Genova, l’alluvione e gli Angeli del Centro Remiero

canottaggiomania_Pra_danni“I danni sono notevoli così come le risorse economiche necessarie per ricostruire ciò che è stato distrutto ma, grazie al tempestivo intervento di tutte le Società genovesi che frequentano il Centro Remiero di Prà, il canottaggio a Genova non si ferma” scrive in una nota il vicepresidente FIC Liguria Stefano Bellio. In una città in cui oggi molti (non tutti, ma molti) personaggi della politica sono impegnati nello sport a loro più consono, ossia lo scarica-barile, ci sono per fortuna uomini e donne che non si arrendono.

Ci sono gli Angeli del Fango e, nel caso del Canottaggio, gli Angeli del Centro, pronti da subito a rimboccarsi le maniche per cercare di porre rimedio al disastro causato dall’alluvione.

Nella notte tra giovedì e venerdì scorsi, il Rio San Pietro ha scaricato alla foce un’imponente quantità d’acqua trascinante tronchi d’albero e detriti. Due catamarani affondati, i due pontili di sbarco-imbarco tranciati con la conseguente impossibilità di utilizzo per tutti coloro che quotidianamente, dai primi anni Duemila, frequentano il campo di regata di Pra’.

canottaggiomania_Pra_danni2Gli Angeli del Centro. In queste foto, ne vedete alcuni: Stefano Bellio e la figlia Benedetta (Sportiva Murcarolo), Francesco Malerba (Sportiva Murcarolo), Oscar e Maurizio Capocci (Speranza Pra’), Pietro Dagnino e Mattia Agosta (Elpis Genova),  Luciano Campodoni (Canottieri Sampierdarenesi) e Francesco Misurale (Rowing Club Genovese). Non solo loro: anche altri tra gli addetti ai lavori non si abbattono  di fronte alle terribili conseguente dell’ennesima esondazione. Fa piacere poi sottolineare, nell’altrettanto tormentata Vernazzola, la visita ricevuta dal presidente del Club Sportivo Urania Guido Dioguardi dal cardinale Bagnasco.

Genova tiene duro, nonostante le mille difficoltà ed un disinteresse incredibile dei suoi vertici amministrativi verso lo sport (pensate a una città di 600.000 abitanti con una straordinaria crisi di impianti, prima tra tutte l’assenza di un Palazzetto dello Sport per le attività di molte discipline sportive!), perché esistono queste persone profondamente appassionate. Nel canottaggio c’è il Centro Remiero di Pra’ e, pur se tormentato dagli eventi atmosferici, anche questa volta tutto il Comitato Ligure e le Società Speranza Prà, Murcarolo, Elpis, Rowing Club e Sampierdarenesi hanno lavorato un’intera giornata recuperando i catamarani e predisponendo un pontile di fortuna. Un sentito grazie ai nostri Angeli, auspicando naturalmente che in futuro questi problemi possano esser risolti una volta per tutte senza dover tremare all’idea degli effetti di un nuovo alluvione.

Annunci

1 commento su “Genova, l’alluvione e gli Angeli del Centro Remiero”

  1. Grazie davvero a tutti gli amici, uno per uno una stretta di mano.
    Però, se non si modifica in qualche modo la configurazione dei pontili, alla prossima alluvione (fra tre anni o meno?) torneremo punto e a capo, perché concepire i pontili perfettamente perpendicolari al rio San Pietro è una genialata dell’architetto progettista (omissis) che in quell’occasione (me lo spiegò lui personalmente) si preoccupò che tra i due corpi della costruzione si inquadrasse bene la vista del monte Faiallo, ma pose i pontili in modo da essere strappati via dalla prima alluvione. Più volte, in questi anni, ci siamo andati vicini, questa volta è successo. Per tacere del rischio costante di insabbiamento.
    Come sempre più che la natura può la stupidità dell’uomo che sottovaluta la forza della natura: il rio san Pietro – come tutti i rivi locali – è una piccola fiumara, si presenta come un rigagnolo quasi asciutto, ma quando la natura si sveglia diventa una bomba a tempo capace di danni enormi.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...