Semplicità

canottaggiomania_PapaNon è un fervido credente a scrivere, né un ateo convinto. Diciamo, un’onesta via di mezzo.  La benedizione papale ricevuta dal canottaggio italiano è un momento della vita federale che senz’altro non può lasciare indifferenti. Dal punto di vista spirituale, certamente, ma  soprattutto, umano. 

L’incontro tra Papa Francesco ed il Presidente Giuseppe Abbagnale, favorito dall’intraprendenza di Michelangelo Crispi,  mi fa pensare alla locuzione di Appio Claudio Cieco. Homo faber fortunae suae. Entrambi uomini semplici, entrambi capaci di caricarsi subito sulle proprie spalle importanti responsabilità. Da giovani, giocoforza, non hanno conosciuto l’agiatezza della bambagia. Il Papa racconta di essersi mantenuto, in gioventù, lavorando per un’impresa di pulizie e facendo anche il buttafuori in un locale malfamato. Francesco, uomo della pace, attento agli emarginati e contro la disuguaglianza economica. Il Presidente, primo di sei tra fratelli e sorelle, è cresciuto in una famiglia di coltivatori di gladioli. La predisposizione al sacrificio ed all’impegno, la mentalità del combattente ed il grande cuore: tutto questo, alla base della grande “Storia Italiana”, un patrimonio di incommensurabile valore non solo per il canottaggio ma per tutto lo sport azzurro. 

Semplicità. E’ il segreto della loro grandezza. Certo, non va dimenticato che tra l’Abbagnale atleta e l’Abbagnale dirigente ci sono differenze non sottili. Il nuovo Presidente è, soprattutto, l’uomo indicato dai poteri forti: il consenso di grandi club, come ad esempio l’Aniene, dei gruppi sportivi militari e dei loro atleti/tecnici è stato determinante nell’elezione del novembre 2012, fondamentale nel rovesciare la volontà di continuità espressa dalla maggioranza delle piccole e medie Società. Di conseguenza, il programma, il Progetto Azzurro,  concentra la quasi totalità delle risorse federali per la rinascita dell’attività di vertice. Con la rassicurazione che da risultati agonistici d’eccellenza, da questi corposi investimenti, arriveranno positive ripercussioni sulla base. Si vedrà. Per ora, CanottaggioMania accompagna la nostra Federazione evidenziandone positività e criticità aggrappandosi alla concretezza dei fatti ed alla sobrietà senza mai dimenticare, per non prenderci troppo sul serio, la sua sana vena umoristica.

Papa Francesco e Giuseppe Abbagnale. L’incontro tra due uomini, mai stati “ragazzi” perché presto chiamati ad affrontare, nei rispettivi campi, sfide di grande complessità. Nelle mani del Papa, Giuseppe avrà senz’altro tratto ulteriore forza per condurre la missione federale. Uno sprone per far crescere di tutto il movimento, non solo naturalmente i veri o presunti poteri forti.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...