Bravo, Alberto!

canottaggiomania_tabacco_albertoUna decisione davvero molto appropriata, quella comunemente presa da ANAC (una C sola, io lo so Maurizio…) e FIC. Perché l’Allenatore dell’Anno, principalmente, è una persona con cui possiamo trovarci a discutere, essere in disaccordo, ma i “confronti”, pur se ognuno rimane poi sulla sua posizione, terminano sempre con una spontanea risata. Persona sincera e diretta, senza problemi a esporsi e sempre pronta a sdrammatizzare ogni tipo di evento. E’ anche papà di due cari giovani amici, Emanuela e Davide, e poi allenatore della Canottieri Moltrasio, da diverse stagioni importantissima fucina di talenti. Non si contano più i titoli e le maglie azzurre dei suoi atleti. Lascio a Luca Broggini il compito di presentarlo attraverso questa nota già online su CanottaggioLombardia.  


“È lombardo il miglior tecnico italiano 2014. Alberto Tabacco, classe 1963, vulcanico allenatore della Canottieri Moltrasio. Una telefonata molto discreta, ancora prima dell’annuncio ufficiale, per condividere la gioia con gli amici. Così la notizia arriva a casa canottaggiolombardia e noi, con gioia, siamo felici di condividerla con tutto il remo bianco verde. Alberto, prima atleta e poi tecnico, diventa ufficialmente allenatore di primo livello nel 2004. Tre anni più tardi, nel 2007, è già brevettato allenatore di secondo livello. Nella sua testa c’è un progetto ambizioso, portare Moltrasio al vertice del mondo remiero. Disponibilità da vendere, cellulare sempre alla mano per restare collegato con i tecnici italiani, quanto allena sul Lago di Pusiano si sente anche da lontano. La sua voce ti arriva anche senza megafono, dalla sua bocca esce la passione e il trasporto per quello che fa. In barca è completamente immerso, quasi fosse un uomo in più a bordo dell’equipaggio. In questi ultimi anni ha siglato, insieme a ragazzi e società, titoli italiani e medaglie mondiali. Dal titolo mondiale ed europeo di Guglielmo Carcano tra gli junior, passando per la coppia fissa Alessandro Piffaretti e Simone Tettamanti, poi l’azzurro pesante Filippo Mondelli inserito nel progetto sviluppo FIC, e la medaglia d’argento 2014 conquistata da Sara Magnagni in singolo al Mondiale Under23 di Varese. Alberto, “il Tabacco” per gli amici, è attento anche al vivaio. Quest’anno infatti Ludovica Braglia ed Elisa Mondelli hanno debuttato al Mondiale Junior, Mattia Magnaghi, Matteo Della Valle e Patrick Rocek hanno invece vinto la Coupe de la Jeunesse. Alberto quest’anno è stato anche chiamato a collaborare con la nazionale Under23 femminile. Questi risultati però sono solo la punta di diamante di un grande progetto sportivo.

Il risultato di Alberto Tabacco è il coronamento di un lavoro di squadra, composta anche dalla dirigenza presieduta da Alessandro Donegana, dai tecnici giovanili e da un entusiasta Carlo Del Piccolo “il Carlino” che è tornato ad allenatore con passione a settant’anni compiuti”.

Luca Broggini

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...