I fari di San Giorgio di Nogaro

canottaggiomania_Rigon_FrancescoTrentacinque gare domenica scorsa a San Giorgio di Nogaro. Sei chilometri per realizzare il sogno, piccolo o grande a seconda dei partecipanti, di laurearsi campioni d’Italia sulla lunga distanza. 46 società e 240 vogatori, buona presenza di singolisti, tanti entusiasti Master e partecipazione quasi azzerata nel due senza. Cerchiamo di mettere sotto la nostra lente di ingrandimento i fatti più significativi.  

E’ Francesco Rigon (Forestale) a vincere nella specialità del singolo Pesi Leggeri in 23 minuti e 52 secondi maturando, al traguardo, un vantaggio di quasi nove secondi su Piero Sfiligoi e oltre tredici su Lorenzo Tedesco. Due gioielli del CC Saturnia. Bella prova per l’ingegnere trevigiano, con la passione per l’arrampicata su roccia. Se serviva un segnale per la Nazionale, eccolo forte e chiaro! Netto il predominio, al femminile, della padovana Angelica Favaro, già all’opera nel 2014 ai Mondiali Assoluti di Amsterdam.

Dal Coastal al Fondo: Simone Martini, triestino in forza alla Canottieri Padova, sale ancora sul podio, questa volta però sul gradino più alto dopo l’argento di Salonicco. Nel giro di due secondi o poco più, ci sono anche  Rajko Hrvat (Argo) e Matteo Romano (Timavo). La freccia Under 23 è, invece, Jacopo Mancini (Can. Firenze). Irraggiungibile sia per Michele Quaranta (Pro Monopoli) sia per Matteo Borsini (Limite sull’Arno).

Diciotto iscritti nel singolo Junior, tra le specialità più numerose, e con piacere salutiamo il successo di Emanuele Fiume (Pro Monopoli), impossibilitato per ragioni di salute a difendere i colori azzurri ai Mondiali dopo l’oro agli Europei. Autorevole la prova della compagna di squadra, Sara Monte, leader tra le Ragazze per la gioia di coach Daniele Barone.  Ne precede ben venti, invece, Antonio Gianolli (Padova Canottaggio) nel singolo Ragazzi. Un secondo e quattro decimi tra la padovana Asja Maregotto, vincitrice del singolo Ragazze, e la triestina Elena Waiglein (CC Saturnia).  Si afferma, tra i Esordienti, Giorgio Pintus (Velocior) mettendo in riga altri nove avversari.

Pochissimi iscritti nel due senza. Canottieri Firenze d’acciaio tra gli Junior, in questa bella sfida che mette di fronti quattro azzurrini. Favini e Pietracaprina (Leonardo) precedono i sanremesi Corsa e Mager. Per il resto, in questa specialità, vince quasi sempre il Saturnia con i Senior (Ferrarese, Ghidini), gli Under 23 (Brezzi, Mansutti), i Ragazzi (Flego, Prelazzi) e le PL (Maltese, Ruggiu)

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...