Due anni di CanottaggioMania

testata_logo_CanottaggioManiaL’imperativo è sempre lo stesso. Resistere aspettando il far di primavera e, soprattutto, l’estate.  E’ vero che ormai il nostro calendario presenta appuntamenti agonistici praticamente tutte le settimane ma i temi (con le annesse discussioni) più interessanti si sviluppano sempre tra aprile e settembre. Cinque mesi. Ci sono le incandescenti settimane di Europei (quest’anno, a parte gli Junior, nemmeno quelli…), le prove di Coppa del Mondo, i Mondiali… Poi però, al di là degli occhi puntati su raduni e Consigli Federali per carpire novità e vicende inedite, c’è purtroppo anche molto tempo per sbadigliare e annoiarsi. 
Nel giorno del secondo compleanno di CanottaggioMania, sorrido al pensiero dell’avvicinarsi degli impegni più significativi della stagione internazionale. Dai buoni risultati della squadra Junior agli Europei di Racice saltiamo così sul trampolino verso le acque del lago di Varese prima di affrontare Lucerna ed Aiguebelette senza dimenticare naturalmente i Mondiali giovanili.

La Coppa del Mondo “italiana” sarà la prima e unica gara stagionale in cui vedrò azzurro. La seguirò, come in occasione dei Mondiali Under 23, dall’acqua e non da terra in quanto impegnato, assieme all’amico Luca Broggini, come speaker internazionale di lingua italiana. E’ vero, il contatto con azzurri e azzurre continua a mancarmi. Quasi tutti, a parte qualcuno, non li vedo (anche se alcuni li sento spesso) dal Memorial d’Aloja 2014 ed è questo un fatto molto strano per chi si pone l’obiettivo di porre la sua lente di ingrandimento, più o meno ogni giorno, sul nostro cammino verso Rio de Janeiro.

L’occasione, il secondo anno di vita di questo blog, è buona per ammettere la difficoltà provata nel 2014,  in certi momenti tutt’altro che lieti nel commentare determinate prestazioni e quindi formulare giudizi su questo o quell’equipaggio. Mi capita spesso nel Calcio, in altri Sport, e lì non mi preoccupo mai di esser travisato. Qui è diverso, qui a volte gli scrupoli me li faccio. Uno, perché dal computer di casa certi aspetti possono non esser colti. Due, perché comunque non dimentico gioie e sofferenze provate assieme ad atleti e atlete, quando mi trovavo dall’altra parte della barricata, e quindi a volte mi interrogo sull’opportunità di ricercare le famose “mezze misure”. A volte ci vorrebbero per non esaltare o deprimere, ma è qualcosa che evidentemente mi riesce difficile trovare… Chiarisco anche che i titoli, a volte veramente trancianti (penso ai famosi YOG “programmati per perdere”, all'”Italia a picco” o alla “disfatta” di Amsterdam), servono soprattutto per catturare l’attenzione di chi, per esempio, scorre il proprio muro su Facebook.

Chiudo dicendo che operare in solitaria è un’esperienza totalmente nuova dopo le attività di team con CanottaggioVero prima e la FIC poi. In alcune circostanze sicuramente pesante, ma sempre meglio che trovarsi all’interno di un ambiente, quello della nuova Federazione che a stretta ma pur sempre maggioranza aveva ritenuto più importante appiccicarmi addosso l’etichetta di “ragazzo/uomo della vecchia gestione” piuttosto che puntare in maniera decisa sulle mie, riconosciute, qualità. Meglio star fuori, soli, che accettare di rimanere dentro, non solo senza più i gradi ma anche in compagnia di chi, evidentemente, bene non ti vuole.

Avanti, quindi, ancora almeno un anno. Con entusiasmo e passione, a volte figli anche dell’esuberanza, provando ad alternarle a riflessioni lucide. Sempre consapevole della possibilità di sbagliare (in buona fede) valutazioni ma determinato a non avvelenare mai l’acqua di qui si abbevera per conoscere fatti e retroscena del Canottaggio. E, per tornare al paragrafo sopra, tenendo a mente (io come voi che ora mi leggete) che la fame va e viene, come diceva Nonno Kuzja in un romanzo di Lilin, ma la dignità una volta persa non torna più.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...