Le ragioni del signor Mario

canottaggiomania_pensieriTutti in fila indiana sotto il caldo sole, tutti rigorosamente in processione verso il palco della premiazione. Esaltati, arrabbiati o tranquilli, molti con le loro bandiere e magliette. Stati d’animo differenti, per ragioni di tifo.  Più di seicento persone, al termine delle finali di quest’oggi a Porto Azzurro, perché  all’Isola d’Elba il canottaggio, in questo caso la disciplina a sedile fisso del gozzo, é particolarmente sentito. Non e’ solo questione di amici o parenti, evidentemente anche se non esiste una capiente tribuna ma si sta tutti stretti stretti sul ciglio della strada. Io, con il microfono, in cima a un trespolo.  “E non c’e’ gara del nostro Palio che non sia vissuta con ansia e trepidazione – mi ammonisce il signor Mario, accanito tifoso di Padulella venuto dal suo paese per sostenere i tre ragazzi elbani a bordo dell’equipaggio neocampione d’Italia griffato Burgu Noli – Ma perché dalle altre parti non e’ cosi per il canottaggio dei grandi?”. Continua a leggere Le ragioni del signor Mario