Tanta Germania nel deserto di Bled

canottaggiomania_GermaniaFinalmente, anche se molto povera, arriva la prima prova di Coppa del Mondo. Assenti molte big, con una Cina formato XXXL (28 equipaggi), così è la Germania ad approfittarne. Quattro successi nelle quattordici specialità olimpiche. Spiccano, assieme al doppio maschile, le barche lunghe: i due quattro di coppia e l’otto. Spettacolare proprio quest’ultima sfida. Si, d’accordo il Deutschlandachter la fa ancora una volta da padrone ma, due secondi dopo il taglio del traguardo da parte dei campioni olimpici, ecco planare tre barche tutte assieme: la Polonia, un’altra barca tedesca (viva l’abbondanza…) e poi la Francia. Tre barche in 32 centesimi. Anche il 4 senza PL, vinto dalla Svizzera davanti alle due Cina, regala emozioni con un arrivo abbastanza incerto. 

Una curiosità. La Cina presenta ben 6 equipaggi nel due senza femminile, ne piazza 5 in finale dove a vincere, però,  è l’Olanda. Su, un po’ italiana è l’affermazione maturata nel doppio leggero da Vincent e Tycho Muda, simpatiche “canaglie” amiche dei nostri PL.
Anche la Bielorussia realizza una doppietta grazie al 4 senza (su Spagna e Serbia) e nel singolo femminile con l’immortale Karsten. E con i suoi 28 equipaggi la Cina la porta a casa almeno una medaglia d’oro? Oh yes, accade nel doppio leggero femminile. Angel Fournier Rodriguez, anche qui un po’ di Italia visto il tesseramento con la Canottieri Lario e l’assistenza tecnica di Beppe De Capua, prosegue il suo buon momento, pur se anche lui, a Bled, non trova adeguata concorrenza. Aparte il croato Martin (che singolista di nascita non è). Vien quasi da sorprendersi nel vedere gli assi francesi, vicecampioni olimpici, Chardin e Mortelette raggiungere la Slovenia per misurarsi, nel 2 senza, con una avversari di basso livello.

Insomma, cari Giuseppe Abbagnale e La Mura, abbiamo fatto bene a risparmiare i nostri soldini e stare a casa (domani parte un nuovo raduno) anziché affrontare questa spedizione nel deserto di Bled per portare a casa medagliette di poco conto. Varese e Lucerna saranno test senz’altro molto più probanti anche agli Europei, una manifestazione internazionale in cui si assegnano titoli, non ne avrei, almeno del tutto, rinunciato. Ne parleremo presto.

Foto Detlev Seyb

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...