Carda al fotofinish su Fossi, Magnaghi e Ruta da ritiro patente, Lodo e Vicino pareggiano, Goretti-Caianiello come 5 anni fa

canottaggio_fotofinish_Carda_FossiPer fortuna, con Pasqua, avremo tempo per rileggere, meglio valutare e approfondire bene questa prima tappa della Trio2016 con ragazzi e ragazze in cammino verso il Memorial D’Aloja. Intanto questo “fuoco e fiamme” di regate, purtroppo non trasmesso dalla RAI a differenza degli anni precedenti, lo assaporiamo attraverso la carta dei risultati prodotti da CanottaggioService. 

canottaggiomania_Patelli_Palma
Gaia Palma e Ale Patelli

Oggi il giorno della Maratona, con anche il cambio d’oro che costringe tutti ad andare a letto prima o a dormire un’ora in meno. Doppio, singolo e quattro di coppia. Quattro senza, due senza e otto. Da chi partiamo? Ma dalle Donne.

In due giorni non si trova l’anti-Sara Magnaghi, anzi… Vittoria ancor più netta per l’atleta della Canottieri Moltrasio. E’  Stefania Gobbi, questa volta, a tagliare il traguardo dopo di lei ma le distanze, 13 secondi, restano lunari. Nel doppio, Senior e PL assieme, assistiamo al gioco delle coppie: rispetto a venerdì, Betta Sancassani rema non più con Giulia Pollini ma con Valentina Rodini. E’ vittoria su Trivella-Pollini (venerdì avevano vinto Rodini e Trivella), mentre Bertolasi e Schiavone, pur realizzando il miglior tempo, non sono abbastanza veloci per colmare il pesante (11 secondi mi sembran troppi) handicap fissato dall’area tecnica. Accade lo stesso nel 4 di coppia: Bertolasi e Schiavone, con Magnaghi e Carparelli, viaggiano quasi 5 secondi più veloci delle 4 PL sopra citate ma ne dovevano recuperare 7… Rispetto a venerdì, nel due senza, Broggini e Calabrese rosicchiano qualcosa a Patelli e Palma, ma le leader, in questa specialità, sono sempre Alessandra e Gaia. Con Barderi e Waiglein, vinceranno anche il 4 senza. Sembra comportarsi meglio, distacchi alla mano, anche l’otto femminile.

canottaggiomania_4coppiaTre barche in un secondo e otto decimi nel doppio maschile. Fossi e Battisti lottano a lungo con Ruta e Micheletti. Alla fine il sorpasso è a danno della coppia leggera. Sedici centesimi per l’argento, a favore di Venier e Paonessa. Vinto il doppio, ecco un Fossi assetato di vendetta nel singolo. Da 5 secondi (venerdì) a 5 centesimi (domenica): per vincere, questa volta, Cardaioli deve fare appello anche a Fernando Martins de Bulhões.  Sant’Antonio di Padova.
Dietro il vuoto: Venier, terzo, è a 12 secondi.  Bravo sinora Simone, ma il meglio lo offre nel quattro di coppia. Con Paonessa, Rambaldi e Venier, stampa un bel 5’50 che vale il successo, quindi il superamento dei 9 pesanti secondi di handicap nei confronti dei PL. Qui, un po’ a sorpresa, decisamente meglio Gherzi-Mulas-Magni-Pegoraro di Ruta-Micheletti-Luini-Miani. Ah già il killer Ruta… Che spettacolo anche il singolo PL. Miani d’assalto per 1500 metri. Si pensa, forse, che possa verificarsi una seconda Sepang. La Ferrari vince, spodestando dopo 676 giorni le Mercedes? Qui no, è sempre dittatura (o dittaRuta?) per Peppo ed è Pegoraro ad approfittare della stanchezza di Marcello montando così sul secondo gradino del podio.

Caianiello e Goretti
Caianiello e Goretti

Punta. Toh guarda, non vincono Castaldo e Di Costanzo. Oggi ecco i sorrisoni di Lodo e Vicino: solo terzi venerdì, la domenica è però da leader. Matati i Matador, a lungo avanti ma poi fregati da una chiusura stile Varese, quella del Mondiale Under 23 con la cottura dell’Australia negli ultimi 500 metri. Certo va detto che Matteo e Marco avevano sulle gambe anche il 4 senza, gara non disputata da Peppe e Matteo… Aspettiamo il prossimo capitolo, aspettiamo anche Abagnale e Abbagnale, terzi e un po’ staccati. I Pesi Leggeri? Caianiello e Goretti  ancora da ola nel due senza. Gli otto secondi rifilati a Oppo e Di Girolamo sono ancora una volta l’indice di una leadership incontrastata. Nel 4 senza Castaldo-Di Costanzo-Abagnale-Abbagnale registrano il consenso del cronometro, non tale però da colmare quei 6 secondi di handicap determinanti un nuovo successo per i leggeri Goretti, Caianiello, La Padula e Zaharia. Qui c’è grande lotta, perché Gravina, Tuccinardi, Oppo e Di Girolamo arrivano ora a meno di due secondi dai pari peso.

Gruppo Olimpico (Castaldo, Di Costanzo, Lodo, Vicino, Abagnale, Abbagnale, tim. Riva), con il giovane Neri Muccini, vince ancora nell’Ammiraglia contro Progetto Otto (Ferrarese, Infimo, Mondelli, Martini, Liuzzi, Frattini, Parlato, Mansutti, tim. D’Aniello). I sette secondi di sabato diventano, oggi, dodici.

Annunci

2 pensieri riguardo “Carda al fotofinish su Fossi, Magnaghi e Ruta da ritiro patente, Lodo e Vicino pareggiano, Goretti-Caianiello come 5 anni fa”

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...