TRio 2016: poche sorprese e tante conferme

canottaggiomania_Gdm_pepporuta
Pietro Ruta

Allora TRio! Basta chiacchiere, finalmente i fatti. Silenzio, parla il campo di regata. A Piediluco le prime 32 gare di interesse Nazionale, si con la N maiuscola, e la presenza degli equipaggi allestiti dall’area tecnica.
Dopo i primi quattro raduni, iniziamo a prendere atto dello stato di salute della nostra squadra azzurra. Impressiona la netta differenza tra Battisti, Fossi e tutti gli altri nel singolo,  anche se nel doppio c’è un’inedita formazione (Manzoli ed un Babboni sorprendentemente convocato solo 2 giorni fa) che riesce ad avvicinarli. Speriamo sia una questione di diversità di preparazione, in quanto Francesco e Romano hanno già affrontato un primo probante impegno a Sidney.

Marco Di Costanzo
Marco Di Costanzo e Matteo Castaldo

Di Costanzo e Castaldo sempre durissimi da mordere in due senza, così come Bea Arcangiolini e Gaia Marzari. Che brave Sara Magnaghi ed anche la leggera Valentina Rodini che è l’unica a impensierire Betta Sancassani!  Ruta sempre stellare, si riprende Miani e la coppia Luini-Goretti fa tombola in due senza e quattro senza.

SENIOR UOMINI

Francesco Fossi abbraccia Romano Battisti
Francesco Fossi abbraccia Romano Battisti

Chi vince il singolo? Romano Battisti (Fiamme Gialle), con 91 centesimi di vantaggio su Francesco Fossi (Fiamme Gialle). Scusate ancora. E il doppio? Battisti e Fossi. Monotonia di coppia, se consideriamo che Francesco Cardaioli (Can. Padova), terzo), è staccato di oltre otto secondi. E per trovare il quarto classificato, Simone Raineri (Fiamme Gialle), dobbiamo aspettare, dal passaggio del Carda, altri nove secondi… Attenzione, però, ai giochi del doppio: vincono, si, Battisti e Fossi ma a meno di due secondi, come treni, transitano il reintegrato Davide Babboni (Marina Militare), presente alla TRio2016 dopo la seconda lamuriana chiama, e Michelino Manzoli (Baldesio). A cinque secondi dai leader, ecco i veterani Agamennoni e Raineri. 
Marco Di Costanzo
(Fiamme Oro) e Matteo Castaldo (RYC Savoia) si candidano per un’altra stagione da protagonisti. I due partenopei non difettano mai per “aggressività”. Dalla finale del Mondiale Assoluto al primo acuto in due senza, nulla sembra cambiare: 2”65 sui finanzieri Mario Paonessa e Peppe Vicino. Con Cesare Gabbia al posto di Matteo Lodo, riecco il giovane quattro senza bronzo a Lucerna e quarto in Corea con Paonessa, Vicino, Gabbia e Perino. Il filo da torcere? Si, lo abbiamo portato. Arriva in parte da Castellamare di Stabia, con Vincenzo Abbagnale e Giovannone Abagnale, ed in parte dal RYC Savoia (Fabio Infimo ed Emanuele Liuzzi, qui cresciuto ed oggi targato Fiamme Oro). Un secondo e otto decimi la differenza.

SENIOR DONNE 

canottaggiomania_Magnaghi_Sara
Sara Magnaghi

Sara Magnaghi (Moltrasio) domina il singolo Senior: è la nostra vogatrice di coppia più in forma, stando agli otto secondi rifilati a Gaia Palma (Sisport Fiat-speriamo ancora per molti anni) che diventano undici con Alessandra Patelli (Sile Treviso) e tredici con Laura Schiavone (Irno). Sara + Sara (Bertolasi)= Oro nel doppio, con 2”42 sulla coppia Schiavone-Palma. Dietro, però, il vuoto. Beatrice Arcangiolini (Firenze) e Gaia Marzari (Lario) fanno il vuoto nel due senza dove dimostrano di esser sempre le migliori: Laura Basadonna (Sisport Fiat-speriamo ancora per molti anni) e Benedetta Bellio (Murcarolo) tagliano il traguardo sette secondi dopo. Tutte e quattro, poi, avranno vita facile in quattro senza.

PESI LEGGERI UOMINI

Elia Luini e Martino Goretti
Elia Luini e Martino Goretti

Pietro Ruta (Marina Militare) resta l’uomo del desiderio. E’ ancora il singolista più veloce. Il suo partner di Chungju, Andrea Micheletti (Gavirate), è solo sesto e Marcello Miani (Forestale) ci fa capire di volersi inserire tra la coppia. Argento, anche se piuttosto staccato (sei secondi) da super Peppo. In doppio, Ruta-Micheletti schiacciano bene sull’acceleratore staccando di sette secondi Miani e Leone Maria Barbaro (Tirrenia).  Martino Goretti (Fiamme Oro) ed Elia Luini (Aniene). Allora siete andati realmente a Lourdes? Detto e fatto, doppia frustrata: nel due senza, avanti 4”37 rispetto ai poliziotti Armando Dell’Aquila e Livio La Padula, e poi nel quattro senza, con gli young Stefano Oppo (Can Firenze) e Paolo De Girolamo (Fiamme Gialle), primi per 3”62 su Fiamme Oro-Forestale (Vlcek, La Padula, Dell’Aquila, Tuccinardi).

PESI LEGGERI DONNE

Betta Sancassani
Betta Sancassani

Che peperino quella Valentina Rodini (Bissolati)! E’, nel singolo Pesi Leggeri, colei che più si avvicina alla record-woman Elisabetta Sancassani (Fiamme Gialle). Tre secondi e un decimo. Nel doppio, Betta e la padovana Angelica Favaro prevalgono di stretta misura su Giulia Pollini (Cernobbio) ed Eleonora Trivella (VVF Billi).

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...