Benarrivato Marzo

canottaggiomania_Castaldo_DiCostanzoUn proverbio dice che “le api sagge in marzo dormono ancora“. Applicabile forse anche al Canottaggio, in quanto siamo lontanissimi dal momento clou dell’anno (fine agosto…) e certe vecchie volpi si avvicinano gradualmente al top della forma. A quasi sei mesi di distanza dalle qualificazioni di Aiguebelette, come sempre assetati di informazioni come beduini,  approfittiamo della regata di Sabaudia per dare un’occhiata a quanto sta succedendo in chiave azzurra.  Dopo i lunghi mesi invernali, riecco la Nazionale. Quella maschile, perché per le Donne volentieri attenderemo le Idi di marzo. Altre due settimane. 
Sbuffa già come un pendolino il buon Francesco Fossi, padrone del singolo con il buon riscontro cronometrico di 7”09. Transita con quattro secondi di ritardo l’altro treno, quello che risponde al nome di Pietro Ruta. In spolvero anche lui dato che un’oretta dopo, assieme al suo partner Andrea Micheletti (terzo nel singolo), vince il doppio lasciandosi alle spalle tutti i Senior. In primis, per un secondo e sette decimi, Luca Rambaldi e Paolo Perino. Chi è l’Ape saggia che di marzo dorme ancora? Ma Romano Battisti, of course. Quarto in singolo e poi, in doppio con Fossi, il vicecampione del mondo e d’Olimpia arriva ultimo. Dietro anche Vicino-Agamennoni (piacere di rivederti, Aga) e Venier-Paonessa. Anche Simone Venier, nella seconda sfida del singolo, sa farsi ben apprezzare con un buonissimo 7’11, ricacciando ben indietro sia Perino sia Giuseppe Vicino, oggi “orfano” di Matteo Lodo e quindi uomo di coppia.

Matteo Castaldo non sta bene fisicamente ma ben convive con i suoi acciacchi grazie alla biennale intesa con Marco Di Costanzo. Via, marzo per loro non è pazzerello… Nel 2 senza i due partenopei sbarrano la strada ai virgulti Abbagnale-Abagnale nonché a Montrone e Gabbia. Nell’altra sfida Martino Goretti e Andrea Caianiello, ritrovato PL, vincono a mani basse con oltre otto secondi su Oppo e Di Girolamo. Il 4 senza premia ancora, con ampio margine, Castaldo e Di Costanzo, in barca assieme ai loro principali rivali odierni del 2 senza: Vincenzo Abbagnale e Giovanni Abagnale.

Questi i risultati di oggi, contenti perché scacciano, almeno in parte, la noia invernale. Attendiamo la prima tappa della Trio2016 di fine mese ma ricordiamoci che, per usare ancora un proverbio, Marzo non ha un dì come l’altro…

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...