Coppia Senior da sette e mezzo

canottaggiomania_fossi_battistiVi avevamo promesso qualche analisi, “a freddo”, sulla prima Trio2016. Iniziamo così dai Senior, poi nei prossimi giorni affronteremo anche la situazione nei Pesi Leggeri e nel settore femminile. Prendiamo naturalmente in riferimento la passata stagione per avere un significativo metro di paragone, tenendo ben presente che nel 2015 tra i primi confronti in campo nazionale e il Memorial d’Aloja passeranno due settimane (27-29 marzo e 10-12 aprile)  e non una come nel 2014 (4-6 e 11-13 aprile). Più tempo per rifiatare (per i ragazzi) e riflettere (per i tecnici) sulle scelte. Bene.

canottaggiomania_cardaioli_FrancescoCoppia, il settore che sicuramente più ci convince dopo questo intenso week end. Non possiamo non notare il deciso passo in avanti di Francesco Cardaioli. Leader venerdì e anche domenica nel singolo, prima con ampio (5 secondi) e poi strettissimo (5 centesimi) su un buon Francesco Fossi. Corroborato anche dal buon Mondiale di Amsterdam, il singolista padovano ci pare davvero sulla strada giusta verso la sua prima prova di qualificazione olimpica. Un anno fa, di questi tempi, il singolo lo vincevano i nostri attuali migliori di coppia: Francesco Fossi (venerdì) e Romano Battisti (domenica). Quest’ultimo non appare, comprensibilmente visto il percorso in crescendo dell’ultimo anno, in grande forma. In singolo Romano stenta, ma in doppio vince. E’ doppietta, sempre risicata d’accordo, ma è doppietta con Francesco. Un anno, dopo aver faticato contro Babboni e Manzoli, i nostri Top Players cedevano ai leggeri Pietro Ruta e Andrea Micheletti. Quattro secondi pro PL nel 2014, due pro Senior nel 2015. Quindi, a livello di equipaggio, strizziamo l’occhio in maniera convinta anche al doppio “pesante”. Lo avrei fatto anche in caso di sconfitta, badate bene, perché la mia fede in Francesco e Romano è ben al di sopra di quella che oggi l’accanito ferrarista riversa in Vettel.

canottaggiomania_4coppiaEcco, alle spalle di Fossi-Battisti, sempre una delle due coppie del quattro di coppia. Perdonate il gioco di parole… Rambaldi-Perino e Venier-Paonessa, tutti e due a un secondo e mezzo. Quindi vicine ai migliori, quindi a mio modo di vedere competitive. Posso dire, caro Franco Cattaneo, di esser rassicurato anche dal fatto che quest’anno, a differenza del 2014, non viviamo nessun “valzer” tra venerdì e domenica. Queste due formazioni, sempre confermate, danno riscontri importanti non scendendo mai sotto la quarta posizione.

Appare peraltro più tortuoso il processo di inserimento degli Under 23. Garibaldi-Mancini e Morganti-Cattane, incassano sempre sensibili distacchi. In singolo, come in doppio. Allora, nell’ottica di un processo di crescita generale, la porta va tenuta aperta anche ai protagonisti del Meeting. Per esempio un Tiziano Evangelisti, primo in singolo e nel doppio con Michelino Manzoli. Probabilmente i giovani, nella Coppia, non sono ancora pronti per affrontare nel migliore dei modi simili tour de force. E’ quanto si evince, per esempio, dalla differenza di prestazione nel 4 di coppia: il distacco dagli attuali titolari del 4 di coppia, Simone Venier, Mario Paonessa, Luca Rambaldi e Paolo Perino (decisamente meglio domenica di sabato quando, a riposo, Agamennoni, Cardaioli, Fossi e Battisti li lasciano parecchio indietro), rispetto a Federico Garibaldi, Jacopo Mancini, Stefano Morganti e Pietro Cattane, passa da poco più di un secondo (ottima gara sabato) agli oltre 10 della domenica. Nel 4 di coppia, tolte le barche dei Top Players, in prospettiva la sfida era soprattutto tra queste due formazioni. E aggiungo, però, che rispetto alla passata stagione mi sembra anche di vedere, in  positivo, tutt’altro Luca Agamennoni… Quindi nessuno dorma sonni tranquilli…

Nel complesso, non mi sembra di peccare in generosità assegnando un bel 7,5 al settore di Coppia. Avrei voluto fare anche la Punta questa sera ma purtroppo il tempo a mia disposizione è scaduto, caro Andrea Coppola. Arrivederci a domani.

Foto Artegiani e, per il 4 di coppia, Altobelli

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...