Rispetto per il CN Stabia e gli Abbagnale!

Il CN Stabia negli anni Settanta
Il CN Stabia negli anni Settanta

Un vero e proprio oltraggio. Un fatto indegno. Invece che esser gelosamente custoditi in un museo, i remi donati dai fratelli Giuseppe e Carmine Abbagnale al Comune di Castellammare di Stabia giacciono a contatto con l’immondizia. Sono preda dell’incuria e la foto, rilanciata anche dal nostro Presidente sulla sua pagina Facebook, è la tristissima testimonianza di un’amministrazione cittadina che, per sposare una tesi innocentista,  almeno vive senza memoria. 
Per me e probabilmente per diversi milioni di italiani, senza il glorioso Circolo Nautico Stabia e senza quindi le sue straordinarie vittorie sportive in campo nazionale e soprattutto internazionale Castellammare di Stabia sarebbe semplicemente un puntino, anche abbastanza insignificante, sulla carta geografica italiana. Parliamo di successi che hanno portato alla ribalta una comunità altrimenti destinata all’oblio o, peggio ancora, a esser ricordata quasi esclusivamente per le sanguinose lotte tra clan camorristici.

C’è il mito degli Abbagnale e c’è anche l’orgoglio per un gruppo di canottieri-guerrieri capaci di farsi onore sempre e comunque. Uomini in grado di far riecheggiare il nome di Castellammare di Stabia a ogni latitudine. Dal 1972 al 1992, grazie alla guida di Giuseppe La Mura,  il CN Stabia vince 50 titoli italiani e conquista 16 ori tra Mondiali e Olimpiadi. Nei successivi 23 anni, la tradizione di successi viene puntualmente rispettata.  Una miniera traboccante di medaglie, un faro sempre luminosissimo del Canottaggio italiano con tanti giovani capaci di vestire ed onorare nel migliore dei modi la maglia azzurra. Per elencarli tutti, per rendere onore a questi Atleti, non sarebbe sufficiente lo spazio a disposizione su tutte le pareti del palazzo comunale.

Si attivi immediatamente il Sindaco, assieme alla sua Giunta, per restituire il giusto decoro a quei remi, a cui noi canottieri tutti, di 10, 20 o 80 anni, siamo attaccati insieme anche a tutti gli sportivi italiani. Lo faccia subito, perché un paese senza memoria è un paese senza futuro.

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...