Dopo Chungju

canottaggiomania_medaglia_chungjuIl medagliere olimpico parla abbastanza chiaro dopo di Chungju. La geografia del potere, sostanzialmente, non cambia ma la differenza tra le forze di grande e medio livello si riduce in maniera consistente. Nell’anno post-olimpico, c’è chi pensa a rifondare e chi a tirare un attimo il fiato. In quest’ultimo caso, con l’attenzione, naturalmente, già alle prossime Olimpiadi di Rio de Janeiro e con la volontà tesa a integrare i campioni con le nuove generazioni.  Continua a leggere Dopo Chungju

Annunci

La FISA ringiovanisce con Rolland nuovo Presidente

Rolland, capovoga del due senza campione olimpico a Sidney 2000
Il francese Rolland, capovoga del due senza campione olimpico a Sidney 2000

Ama anche la bicicletta, correre e sciare. E’ francese. E’ un giovane dirigente, ha soltanto 45 anni. E’ un ingegnere ed ha prestato servizio anche per l’EDF, colosso mondiale nella produzione dell’energia elettrica. Fa parte della speciale famiglia dei campioni olimpici. A Sidney 2000, insieme a Michel Andrieux, conquistò il mondo a bordo del suo due senza rendendo vani gli sforzi degli Stati Uniti e dell’Australia del mostro sacro Tomkins. Prima di allora, si era avvicinato all’Olimpo conquistando il bronzo ad Atlanta sempre con Andrieux. Uomo molto vicino alle esigenze degli atleti di vertice, in quanto entrato nella relativa Commissione FISA nel 1994. Nella stanza dei bottoni del canottaggio mondiale, nell’esecutivo diretto da Denis Oswald, ha fatto il suo ingresso nel 2004.  Continua a leggere La FISA ringiovanisce con Rolland nuovo Presidente

Dalla quantità alla (grande) qualità

Giuseppe Abbagnale e Franco Cattaneo felici per la medaglia del doppio Fossi-Battisti
Giuseppe Abbagnale e Franco Cattaneo, felici per la medaglia del doppio Fossi-Battisti

Italia prima nel medagliere complessivo del Mondiale, quello comprendente specialità olimpiche, paralimpiche e non olimpiche. Otto medaglie per i 24 equipaggi (80 atleti) presentati dalla nostra Federazione a Chungju. Otto, come gli Stati Uniti, la Gran Bretagna e la Germania. In una dichiarazione da poco rilasciata a Canottaggio.org,  Giuseppe Abbagnale si è così espresso. “Questa è una posizione di prestigio che ci fa comprendere come il lavoro impostato, insieme a tutto il mio consiglio ed alla direzione tecnica, stia già portando i suoi frutti”. Parafrasando l’ex difensore pugliese Luigi Garzya, possiamo dire di essere perfettamente d’accordo a metà con il Presidente. Continua a leggere Dalla quantità alla (grande) qualità

Francesco e Romano: un bronzo da Top Players

Francesco e Romano: la gioia dopo la conquista del bronzo
Francesco e Romano: la gioia dopo la conquista del bronzo

L’uno per l’altro. “Nella buona sorte e nelle avversità, nelle gioie e nelle difficoltà se tu ci sarai io ci sarò”. Il nostro doppio, Francesco Fossi e Romano Battisti, è il verso di una canzone degli 883 in questa  prima mattinata di settembre. Una finale impostata alla rovescia, rispetto a doppio PL e quattro senza maschile, in questa partita a scacchi lunga quasi una settimana, iniziata con una batteria giocata a nascondino ed una semifinale dai mille perché. L’interrogativo sull’effettivo valore dei nostri Top Players, giunto al Mondiale dopo le vittorie europea e mediterranea nonché l’argento in Coppa del Mondo a Lucerna, andava presto risolto. Continua a leggere Francesco e Romano: un bronzo da Top Players