Lodo e Vicino, ragazzi d’oro. E l’Italia cala il Settebello!

Lodo e Vicino, beffe d'oro!
Lodo e Vicino, linguacce d’oro! (foto Mimmo Perna)

Matteo Lodo e Giuseppe Vicino, due fulmini azzurri nel due senza. E’ il secondo titolo iridato per l’Italia nelle acque del lago di Varese nell’ultima giornata di finali di un indimenticabile Mondiale Under 23. Sette medaglie (due ori, tre argenti, due bronzi), una in più dell’anno scorso. Arriva quanto, in maniera ambiziosa, promesso da La Mura alla vigilia di quest’importante appuntamento. E’ un bottino d’altri tempi, va detto, soprattutto per la qualità del raccolto, ed i capisettore Spartaco Barbo e Claudio Romagnoli devono esser fieri del loro lavoro. C’è, evidente, il segnale della collaborazione tra settori, gli assoluti con i giovanili, perché molto dei protagonisti di oggi sono “figli” dei raduni invernali. Penso soprattutto alla punta Senior. Ma non è tempo, ancora di analisi, rimaniamo alla cronaca. 
Matteo e Peppe offrono l’ennesimo saggio della loro straordinaria bravura. Dal quattro senza al due senza, la musica non cambia. E’ dolcissima per tutta la Schiranna, è quasi da funerale per l’Australia che, a lungo, pensava di poterci soffiare questo titolo ed, invece, si è ritrovata martoriata. Tre secondi e mezzo!

La gioia di Sara Magnaghi (Perna)
La gioia di Sara Magnaghi (foto Mimmo Perna)

Sara Magnaghi, donna da copertina. Il 2014 è una stagione davvero super per e questa medaglia è il frutto di uno straordinario impegno. Allenamento e studi, riuscire a coniugare tutto nel migliore dei modi è un’ulteriore nota di merito della singolista di Moltrasio. Sara conquista un fantastico argento al termine di una gara di altissimo profilo tecnico. “Saltata” la tedesca Beenken, l’azzurra è preceduta solo dalla lituana Valciukaite.

Il 4 senza PL
Il 4 senza PL medaglia di bronzo per 7 centesimi (foto Perna)

Due bronzi dal sapore diverso. L’ultimo della gloriosa storia della Sisport Fiat arriva da Francesco Pegoraro. Una felice e forsennata corsa lunga duemila metri, una prestazione da incorniciare e premiata con la medaglia di bronzo, a 4 decimi dal turco Kusku. Sia felice, poi, il 4 senza Pesi Leggeri. Chiaro che, dopo il successo in batteria, Alberto Di Seyssel, Guido Gravina, Stefano Oppo e Paolo Di Girolamo puntavano a riconfermare il titolo azzurro per il quarto anno consecutivo. Spagna e Gran Bretagna superiori, il bronzo (7 centesimi sulla Germania) sa di pericolo scampato. Va bene così.

Francesco Pegoraro (foto Perna)
Francesco Pegoraro (foto Perna)

Sfugge, per meno di un secondo, la medaglia per il 4 di coppia. Tiziano Evangelisti, Alessandro Laino, Andrea Crippa e Michele Manzoli non riescono a finalizzare l’attacco alla Germania negli ultimi 500 metri. Vince, per il secondo anno di fila, un’immensa Svizzera. Resta, comunque, la consapevolezza di piena competitività anche se l’amarezza, dopo aver vinto batteria e semifinale, è impossibile da nascondere. Tra le belle sorprese di questo Mondiale, citazione per il doppio leggero di Federico Gherzi e Nicolò Forcellini. Quarti, con una crescita di rendimento notevole rispetto all’anno scorso.

L’otto di Nicholas Brezzi, Andrea Guanziroli, Filippo Mondelli, Matteo Borsini, Guglielmo Carcano, Pietro Zileri Dal Verme, Luca Lovisolo ed Alessandro Mansutti (tim. Andrea Kiraz) centra il quinto posto dopo una finale disputata con il giusto piglio e dominata dalla Nuova Zelanda. Seste, nel doppio, Eleonora Denich e Veronica Paccagnella. 

2 pensieri riguardo “Lodo e Vicino, ragazzi d’oro. E l’Italia cala il Settebello!”

  1. Complimenti Marco per le tue dirette in campo di gara. Professionalità, passione e voglia di fare, doti che ti appartengono da sempre. Buon proseguimento!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...