Dal quattro all’otto

canottaggiomania_pagellaUna settimana di relax azzurro, altri temi da affrontare prima di tornare a Chungju. Siamo in debito in tema di numeri, nel senso che non abbiamo completato le Pagelle (clicca per la prima parte). La settimana scorsa ci siamo concentrati sulle barche medagliate, adesso vediamo in rassegna le altre quindici.  Continua a leggere Dal quattro all’otto

Re Thomas

Thomas Bach ieri...
Thomas Bach ieri…

Per la nona volta, in 119 anni di storia,  il CIO cambia Presidente. La 125a sessione di Buenos Aires elegge Thomas Bach e per l’ottava volta la più importante poltrona dello sport olimpico viene occupata da un dirigente europeo  (l’eccezione: lo statunitense Avery Brundage, dal 1952 al 1972). Dal 1977 felicemente sposato con la moglie Claudia, è un avvocato tedesco, ma parla correntemente anche l’inglese, il francese e lo spagnolo. Uomo di fioretto, poiché a Montreal, l’estate prima del suo matrimonio, vinse l’Olimpiade nella prova a squadre, e chissà se nelle prossime otto stagioni del suo mandato userà quest’arma per rinnovare la politica sportiva mondiale oppure se si allineerà al suo predecessore Rogge, di cui è stato Vicepresidente. Un Rogge amaro, uscito di scena dopo 12 anni e battuto dal Congresso che ha riammesso, con suo parere contrario, la lotta ai Giochi Olimpici.  Continua a leggere Re Thomas