Drysdale si rialza, Bond va KO

canottaggiomania_drysdale_bondTre anni dopo, Mahe Drysdale torna a vincere un titolo nazionale. Incredibile, vero? Campione olimpico a Londra 2012, cinque volte iridato, argento ad Amsterdam 2014.  Eppure, a casa, il ragazzone faceva fatica… Cinque, consecutive, sconfitte brucianti prima di alzare la Cambridge Cup. Domenica il pronto riscatto, grazie all’ultimo e decisivo attacco negli ultimi 250 metri. Niente da fare per Robbie Manson, secondo a 1”50. Spazzata via, a sorpresa, anche la sua kryptonite: Hamish Bond, da 5 anni padrone assoluto del due senza (assieme a Eric Murray), arranca a 2”50. 
“L’anno scorso è stato davvero difficile competere a livello nazionale, ma correre a casa ti dà un vantaggio e una carica in più – spiega Mahe, dimostrando di aver dimenticato anche lo “scherzetto” di Synek a Karapiro 2010 – E’ bello, in generale, constatare la forza del nostro programma d’allenamento che ci permette, tutti quanti, di chiudere la finale sotto i 7 minuti”. Drysdale, inoltre precisa. “Ho 36 anni, sto diventando vecchio. Recuperare la condizione, dopo la fatica di Londra 2012, è stato più difficile di quanto pensassi. Comunque sono felice perché ultimamente non sto andando incontro a grandi infortuni”. 

Per Drysdale arriva un’altra occasione per dimostrare la sua forma, a febbraio, quando gareggerà ai North Island championships di Lake Karapiro.

 

Annunci

1 commento su “Drysdale si rialza, Bond va KO”

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...