L’ingrata Gran Bretagna non considera la grande Heather

Heather Stanning, capitano dell'Esercito e campionessa olimpica e mondiale. Non abbastanza per il suo Paese...
Heather Stanning, capitano dell’Esercito e campionessa olimpica e mondiale. Non abbastanza per il suo Paese…

Non ci sentiamo più soli. Noi italiani irriconoscenti, pronti ad andare in brodo di giuggiole nello scoprire una cassanata oppure la nuova fiamma di Balotelli. Non ci sentiamo più soli, perché anche la Gran Bretagna, da oggi, ci fa compagnia. Si, avete letto bene. Indice puntato contro gli inglesi, contro i nostri maestri. Esce, infatti, la lista delle 125 personalità sportive britanniche del 2014 e tra loro, udite udite, non c’è Heather Stanning. Campionessa olimpica (e mondiale) in due senza, ma soprattutto servitrice della Patria come capitano dell’Esercito in una lunga missione in Afghanistan. Non c’è, non è presa in considerazione! Non tra le prime 10, ma tra le prime 125! E’ incredibile! Lo scrive l’Express e CanottaggioMania non può astenersi dall’esprimere tutta la sua indignazione.

Heather, dopo aver vinto nettamente il titolo ad Amsterdam assieme a Helen Glover abbattendo un record mondiale che resisteva da 14 anni, non ha messo i costumi da bagno in valigia, perché non aveva prenotato alcun biglietto per volare in un’isola greca. Non si è presa il meritato periodo di riposo come quasi tutti i canottieri del circuito internazionale. E’ rientrata in servizio presso il 32° reggimento Artiglieria Reale. Ce lo dice coach Robin Williams.

Ma la Gran Bretagna, Paese d’eccellenza in campo sportivo, può vantare 125 campioni migliori della Stanning? Nell’elenco, figurano personaggi di calibro di gran lunga inferiore. Graeme Swann è un giocatore di cricket e viene inserito in questa lista, relativa alla stagione in corso, pur essendosi ritirato nel 2013!  Tra le personalità di spicco dello sport british, c’è persino Johanna Konta, fuori a Wimbledon al primo turno a 121° nel ranking WTA!

Scrive il giornalista Jim Holden. “Si tratta di una realtà vergognosa che illustra quanto poco apprezziamo i veri campioni del nostro mondo sportivo”. Parole sante, purtroppo di stretta attualità anche in Italia.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...