“Canottaggio italiano senza meritocrazia”. Il sofferto ritiro di Max Rocchi

canottaggiomania_rocchi_massimilianoIn principio, il ritiro di Daniele Danesin. “Non credo nel sistema e nel progetto FIC”. Ieri lo sfogo di Armando Dell’Aquila. Oggi la lettera di un giovane vogatore romano (23 anni), medagliato Junior nel 2010 e campione mondiale Under 23 nel 2013,  Massimiliano Rocchi  che con Danesin, purtroppo, ha in comune la decisione di appendere i remi del chiodo e che di Dell’Aquila condivide il pensiero. Sono situazioni diverse, chiaramente, ma tutte quante sono accomunate dalla necessità di una seria riflessione da chi ha, realmente, a cuore le sorti del Canottaggio.  Continua a leggere “Canottaggio italiano senza meritocrazia”. Il sofferto ritiro di Max Rocchi

La “soddisfazione” di Armando Dell’Aquila

canottaggiomania_dellaquila_abbagnale
Armando Dell’Aquila premiato domenica dal Presidente Abbagnale

Ci siamo più volte interrogati in merito alla considerazione riservata al gruppo dei 75 sotto osservazione (clicca qui). All’epoca, fornendovi una chiave di lettura positiva a questa scelta della Federazione di definire una seconda rosa di Atleti di interesse Nazionale oltre al Gruppo Olimpico, scrivemmo “Non saranno persi di vista e, anche se a distanza, saranno aiutati a maturare dai capi-settore e dai loro collaboratori, costantemente in contatto  con le Società”.  Continua a leggere La “soddisfazione” di Armando Dell’Aquila

Carda al fotofinish su Fossi, Magnaghi e Ruta da ritiro patente, Lodo e Vicino pareggiano, Goretti-Caianiello come 5 anni fa

canottaggio_fotofinish_Carda_FossiPer fortuna, con Pasqua, avremo tempo per rileggere, meglio valutare e approfondire bene questa prima tappa della Trio2016 con ragazzi e ragazze in cammino verso il Memorial D’Aloja. Intanto questo “fuoco e fiamme” di regate, purtroppo non trasmesso dalla RAI a differenza degli anni precedenti, lo assaporiamo attraverso la carta dei risultati prodotti da CanottaggioService.  Continua a leggere Carda al fotofinish su Fossi, Magnaghi e Ruta da ritiro patente, Lodo e Vicino pareggiano, Goretti-Caianiello come 5 anni fa

Senior più forti anche dell’handicap ma 4 di coppia e Progetto Otto da registrare

L'arrivo di Piediluco (foto Artegiani)
L’arrivo di Piediluco (foto Artegiani)

E’senz’altro appassionante il romanzo Trio2016, penso alla famelica lettura dei risultati di ieri sul far della sera, ma certamente il sabato mattina è da piedi nella bacinella e asciugamano nei capelli. Il pomeriggio è dedicato interamente al Meeting Nazionale. Si prepari la giusta attesa per una domenica da Leoni con tre-tirate-tre. Verrebbe quasi voglia di partire ancora una volta, in piena notte, per non mancare l’appuntamento dal vivo, sapendo già di dover rinunciare al Memorial d’Aloja grazie a Genoa-Cagliari (niente Canottaggio per seguire due squadre rossoblu, che contrappasso!), ma al momento le percentuali d’impresa non superano lo 0,… Continua a leggere Senior più forti anche dell’handicap ma 4 di coppia e Progetto Otto da registrare

E’ già Ruta killer? Magnaghi e Carda da vedersi col binocolo. Rodini guastafeste.

canottaggiomania_Ruta_PietroEccoci qua, colpevolmente solo all’ora di cena, per commentare questa prima giornata della Trio2016.  Fatemi, per cortesia, iniziare dal poliziotto Ruta.  Stasera andrà a dormire tranquillo, forte dei successi nel singolo e nel doppio Pesi Leggeri. Ha quell’aria tranquilla e silenziosa (almeno ti ricordo così, Peppo…), è vero, ma quanto è abile a nascondere l’istinto del killer che ammazza le gare nei momenti topici . Prendete la finale del singolo e i quattro secondi “stangati” al campione mondiale Marcello Miani. Sul passo,  il trentunenne della Forestale,  generalmente lontano dalla miglior forma in questo periodo della stagione, gliene rosicchia metà ma poi Peppo serra in maniera magistrale. I loro compagni arrancano un po’: Andrea Micheletti è quinto, battuto anche da Francesco Pegoraro e Federico Gherzi, Elia Luini nono e fuori dalla finale. Nel doppio PL, nel pomeriggio, Ruta e Micheletti si confermano i migliori staccando Luini e Miani di quasi 7 secondi. Così finisce il primo di molti round.  Continua a leggere E’ già Ruta killer? Magnaghi e Carda da vedersi col binocolo. Rodini guastafeste.

Fiato alle trombe!

canottaggiomania_PiedilucoFinalmente ci siamo, finalmente dopo questo lungo letargo agonistico si comincia a far sul serio ed a vedere i primi incontri-scontri. Si, “scannatevi” tra di voi, ragazzi e ragazze,  in questa Trio2016 che a me piace di più in confronto ai precedenti, noiosi, Meeting Nazionali con poco sale e senza certezza di vedere i migliori l’uno contro l’altro (un tempo, a volte, “nascosti” nelle barche lunghe). Continua a leggere Fiato alle trombe!

Campania e Master leader nella crescita, ma la base…

canottaggiomania_MasterSaranno molti i partecipanti alla prima tappa della Trio2016, la regata “fortemente” valutativa (ci permettiamo di chiamarla così) in programma da venerdì a domenica prossimi a Piediluco. Sono 152, tra Gruppo Olimpico,  Gruppo di interesse nazionale (i famosi 75 sotto stretta osservazione?) Under 23 e riserve, gli atleti pronti a misurarsi nell’ambito dei sei “percorsi” voluti dalla Direzione Tecnica. Continua a leggere Campania e Master leader nella crescita, ma la base…

Brunel, il Rugby e (per noi) una lezione di Stile

rugby_BrunelNel Rugby l’Italia evita la “gogna” del cucchiaio di legno nel Sei Nazioni ma non una nuova umiliazione davanti al proprio pubblico: un pesantissimo 20-61, all’Olimpico, contro il Galles, sei giorni dopo il brutto 0-29 contro la Francia. Il futuro di Jacques Brunel è appeso a un filo “ squadra e Presidente decideranno se rimarrò”, ma l’uomo di Courrensan ci offre una grande lezione di dignità a fine partita. “Non li hanno presi solo i giocatori quei 61 punti, li ho presi anche io. E’ stata un’umiliazione pure per me”.  Continua a leggere Brunel, il Rugby e (per noi) una lezione di Stile

Amsterdam ai loro piedi

Lombardia_4Se le lombarde brillano a Londra, i lombardi tengono alto il buon nome del Canottaggio italiano ad Amsterdam. Netto successo  in occasione della Heineken Roeivierkamp. Dopo aver dato spazio a Nicoletta Bartalesi (Can. Varese) per raccontarci le emozioni londinesi, questa volta ci rivolgiamo a Mattia Magnaghi (Can. Moltrasio), fratello della bravissima Sara, per conoscere molti dei dettagli della spedizione olandese. Complimenti, oltre a Mattia, anche a Andrea Cattaneo (SC Bissolati), Mattia Luoni e Ambrogio Cantù (SC Menaggio), Miles Agyemang Heard (SC Moltrasio), Andrea Panizza  (AC Moto Guzzi), Alessandro Ramoni (C Gavirate), Matteo Spreafico e al timone Riccardo Zoppini (SC Varese).  Continua a leggere Amsterdam ai loro piedi

“La nostra Londra”. Le ragazze lombarde illuminano il Tamigi

Lombardia_Londra_2Lasciamo passare un po’ di tempo, lasciamo rientrare le ragazze dall’entusiasmante trasferta di Londra ed andiamo, assieme a una di loro, a commentare la grande prestazione alla settantacinquesima edizione della Women’s Eights Head of the River RaceLombardia Rosa, iscritta con il nome CUS Milano, è prima nella classifica Overseas, seconda tra le junior, ventottesima assoluta su 300 equipaggi. Partenza da Mortlake e arrivo a Putney Bridge, 4 miglia e 375 yard il percorso della regata. Campo di regata in perfette condizioni, assenza di vento e qualche raggio di sole. A parlare e raccontare molti aspetti, non solo agonistici, dell’avventura FIC Lombardia sul Tamigi è Nicoletta Bartalesi (Can. Varese)

Continua a leggere “La nostra Londra”. Le ragazze lombarde illuminano il Tamigi