Lucerna: 4 senza subito in finale, bene anche Ruta-Micheletti

canottaggiomania_lucerna2013_4senza
il 4 senza all’esordio a Lucerna 2013

La flotta azzurra, dopo la prima giornata di Coppa del Mondo a Lucerna, perde soltanto un pezzo. In finale c’è già il quattro senza (Matteo Lodo, Paolo Perino, Mario Paonessa, Giuseppe Vicino), primo al termine di una superlativa batteria. Avanti dodici barche in semifinale, fuori il doppio di Cesare Gabbia e Domenico Montrone dopo un recupero sottotono. 
Naturalmente non facciamo di tutta l’erba in fascio, dato che diverse sono le strade intraprese dalle nostre barche per arrivare all’obiettivo intermedio. Partiamo dalle note liete, in particolar modo la punta maschile di capitan Andrea Coppola. Il 4 senza, terzo nell’Europeo dell’emergenza con metà dei titolari di Chungju a letto per vari malanni, ritorna alla formazione dell’anno scorso e manda in frantumi sia le speranze di successo della Germania (seconda a 29 centesimi) sia la presunta solidità dell’Australia (ai recuperi). In finale, domenica, ci sarà la Gran Bretagna, avanti nell’altra gara assieme all’iridata Olanda. Buon riposo attivo. Due turni superati per i 2 senza, avanti oltre gli ostacoli di batteria e quarti di finale: comodo passaggio sia per Marco Di Costanzo e Matteo Castaldo, sia per Giovanni Abagnale e Vincenzo Abbagnale, al loro primo incontro ravvicinato del terzo tipo con i kiwi Bond e Murray. Punta… inappuntabile!

Francesco Cardaioli
Francesco Cardaioli

Pomeriggio di sollievo per la coppia, dopo un esordio da dimenticare. Non vale questo discorso per Francesco Cardaioli, uomo d’ordine sia in batteria (terzo) sia nei quarti di finale (secondo) dove addirittura si toglie la soddisfazione di battere uno dei suoi (nostri) idoli. Il signor Olaf Tufte, giunto al traguardo nove centesimi dopo il Carda. Doppio e quattro di coppia riscattano i guai mattutini. Detto dell’eliminazione di Gabbia e Montrone, Francesco Fossi e Romano Battisti rialzano subito la testa nel recupero (primi, sempre avanti) dopo i pesanti distacchi incassati da Croazia e Serbia nel primo turno. Per il 4 di coppia (Luca Agamennoni, Simone Venier, Matteo Stefanini, Simone Raineri) buona la seconda ma si può parlare di progressi solo dal punto di vista del carattere. Anche perché fare un paragone con una batteria “a candela”, con il nostro equipaggio che si consuma e spegne dannatamente troppo in fretta  (praticamente ai 1500), è impossibile.

Ruta e Micheletti
Ruta e Micheletti

Pesi Leggeri avanti. A manetta il frizzante doppio di Andrea Micheletti e Pietro Ruta, bravissimi nel cannibalizzare Svizzera e Sudafrica, costrette cosi a sforzi supplementari. Adagio i due 4 senza. Più sofferta la qualificazione di Jiri Vlcek, Armando Dell’Aquila, Livio La Padula e Giorgio Tuccinardi, finiti in una sorta di girone infernale con Nuova Zelanda (prima), Germania (seconda) e Olanda, cacciata ai recuperi per soli 78 centesimi. Terzi, come Elia Luini, Martino Goretti, Stefano Oppo e Paolo Di Girolamo: in rimonta, perché nell’ultimo 500 devono sbarazzarsi della scoppiata Polonia, ma con un margine più rassicurante sul Canada (quarto), a Gran Bretagna e Francia però lontane. Disco verde anche per il due senza di Guido Gravina e Alberto Di Seyssel.

Schiavone e Bertolasi
Schiavone e Bertolasi

Donne altalenanti, a cominciare da quel doppio leggero (Laura Milani, Betta Sancassani) che continua a partir lento e questa volta avanza, in semifinale, con il secondo posto dietro il Canada. Brava Sara Magnaghi, nel singolo, a vincere il recupero contro l’ostica serba Filipovic. Senza soffrire, anche se con una sgambata in più, pure il doppio di Sara Bertolasi e Laura Schiavone approda in semifinale dove si colloca, già in mattinata, anche la singolista leggera Giulia Pollini. Strada chiusa per Gaia Marzari e Beatrice Arcangiolini, nel due senza, dato che il confronto Nuova Zelanda e Sudafrica si conferma assolutamente proibitivo. Così anche per Benedetta Bellio, Veronica Paccagnella, Alessandra Patelli e Gaia Palma nel quattro di coppia con Germania e Olanda.

Da segnalare, domani (semifinali dalle 13:30), i due scontri tra i 2 senza Senior ed i 4 senza Pesi Leggeri.

Il programma di domani sabato 12 luglio
I risultati di oggi venerdì 11 luglio

Foto Mimmo Perna

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...