Il 2014 di CanottaggioMania… a modo mio!

logo_CanottaggioManiaChiudiamolo qua, oggi 30 dicembre, il 2014 di CanottaggioMania. Facciamolo ripercorrendo, in quest’ultimo post, alcune delle storie (soprattutto internazionali) da noi ritenute più interessanti. Storie di vita, storie di Canottaggio dove al centro non c’è solo il risultato agonistico. Spunti trovati su Facebook, Twitter o semplicemente vagando per la Rete. Mese per mese, ecco cosa ci fa piacere proporvi a consuntivo di una stagione ancora una volta piuttosto densa di avvenimenti.  Auguri di buon 2015 a tutti.  Continua a leggere Il 2014 di CanottaggioMania… a modo mio!

Le ragioni dei successi di Sara Magnaghi

canottaggiomania_Magnaghi_SaraL’argento ai Mondiali Under 23 di Varese nella difficile e insidiosa specialità del singolo. Le numerose vittorie, praticamente un filotto, conseguite alla seconda edizione della Trio2016. La presenza, in pianta stabilissima, nel Gruppo Olimpico del caposettore Claudio Romagnoli dopo la presenza sul 4 di coppia ai Mondiali Assoluti nel 2013 e nel 2014. Del recente passato, non si dimenticano il contributo fornito, rispettivamente agli Europei 2012 e 2013, per l’argento dell’otto e il bronzo ancora nel 4 di coppia. Insomma, se è cosa buona e giusta aver assegnato il premio “Atleta dell’Anno” a Francesco Fossi, è altrettanto corretto affermare che, in campo esclusivamente femminile, la mano l’avremmo alzata sicuramente per Sara.  Continua a leggere Le ragioni dei successi di Sara Magnaghi

Matteo Castaldo: “La famiglia è il mio ORO”

Matteo Castaldo
Matteo Castaldo

La fatica non è mai sprecata. Soffri ma sogni. Lo diceva Pietro Mennea ed è un pensiero applicabile anche all’operato di Matteo Castaldo. Il capovoga del 2 senza azzurro dell’ultimo biennio, infatti, lotta, suda e sogna da molti anni. Nessuna scorciatoia, nessun privilegio e nessun occhio strizzato dalla Dea Bendata. Non appartiene ad alcun gruppo sportivo militare. Nasce alla Canottieri Napoli, poi passa al RYC Savoia dove a prendersene cura c’è un vero e proprio Angelo custode. “Il mio nuovo percorso iniziato è nel 2011 con Andrea Coppola. Mi ha fatto rinascere,  sia fisicamente con gli allenamenti che ben conosci, sia psicologicamente visto che ritengo Andrea uno dei più grandi motivatori del nostro sport”.  In quest’intervista, parliamo a ruota libera con Matteo Castaldo. Scoprirete così l’homo faber fortunae suae, colui che è artefice del proprio destino.  Continua a leggere Matteo Castaldo: “La famiglia è il mio ORO”

Il 2014 “al bacio” di Romano Battisti

Romano Battisti e sua figlia Lavinia
Romano Battisti e sua figlia Lavinia

Ebbene si, caro Romano Battisti, anche quest’anno, il 31 dicembre, potrai stappare la tua bottiglia senza rimpianti ma solo con la consapevolezza di aver portato a termine, con successo, la tua missione. Grazie alla tua “scuderia”, grazie al sostegno di Sara e Lavinia. Meriti sempre l’appellativo di “Top Player”, affibbiato a te ed all’Atleta dell’Anno Francesco Fossi. Due finanzieri costretti, ma piacevolmente costretti, a viver in simbiosi per le migliori fortune azzurre. Ecco, dunque, una chiacchierata sui temi più svariati. Chiariamo anche un episodio male interpretato, relativo agli ultimi Campionati Italiani, e voliamo addirittura sino al 2024. Stagione al bacio? Fino ad agosto, non proprio, perché, Sidney a parte, il doppio azzurro non ha praticamente mai finito una gara ma, cari lettori, personalmente non mi è mai capitato di andare a teatro e di andarmene alla fine del primo atto. E qui, quel che conta, è che dopo i Mondiali, alzato il sipario dopo la recita, per Romano (e Francesco) ci sono stati solo grandi, grandissimi applausi.  Continua a leggere Il 2014 “al bacio” di Romano Battisti

Letterina di Natale ai 2 Giuseppe

 In genere, per chiedere qualcosa a Babbo Natale, scrivere il 23 dicembre forse è tardi ma in questo caso non mi scoraggio. Niente carta e penna, solo questa consumatissima tastiera. Se è vero che al barbuto uomo vestito di rosso purtroppo non credo più da molto tempo, diversamente agli uomini che hanno fatto grande il Canottaggio qualche anno fa credo ancora visto che siamo solo al giro di boa di questa traversata quadriennale. Pazienza, quindi, se in questo Natale non troverò nulla sotto l’albero… Continua a leggere Letterina di Natale ai 2 Giuseppe

Credici, Ashley. Donna da Ammiraglia, donna da ammirare.

canottaggiomania_Canada_ashley
Ashley abbraccia il papà dopo Londra 2012 (Maclean’s Magazine)

Il 2015, per Ashley Brzozowicz, sarà il nono anno a bordo dell’otto canadese, con una piccola interruzione nel 2006. Due Olimpiadi disputate, un argento a Londra 2012 ed altri tre vinti ai Mondiali. Simbolo di longevità, secondo WorldRowing anche se di primavere alle spalle ne ha solo 32. Si forma, guarda un po’ che stranezza, nella scuola (Saint Ignatius College Prep  di Chicago) e nell’Università (Yale) statunitense e poi, al ritorno in patria, farà la fortuna del suo Canada.
Continua a leggere Credici, Ashley. Donna da Ammiraglia, donna da ammirare.