vederlo bene su qualsiasi barca di coppia. Forse ci sarebbe voluto un pò più di coraggio da parte dei tecnici per sfruttare questo talento della natura con scelte, magari impopolari, ma più redditizie. Come dici tu, anche le mie osservazioni non sono da tecnico ma solo personali 😉

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...