Un argento e altri 8 motivi per esser fiduciosi

Selfie del 4 senza sul podio di Lucerna
Selfie del 4 senza sul podio di Lucerna

Da fonte di grande preoccupazione a segnale di forte speranza. Un argento a Lucerna, come un anno fa, nel medagliere olimpico ma una trasferta dal sapore decisamente più dolce. A saltar sul podio, questa volta, non il doppio leggero di Andrea Micheletti e Pietro Ruta ma il 4 senza di Marco Di Costanzo, Matteo Castaldo, Matteo Lodo e Giuseppe Vicino. Belle combattute le finali di domenica, con il cartone (quarti posti) accumulati  anche dai doppi maschili, i quinti posti di 4 di coppia e 4 senza, il sesto di Francesco Cardaioli. A catturar maggiormente l’attenzione, a dire il vero più le semifinali ed i recuperi del giorno prima. Già, perché da quelli ricaviamo la misura di una squadra competitiva su più fronti con, a finali B concluse, il dato delle 9 barche in corsa per la qualificazione olimpica con, in più, il doppio leggero femminile momentaneamente ai box da poter calare sul tavolo della prossima sfida. 9 barche qualificate, anche se non mi piace il gioco del “se fosse” mancando ad esempio colossi come Stati Uniti e Canada, se Lucerna fosse stata  Aiguebelette. In considerazione dell’obiettivo stagionale, il maggior numero (7-9 per Giuseppe Abbagnale) di pass olimpici, Lucerna decisamente meglio di Varese.  Continua a leggere Un argento e altri 8 motivi per esser fiduciosi