Ucraina senza budget, la ospita Leo Binda

canottaggiomania_leo_bindaLeo Binda. Un amico, una famiglia speciale. E’ per me, da sempre, il simbolo della generosità. Titolare della Di.Bi, dirigente sportivo, attento osservatore di tutte le vicende remiere. Editore di CanottaggioVero,  nel 2003 mi fece provare l’emozione di vivere l’intera settimana dei Mondiali Assoluti sul posto. Al cento per cento, in quanto ero l’unico a trascorrere mattino, pomeriggio, sera e notte sul campo di regata. A 19 anni, dormivo, da solo, all’interno del suo camper posteggiato all’Idroscalo di Milano. E in questa storia, raccontata da VareseNews, proprio di ospitalità si tratta. E’ Leonardo, infatti, a occuparsi di risolvere un delicato nodo. Far dormire la squadra dell’Ucraina durante i Mondiali Under 23, senza budget a causa della guerra. Continua a leggere Ucraina senza budget, la ospita Leo Binda

Boom Nuova Zelanda, per l’Italia grande crescita di squadra

Il grande salto del 4 senza a Varese
Il grande salto del 4 senza a Varese

Cambiano i rapporti di forza, a livello Under 23, dopo i Mondiali di Varese. Concentriamoci subito sulle due massime potenze, a livello assoluto, del canottaggio internazionale. Se la Gran Bretagna continua a non tenere quest’evento in massima considerazione, portandosi a casa la “miseria” di tre argenti ed un bronzo, diversamente bisogna sottolineare la straordinaria avanzata della Nuova Zelanda. Non tanto per la medaglia in più, 6 oggi e 5 nel 2013, ma per la qualità delle sue finali. Alla riconferma dell’otto maschile, infatti, si aggiungono le affermazioni dello straordinario due senza femminile e del doppio leggero femminile. Così si spiega la vittoria del medagliere, davanti alla corazzata degli Stati Uniti: due vittorie tra le donne, grazie a quattro senza ed otto, ed una tra gli uomini, con il singolista leggero.  Continua a leggere Boom Nuova Zelanda, per l’Italia grande crescita di squadra