Fiducia, ma no alla “scorta”

canottaggiomania_lamura_cattaneo_bis“Ambizione + motivazione + anteposizione (capacità di mettere il canottaggio al primo posto nei momenti più importanti n.d.r.) + gruppo = successo”. E’ un’equazione, anzi il Credo, con cui il nostro head coach azzurro si presenta nel dicembre 2012.  Franco Cattaneo e la sua principale qualità. Il Risultato: quel che è fondamentale e rimane, indistruttibile, al netto delle tante chiacchiere. Prendendo in prestito e cambiando leggermente Aristotele, “Primum vincere, deinde philosophari”. Per le più forti nazioni, infatti, conta solo l’Olimpiade e qui Cattaneo non sbaglia un sol colpo: dal quattro senza PL bronzo ad Atene 2004 al doppio (societario!) argento a Londra 2012 passando per il quattro di coppia vicecampione olimpico a Pechino 2008. 

L’asticella ora è decisamente molto più alta. Franco ha la responsabilità diretta di un intero settore, la Coppia Senior Maschile, ed il coordinamento di tutta la squadra azzurra. Braccio destro e portavoce della filosofia lamuriana, l’head coach batte sempre il tasto della Motivazione. “Ho potuto notare una crescita uniforme in termini di motivazione verso il miglioramento tecnico e fisiologico dell’intera Squadra” dice al sito federale (in chiusura d’intervista parlerà ancora di “forte motivazione personale”) al termine del secondo raduno di Sabaudia. E la motivazione, davvero, è alla base della volontà di questa coesa squadra: dai giovani ai meno giovani. Merito, indiscutibile, della nuova area tecnica.

Eppure c’e’ chi non e’ d’accordo. In altri luoghi, specialmente quelli virtuali, vengono sollevati dubbi sull’opportunità di carichi di lavoro così duri. E, ancora, c’è chi si chiede se “metodologie di allenamento concepite negli anni ’80 come possono essere ancora vincenti trent’anni dopo?”. Di questo ping-pong, pro e contro il metodo La Mura di cui oggi Cattaneo è principale promotore e portavoce, bisogna coglierne la sintesi. Un’esperienza va portata a termine (ultima fermata Rio de Janeiro 2016) prima di essere giudicata nella sua complessa globalità e chi sogna l’attivazione freno d’emergenza per fermare il treno è meglio che continui a dormire. Tutto questo perché, oltre ai segnali positivi del primo anno sotto il profilo dei risultati e della maturazione dei giovani, esiste una maggioranza che va rispettata. Chi ha scelto Giuseppe Abbagnale come Presidente ha automaticamente firmato il foglio di riassunzione di La Mura come DT.

Certamente gli Atleti, principali azionisti della nuova gestione, sapevano che li avrebbero attesi anni di pesanti allenamenti, di sudore e sacrifici, per tornare a esser protagonisti in campo internazionali. Magari, a sentir determinate voci, anche sacrifici accompagnati da significative innovazioni soprattutto sul fronte della qualità del lavoro.

Certamente, non si aspettavano che a fronte di un maggiore impegno richiesto dalla Federazione corrispondesse un taglio netto del riconoscimento dei loro sforzi.  Premi dimezzati nel 2013, nonostante sul programma Abbagnale ci sia scritto l’esatto contrario. Ora cresceranno, pare di 30.000 euro più eventuali altri bonus, ma comunque saranno di portata nettamente inferiore alle stagioni precedenti. A La Mura, Cattaneo ed ai loro collaboratori, naturalmente, non si possono imputare scelte ed i connessi effetti dei dirigenti. Ma una cosa, certamente, si può chiedere. Non ne siano la scorta. Perché dire agli Atleti (il centro del Progetto Azzurro), in occasione della prenatalizia serata “alla pari” (presenti Abbagnale, Tizzano, DT, head coach e capisettore), “Scegliete voi: i soldi li mettiamo sui raduni ed allora possiamo fare risultati oppure sui premi ed allora non possiamo garantirvi niente?”, non spetta a nessun Tecnico. Nemmeno se, sopra i pari,  è il “primus”. 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...