Il doppio dei titani a Monaco di Baviera 2004

Riccardo Crivelli assieme al DT La Mura (Lucerna 2004)
Riccardo Crivelli assieme al DT La Mura (Lucerna 2004)

Dopo la finale del quattro senza di Londra 2012, narrata da Nicola Roggero (SkySport), ho chiesto a Riccardo Crivelli, inviato della Gazzetta dello Sport al seguito delle principali regate degli ultimi 11 anni, di raccontare ai lettori di CanottaggioMania la sua gara del cuore. Così abbiamo rimesso in moto la nostra macchina del tempo, tornando indietro di nove anni. Monaco di Baviera 2004, precisamente la finale del doppio nella seconda prova di Coppa del Mondo. In gara, per l’Italia, ci sono il trentaduenne Rossano Galtarossa ed il ventottenne Alessio Sartori

Come dice il maestro Tommasi, non finiremo mai di ringraziare il Cielo che ci ha dato la possibilità di seguire lo sport da vicino e perfino di essere pagati per farlo. Ringrazio dell’ospitalità il caro Marco, ahilui calcisticamente bastonato *, per consentirmi di rivivere emozioni mai sopite e soprattutto di confessare che, tra tutte le discipline che da modesto scrivano mi è toccato di seguire, il canottaggio è quella che più mi sta nel cuore. E’ il 4 senza la barca che avrei voluto condurre nell’empireo da capovoga. Ho raccontato trionfi e delusioni, ho sorriso e pianto con i ragazzi, e i brividi che mi hanno offerto i remi non li ho mai provati per nient’altro (o forse sì, per la Champions ’96 della Juve, ma è sport minore…).

Rox ed Alessio a Monaco...
Rossano ed Alessio a Monaco…

Ho tante giornate fissate nella memoria, tante imprese, tante vittorie. Eppure la regata che ancora sogno di notte è targata Coppa del Mondo 2004, seconda tappa a Monaco di Baviera. C’erano due giganti azzurri a stagliarsi sull’orizzonte di Feldmoching, Galtarossa e Sartori: il loro doppio rappresentava la certezza più solida tra le nostre prospettive di gloria olimpiche. Quel giorno, il 29 maggio, compiranno un’impresa che da una barca azzurra non è sgorgata più, almeno fino al trionfo coreano di Betta e Milo. Contro Cop e Spik, olimpionici uscenti della specialità e i fiorettisti francesi Hardy e Vieilledent, Ros e Alessio compileranno una regata leggendaria: in testa dal primo all’ultimo colpo, e va bene.

... e ad Atene!
… e ad Atene!

Ma in che modo: dominando come ho visto fare solo ai neozelandesi moderni del 2 senza. Ai 1500 metri, lo ricordo benissimo, il doppio padovan-terracinese aveva un vantaggio sugli sloveni di 5”77: è stata l’unica volta, in cento e cento regate, che ho distintamente avvertito l’ooohhhh di stupore della folla (ed erano migliaia). Devo dire che quella regata mi è rimasta dentro anche per il dopo: per uno di quei coup de theatre che rendono lo sport un meraviglioso mistero glorioso, i titani azzurri non vinceranno l’Olimpiade tre mesi dopo, battuti dagli stessi avversari (oro ai francesi, argento Slovenia) che avevano annichilito in Baviera. Torneranno da Schinias con un bronzo in saccoccia e la magra consolazione del miglior tempo assoluto (quello stampato in semifinale) . La sublimazione di due regole auree: in acqua ci sono anche gli altri e certi giornalisti portano fortuna. Uuuuhhm. Lasciate perdere l’ultima: delirio di un vecchio artigiano della penna.

Riccardo mastica giornalmente un incredibile numero di notizie e nella sua carriera ha conosciuto e raccontato tanti personaggi dello sport nazionale e mondiale. Dal canottaggio al tennis passando per il pugilato, il nuoto e molte altre discipline. Professa liberamente la sua fede calcistica bianconera, mai oggetto di scontri con il sottoscritto che, secondo il mai troppo poco evocato valore della riconoscenza, lo ringrazia pubblicamente oggi per i sei punti-salvezza concessi nella passata stagione. (MC) 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...