Via le Mani

canottaggiomania_vialemaniScusate il lungo silenzio, anche se sono soltanto 4 giorni senza parlare di ciò che ci sta a cuore. Sarebbe probabilmente stato più lungo, semplicemente per impegni di natura lavorativa. Oggi stacco un attimo gli occhi dal nascente 8° Annuario Ligure dello Sport per parlare di “Via le Mani”.  
Il “Fatto Quotidiano” di mercoledì scorso ci offre un quadro inquietante relativo alla violenza sulle donne. “Nella metà dei casi, la donna muore strangolata o a causa delle percosse. Una su tre viene uccisa dopo aver scelto di lasciare il proprio partner. Ma il segnale nuovo del rapporto della banca dati Eures è il forte aumento dei matricidi, per ragioni di denaro o per un’esasperazione dei rapporti. Dando uno sguardo generale al fenomeno, sono stati 179 i femminicidi nel 2013. Rispetto alle 157 vittime del 2012, l’anno scorso le donne uccise sono aumentate del 14%”. 

Attenzione, poi, alla geografia della vergogna. “Ma dal 2013 c’è stata un’inversione di tendenza e il meridione ha visto una crescita del 27% degli omicidi di donne (75 casi), mentre al centro Italia le vittime sono raddoppiare, dalle 22 del 2012 a 44 dello scorso anno. Il nord, dove nel 2013 sono state uccide 60 donne, rimane il territorio dove si verificano più omicidi in famiglia, 8 su 10. La maglia nera spetta al Lazio e alla Campania, con 20 vittime ciascuno; solo a Roma sono state 11. Ma è l’Umbria a registrare l’indice più alto di mortalità con 12,9 femminicidi per milione di donne residenti”. 

Siamo orgogliosi della nostra Federazione perché, per il secondo anno consecutivo, passa ai fatti lasciando ad altri inconcludenti il ruolo di indignati (ma soprattutto inadeguati) parolai. “Via le Mani”, su idea del nostro Vicepresidente Marcello Scifoni (“coloro che si occupano di sport hanno il dovere di lanciare un messaggio forte e chiaro contro la violenza di genere”), immediatamente raccolta dal nostro Presidente, è la regata  che domani, grazie all’organizzazione della Canottieri Roma e del Comitato Regionale Lazio, vedrà protagoniste 11 Società: CC 3 Ponti, CC Aniene, CC Roma, CC Saturnia, CC Tirrenia Todaro, CC Armida, CC Lazio, SC Esperia, RCC Tevere Remo, CC Navalia, CC Tiber. Si partirà all’altezza della Tirrenia Todaro e si arriverà, appunto, alla Canottieri Roma.  Il ricavato sarà interamente devoluto all’Associazione Telefono Rosa che, giornalmente, dà assistenza alla donne vittime di soprusi

Tra questi 200 vogatori, anche Giuseppe Abbagnale capitanerà un’Ammiraglia di dirigenti federali e societari. E visto sudatissimo (lui) dopo un’ora di remoergometro, anche se con occhi ancora assonnati (i miei), in una mattina varesina di luglio durante i Mondiali Under 23 , lo farà bene ancora una volta.

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...