Punta Senior da 6+

Il podio del due senza (foto Artegiani)
Il podio del due senza (foto Artegiani)

Dopo la forzata sosta-Sushi di ieri sera, sospeso tra Coppia e Punta Senior, oggi posso proseguire serenamente l’analisi post Trio2016 atto primo. Intanto mi preme precisare, in riferimento ai giovani, che ritengo anche abbastanza normale la fatica nel sostenere, con un rendimento costante, le sei tirate (sette con la batteria di venerdì) in tre giorni. Loro professionisti (per il momento) non sono, loro due e mezzo/tre settimane in raduno (con il Gruppo Olimpico) non ci stanno, nonostante a casa, comunque, il loro impegno non manchi. 
Punta, dunque, a noi. Andrea, a noi.  Partiamo dal due senza. Nel 2014 Matteo Castaldo e Marco Di Costanzo, sull’onda lunga dello scintillante 2013 (oro ai Giochi del Mediterraneo, argento in Coppa del Mondo e finale ai Mondiali), sono assolutamente imprendibili. Paonessa-Vicino a 2”65, Perino-Abagnale a 4”27. Diversamente, nel 2015, restano avanti per 3700 metri: i primi 2000, con Abagnale-Abbagnale “incollati” a 1”41, e i 1700 di domenica, prima del sorpasso di Vicino e Lodo. Ok, Matteo e Marco avevano sulle gambe anche la domenicale tirata in 4 senza, risparmiata a Peppe e Matteo dall’infortunio di Gabbia, però è chiaro che la concorrenza, 12 mesi dopo, esiste ed è anche molto agguerrita se consideriamo anche Giovannone ed Enzo. E’ positivo, il Gruppo Olimpico sta crescendo.

Comunque se quanto visto nello scorso week end nella Coppia può, sicuramente per singolo e doppio e almeno in larga parte anche per il quadruplo, esser lo specchio di quanto vedremo anche negli appuntamenti internazionali diversamente la Punta ha ancora le sembianze di un cantiere. In generale siamo  oltre la sufficienza ma non troppo oltre perché, come vedrete sotto, la prestazione del Progetto Otto è al di sotto delle aspettative.

Quattro senza. Di Costanzo e Castaldo, anche attualmente, costituiscono il più forte due senza italiano ma non è detto che ciò precluda loro la possibilità di salire sul quattro senza. Le prove effettuate in questa specialità non danno indicazioni sufficienti. Niente gara per Abbagnale venerdì, niente gara per Lodo, Vicino, Montrone e Gabbia domenica. Proprio questi 4, nella prima sfida in 4 senza, si erano imposti con due secondi e sette decimi di vantaggio sull’improvvisata formazione Di Costanzo-Castaldo-Abagnale-Mansutti (in sostituzioni di Abbagnale). Dando uno sguardo al confronto con i Pesi Leggeri, quest’anno il margine, ancora a favore dei Senior (Di Costanzo-Castaldo-Abagnale-Abbagnale) è maggiore: da 1”28 a 3”37.

Progetto Otto.  Infimo, Martini, Liuzzi, Frattini, Frattini, Parlato, Mansutti. Più Gabbia, domenica infortunato e sostituito da Ferrarese. Timoniere D’Aniello. I distacchi incassati dal Gruppo Olimpico, pari a 7 secondi nella prima gara ed a 12 nella seconda, mi sembrano abbastanza elevati. Troppo elevati. Da dire che comunque mancavano, per l’intero week end, i veterani (ma non della punta…) Stefanini e Raineri, ai box per rispettivi malanni. E’ chiaro che dal  lavoro svolto in autunno e inverno verrà fuori un’ampia base della formazione che sarà schierata ad Aiguebelette.  Coppola e La Mura potranno anche attingere eventualmente dalla Coppia, ovvero elementi non utilizzati da Cattaneo per il suo 4, oppure verificare un possibile inserimento di Vincenzo Capelli e Niccolò Mornati. Strada difficile la qualificazione dell’Ammiraglia su queste basi e comunque piena di incognite ma, a onor del vero, altrettanto rischiosa la mia proposta di chiedere ai migliori “puntisti” del Gruppo Olimpico  di cimentarsi in questa sfida con rischi nelle altre due specialità.

Vedi tu, Dottore, e per stimolarti a dovere verso l’impresa sono pronto a offrire, tornando all’inizio di questa riflessione, una Sushi-serata in caso di en-plein. Quel sublime cibo l’ho scoperto leggendo un’opera di Roland Barthes: l’Impero dei Segni (Giappone), pronto per noi a trasformarsi in Impero dei Sogni in caso di massiccia qualificazione della Punta a Rio.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...